Oggi nasce il nuovo Napoli di Montali, Mazzarri e Bigon

17
41

Si attende come primo atto solo l’ufficializzazione del nuovo tecnico e l’esonero di Donadoni.
La giornata di ieri è stata intensa e ricca di appuntamenti per De Laurentiis che, dalle pagine del sito ufficiale della società sportiva calcio Napoli, rassicura i tifosi sul futuro della squadra azzurra. Da indiscrezioni delle ultime ore sembrerebbe oramai raggiunto l’accordo con Mazzarri per la sostituzione in panchina di Donadoni. Il tecnico ex Sampdoria ha rescisso il contratto che lo legava alla società blucerchiata e oggi si accaserà col Napoli probabilmente con contratto biennale. Con Mazzarri dovrebbe giungere a Napoli anche il nuovo Direttore Generale che, a meno di sorprese, sarà Gianpaolo Montali. Uomo di sport, ex tecnico della nazionale italiana di palla a volo ed attuale consigliere di amministrazione della Juventus, Montali vanta una esperienza all’interno del circuito sportivo che sicuramente gioverà alla società partenopea. Ieri si è incontrato per oltre tre ore con il Presidente De Laurentiis negli uffici romani della Filamuro ed all’uscita non ha voluto rilasciare dichiarazioni ma tutto lascia pensare ad un accordo imminente. La terza pedina da affiancare a Montali e Mazzarri in qualità di direttore sportivo è quella su cui si conosce ancora poco. La poltrona comunque sarà occupata da un esperto del settore calcistico. Il nome più gettonato è quello di Riccardo Bigon, figlio di Albertino ex tecnico del Napoli del secondo scudetto ed attuale direttore generale della Reggina. Bigon ad ogni modo, qualora arriverà, sembra essere una soluzione tampone almeno fino alla fine della stagione per poi lasciare la carica ad un nome di spessore. I candidati principali sono Marotta, Baldini e Gerolin. Rimaniamo in attesa delle ufficializzazioni che arriveranno già dalla giornata odierna; oggi nasce il nuovo Napoli. Dopo il quinquennio di Marino da oggi comincia la nuova era.

Pino Chianese

 

17 COMMENTS

  1. Beh spero solo che riesca effettivamente a dare un volto,un’anima a questa squadra che sembra essersi persa lo scorso dicembre senza più ritrovarsi…

  2. a prescindere dal modulo serve un allenatore che svegli questi ragazzi….che si arrabbi quando nn ascoltano…ricordiamoci che Mazzarri ha recuperato Cassano….se da la giusta mentalita anche ai nostri il 3 5 2 va bene

  3. Diamo fiducia al PRESIDENTE (anche perchè cosa possiamo fare!?) Mazzarri non è il mio allenatore preferito ma potrebbe essere “la svolta”. Il modulo non deve essere il problema, perchè anche con il 3-5-2 si può fare spettacolo e soprattutto risultato. Mazzarri, ha esperienza e riesce a motivare giocatori mediocri, diamogli fiducia. (non potrà essere peggio di Donadoni che doveva essere votato al 4-3-3 e i risultati sono sotto gli occhi di tutti! E poi il Presidente sta spendendo soldi “suoi” e sarà libero di spenderli come vuole, soprattutto dopo che comunque li ha spesi per ascoltare gli altri e non ha ottenuto i risultati sperati. Faccia a modo suo, il tempo ci dirà se li avrà spesi bene. IO spero di sì, perchè De Laurentis non può essre considerato un “perdente”. ABBIATE FIDUCIA!

  4. ragazzi Mazzarri è uno a cui gli fumano!! Donadoni era si un signore ma troppo moscio.. a questa squadra è mancata una personalità e una guida forte come Reja. Mazzarri potrebbe essere la risposta.. ricordatevi la sua Samp!!
    Forza Napoli

  5. A me piace solo la grinta che ha Mazzarri,ma il modulo di gioco…
    Porca palletta,ma non era meglio Delio Rossi?
    Mazzarri,nonostante abbia fatto bene con la Sampdoria non è stato confermato e a giusta ragione.Del Neri è un grande,vedi quando allenava il Chievo e l’Atalanta.Ora Mazzarri ce lo prendiamo noi?
    E poi chi sono tutte queste altre figure che col calcio non c’entrano quasi nulla?Un campione del VOLLEY a cui va tutto il mio rispetto,ma il calcio è tutt’altra cosa.Inoltre,come ds Bigon Jr.?? MA CHI C… E’ QUESTA GENTE?
    Presidente,in passato hai sbagliato.Ma ora stai perseverando,cazzo!

  6. de laurentis per fortuna e ritornato sui suoi passi o forse quelli di marino visto che era un canditato x la sostituzione reja.
    la modernizazzione del napoli andava fatta ,ma i consgli di chi mangia calcio da una vita vanno presi in considerazione.
    Presidente il napoli che vogliamo deve essere vincente nel mondo
    come vuole lei ma subito,percui attenzione alle scelte se no la sua full immercion non ‘è servita a un ca…………!
    e lasua credibilita manageriale nella merda!!!!!!!!!!!!!

  7. lasciate lavorare de laurentis in santa pace!!!quel po..o di marino ha mangiato durante questi anni ai danni del presidente che ha aperto gli occhi e gli ha dato il benservito!!!basta rimpiangere marino che in tre anni di serie a ha sgretolato una squadra!!!occorre modernità!!!se de laurentis sbaglierà lo criticheremo successivamente ma se gia da adesso lo critichiamo dove vogliamo andare!!!forza de laurentis, fai il bene del napoli: mandando via marino hai iniziato bene e chi ben comincia è a metà dell’opera!!!forza napoli!!!

  8. Marotta, Baldini e Gerolin
    tra i tre fortemente BALDINI. E’ uno dei pochi in Italia, al pari di Marino e Corvino.
    Escludendo naturalmente Moggi.

  9. Queste vicende mi preoccupano molto. Speriamo di non ricadere nella confusione e nell’approssimazione degli ultimi 15 anni.
    Di mazzarri c’è un aspetto che mi piace. Ricordo ancora la Reggina di3-4 anni fà. Correvano come pazzi!!!
    Ecco, se Mazzarri riuscirà a far correre il Napoli come la Reggina di quel campionato, allora che sia benvenuto.
    Dispiace per Donadoni, incolpevole vittima delle divernze sorte tra DG e Presidente. Forse avrebbe dovuto farsi rispettare di più o togliersi di mezzo come fece Mazzone.
    Oramai il passato è passato.
    Speriamo di aver voltato pagina.
    FORZA NAPOLI SEMPRE

LEAVE A REPLY