Napoli rimontato, Donadoni segnato.

15
41

Il clamore suscitato in settimana dalla capitolazione di Marino non è bastato a dare il cambio di rotta tanto atteso da Donadoni, nonostante il gruppo gli avesse giurato fedeltà ed impegno 100%. De Laurentiis, in tribuna, al vantaggio azzurro non si è nemmeno scomposto, forse le decisioni tecniche sono già prese e probabilmente neanche la vittoria avrebbe blindato la panchina del trainer bergamasco. Eppure per più di mezz’ora sembrava che il vento girasse dalla sua parte, la Roma nonostante partisse incerottata per le importanti defezioni di Mexes, Juan, Brighi, Baptista, Taddei, Menez e Doni, s’è ritrovata al 25° del primo tempo sotto di un gol per il bel gesto di Lavezzi,  col quarto portiere in campo e due sostituzioni effettuate, mentre il Napoli gestiva il controllo delle operazioni con una difesa attenta, centrocampo che correva anche senza palla e buone folate sulle fasce di Maggio e Datolo ben raddoppiato da Hamsik. Sembrava che tutto funzionasse. Ed invece, le cose hanno avuto un altro epilogo, perché timidamente, quanto fortunosamente, al 37° la Roma perviene al pareggio, di rimpallo, con il solito Totti che con gli azzurri sembra avere un conto aperto.
Così per il Napoli è calato l’oblio, smarrendo improvvisamente lo smalto fin lì mostrato, perché infondo fino al pareggio il Napoli a larghi tratti è apparso ordinato e risoluto, salvo poi lasciare negli spogliatoi carattere e consistenza. Purtroppo la squadra può offrire solo buona volontà in luogo della personalità e del cinismo, ne sarebbe bastata una piccola dose al momento giusto per fare un sol boccone di una Roma in stampelle apparsa confusa e statica. Ranieri allora si ripresenta con il rombo a centrocampo dove Pizarro agisce basso per gestire meglio la fase di palleggio e di possesso. Il Napoli a questo punto avrebbe dovuto alzare il ritmo in considerazione del giovedì europeo dei giallorossi e continuare a spingere sulle corsie laterali come aveva ben fatto nella prima frazione di gioco. Invece, niente di tutto questo ed allora Totti fa le prove del raddoppio al 53°, bravo nell’occasione l’estremo azzurro a salvare in angolo, per poi mettere la Roma sugli scudi al 63° mandando prima fuori tempo Contini, che cercava l’anticipo sul capitano romanista, per poi trafiggere con un potente diagonale De Santis. A questo punto Donadoni stravolge il modulo di gioco con un 4-2-4, dettato più che altro dalla disperazione, con gli innesti di Hoffer e nel finale di Denis, ma è del tutto improduttivo perché la confusione tattica poco giova alle già scarse velleità partenopee. Pur volendo cogliere qualche segnale di ripresa sarebbe comunque del tutto flebile e poco utile alla causa di Donadoni, i titoli di coda scorrono forse troppo lenti per una piazza in fervente attesa dei nuovi asset, su cui alacremente De Laurentiis sta lavorando nella sua “sede romana”. Probabilmente ci aspetta un’altra settimana di passione, perché logica vuole che arrivi in primis la nomina del Dg, a cascata quella del Ds e per coerenza, infine, quella dell’eventuale nuovo allenatore. Perciò si cambi pure tutto, basta farlo in fretta… sono inquietanti le descrizioni del primo canto dell’Inferno dantesco.
Antonello Greco – Redazione NapoliSoccer.NET

 

15 Commenti

  1. Amici abbiamo un difesa di me… Cannavaro non tentenna su Vucinic che lo salta come un birillo, Contini cerca l’anticipo su Totti e viene beffato ma dove vogliamo andare con questi qui che non fanno altro che spazzare alla viva il parroco quando si trovano la palla tra i piedi.
    Non è assolutamente colpa di Donadoni l’acquisto di Zuniga che non sa neanche camminare per non parlare di Hoffer buon giocatore di B ma austriaca.
    Addirittura Denis è la nostra 5 punta dopo Quaglia Lavezzi Pià e Hoffer.
    Abbiamo perso pur essendo in vantaggio con Palermo Genoa e una Roma a pezzi forse la più scarsa degli ultimi anni.
    Amici miei un altro anno di sofferenze.
    Ciao e Forza Napoli

  2. Ops !!!!!
    Anche stavolta ho indovinato il risultato!!!!!!
    Ragazzi spero ce finisca presto quest’anno e che ragioniamo da tifosi che sperano x la salvezza almeno non ci amareggiamo ogni domenica.
    Altra figuraccia. Che vergogna. Con una roma così solo noi potevamo perdere. Allucinante!!!!!!!

  3. ma uno che mette hoffer (in una partita cosi delicata) per cannavaro quando poteva benissim mettere denis, piu esperiente nella serie a, poi al limite dell’idiozia mette fuori datolo (che aveva disputato fin li una buona gara) per zuniga quando sa benissimo che qst utimo è meglio sulla destra… mah! ma i’ vuless capì mman a chi stamm’!

  4. Ragazzi, samo troppo forti. Hoffer, e’ fortissimo quel’ tuffo e’ da brivido. Ragazzi questo sarà il futuro Amauri, non buttamoci il fango addosso. Ci vuole solo un po di fortona in piu’. Donadoni siamo con te. Presidente non facciamo mosse affrettate. Il napoli e’ da scudetto. Anche con questa storia di Cannavaro, smetiamola. Forza ragazzi….. andate a zappare,,,

  5. Lorenzo NO Mikynap YES la colpa nesi dei difensori ma donadono ancora una volta ha ripetuto il solito errore di far Giocare Zuniga al posto di datolo che ` era il migliore, sulla corsia di sinistra quando si sono pagati 8 milioni perche` tornante destro migliore dell’anno scorso.

    DeLa non ha esultato perche troppe volte ha visto il Napoli fare gol e poi perdere

  6. Donadoni mette tutto il soldi del Napoli en il campo da giuco: gli giocatori que Marino acquistare e non passa niente. Perque non mette Bogliacino piu esperiente grande talento ma anche abile capacita a ricoprire vari ruoli dal centrocampo,c´`e anche una notavele lucidità nell’impostare l’azione d’attacco.

  7. X DARIOMUSIC
    infatti neanche io esulto più da tempo, tanto so l’esito finale
    X TUTTI
    attenzione che datolo stava giocando bene nel primo tempo e nel 2° ormai stava calando e stavamo subendo molto anche dal lato suo in quanto, giustamente, quello non è il suo ruolo: non può farsi una fascia intera, arriva stremato ad un certo punto, ricordate il mannini del napoli e il mannini di ora?
    BASTA 3-5-2, BASTA.
    DONADONI VIA!!!!

  8. Donadoni non capisce una mazza!perche’ continua a sostituire il migliore in campo? ieri lo ha fatto con Datolo…..MAH! giochiamo con il 4-4-2 almeno in difesa siamo piu’ coperti visto che si salva solo Campagnaro e poi metteremo in risalto le qualita’ di Maggio e Datolo non piu’ costretti ogni volta a tornare sulla linea difesiva…non penso che ci voglia poi cosi’ tanto a capirlo!! VIA DONADONI si a MANCINI.

  9. Il napoli ha un centrocampo molto forte ed ecco perche’ qualcuno ha visto la Rometta e non la Roma…purtroppo abbiamo difensori scarsi in campo e tutta la squadra ne risente e non trova sicurezza nel riproporsi in avanti….desidero far notare che le nostre punte sono forti ma ci manca un bomber ed in partite nelle quali dobbiamo fare contropiede occorre lavezzi piu’ hoffer , quagliarella lo vedo nel momento che il napoli gioca una partita d’attacco….mi dispiace dirlo ma non e’ un campione da 20 mln di euro e’ solo un buon giocatore. E questo e’ un’altro errore della dirigenza.

  10. Caro SERGIO50,
    complimenti per il coraggio nel dire che abbiamo un grande centrocampo.
    Lo sai che il problema di questa squadra parte proprio da lì?????
    Abbiamo un centrocampo di tappi che ha perso muscoli (vedi Blasi che quando era in condizione creava un argine davanti a quella difesa di cacca che ci ritroviamo e mannini che comunque sulla fascia dava il giusto peso). Inoltre a centrocampo abbiamo Hamsik che quando si tratta di fare movimenti senza palla e a segnare abbiamo visto che è bravo ma quando si tratta d’impostare, nell’economia del gioco per intenderci, non vale niente, è sempre fuori dal gioco (e meno male che si dice che si adotta questo 3-5-2 di cui non se ne può più, per esaltare le sue caratteristiche!!!!!).
    Gargano ha piedi di m…. e si vede ormai dall’inizio del campionato che ha perso 1500 palle. Per non parlare della panchina del centrocampo dove abbiamo pazienza e bogliacino (che a me personalmente piaceva fino alla serie B ma in A a parte l’infortunio sta dimostrando di essere nella media e comunque non può ricoprire ruoli d’interdizione che non ha il fisico). Stesso discorso per Cigarini che doveva far fare il salto di qualità alla squadra: io credo che lui migliorerà ma attenzione a noi serve gente alla blasi (che corre, lotta recupera da l’anima e … non si faccia ammonire).
    Oltre questo servono 2 difensori forti (o almeno d’esperienza), un esterno sinistro, un centrocampista di potenza come detto (alla sissoko per intenderci), un attaccante da 15-20 goal, capire chi deve veramente giocare in porta, cambiare modulo/allenatore, buttare via tanta gente inutile che manca la serie B li vuole. Tutto questo per allestire una squadra per raggiungere una salvezza tranquilla ….. intendiamoci!!!
    Vuoi saperne un’altra : MANCINI non va bene. Quello è un altro donadoni fidati. Ha vinto gli scudetti a milano quando dopo calciopoli non aveva rivali (in realtà l’inter non ce li ha neanche oggi).
    Anche donadoni era CT della nazionale ai mondiali!!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here