Mazzone: “A Napoli c’è sempre troppa fretta, Donadoni merita fiducia”

4
74

L’ex tecnico di Roma, Napoli, Cagliari, Bologna e Brescia, Carlo Mazzone, intervenendo sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni: ”Sono felice che il nuovo stadio della Roma venga intitolato a Franco Sensi, che è stato un grande presidente. Sono stato con lui tre anni, i primi della sua avventura giallorossa. Sensi ha dato tutto per la Roma, vincendo uno scudetto e portando nella Capitale giocatori come Batistuta. L’addio di Marino al Napoli? Uno dei difetti dell’ambiente partenopeo è la fretta, la mancanza di pazienza. A Napoli bisogna stare calmi. Anche il presidente De Laurentiis, ad esempio, domenica è andato un po’ fuori giri: tutte queste tensioni ricadono, poi, sui giocatori. Non tutti sono “uomini fatti”, la maggior parte dei calciatori del Napoli è composta da ragazzi non ancora pronti per affrontare tutte le pressioni che mette la piazza. Donadoni? Merita ancora qualche chance. Roberto non è il solo responsabile delle difficoltà del Napoli. Nel calcio, poi, bisogna essere bravi e soprattutto fortunati ed alla squadra non tutto gira per il verso giusto. Bisogna avere pazienza. Il Napoli è nuovo, sono stati fatti investimenti importanti e di qualità, anche se alcuni giocatori ancora non stanno rendendo al meglio. Giocare a Napoli, comunque, è difficile: c’è troppa attesa. Anche la stampa dovrebbe sdrammatizzare un po’. Roma-Napoli sarà una partita tra due squadre non al top, sarà decisa da un episodio”.
Redazione NapoliSoccer.NET
 



4 Commenti

  1. Ma quale fretta? E’ da quando e’ finita l’era di Maradona che qui’ si aspettano i risultati, sono anni ed anni che si combatte contro presidenti andicappati, giocatori mediocri, federazione che ci manda in C e la Lazio e la Roma no,ma tu che ne sai mazzone che sei venuto e scappato preso dall’ansia e dalla codardia? Cosa dobbiamo ancora aspettare che si inclina ancora di piu’ l’asse terrestre e ci estinquiamo?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here