Mazzarri-Napoli? La Samp risparmia 3 milioni

11
22

Walter Mazzarri è ad un passo dalla panchina del Napoli. Il presidente De Laurentiis ha scelto l’ex tecnico della Sampdoria per sostituire Roberto Donadoni, in caso di passo falso domenica prossima con la Roma. Per ironia della sorte il mister di San Vincenzo è stato molto vicino a guidare proprio i giallorossi dopo le dimissioni di Luciano Spalletti. La società capitolina lo aveva convocato a Roma, lasciandolo un’intera giornata ad attendere in albergo, prima di affidare la guida tecnica a Ranieri. Ora non dovrebbero esserci sorprese.

Roberto Mancini è improponibile dal punto di vista economico, mentre Delio Rossi non convince appieno. Per questo il Napoli è deciso a puntare su Mazzarri, che ha anche un’offerta dall’Atletico Madrid in Spagna. E per la Samp sarebbe come vincere un terno al lotto. Il tecnico esonerato a fine stagione è ancora a libro paga e costa una cifra intorno ai tre milioni (si parla di ingaggio lordo per lui e il suo staff). In caso di accordo con la società partenopea l’ex allenatore blucerchiato chiederà la rescissione del contratto. E non dovrebbero sorgere problemi di natura economica.

Va detto che le sue ultime esternazioni televisive non sono state ben gradite da molti tifosi blucerchiati. Anche perché la Sampdoria, che domenica scorsa ha mandato al tappeto l’Inter dei miracoli, presentava dieci giocatori della scorsa stagione con il solo Mannini in più. Qualcuno sostiene che mancava Poli, ma il giovane centrocampista, presente nel ritiro di Moena, è andato in prestito al Sasuolo per desiderio dell’allenatore, tra l’altro piuttosto contrariato per un’intervista rilasciata dal centrocampista che diceva di voler emulare Lampard e Gerrard. E’ vero che a posteriori è facile parlare, ma il Poli visto in queste prime giornate avrebbe fatto parecchio comodo anche alla Samp di Mazzarri, che ha giocato per molti mesi senza l’infortunato Palombo, con Sammarco nel ruolo di regista, inadatto alle sue caratteristiche.

Fonte: Corriere Mercantile

 

11 Commenti

  1. prima di parlare della samp dell’anno scorso e di dire che è andata male per colpa di Mazzarri e perchè Poli mancava, ricordiamoci che Mazzarri ha dovuto giocare il girone d’andata senza attaccanti a parte Cassano (Bellucci era infortunato, e giocava Delvecchio prima punta, quando in realtà è un centrocampista). Poi nel girone di ritorno è arrivato Pazzini (che il nostro DG Marino non ha voluto prendere per non si sa quale ragione), Palombo ha recuperato e la Samp ha iniziato a correrre.
    La differenza quest’anno non è solo Poli, ma Mannini, Palombo e Pazzini…. quattro giocatori vogliono dire tanto

  2. vi prego, ditemi che non è vero……
    datemi un pizzicotto e svegliatemi da quest’incubo di allenatori scadenti fissati del 3-5-2 che si alternano sulla nostra panchina :((((

  3. E” da quando è arrivato che ho detto che non mi piaceva.:un punto a partita, ottima media retrocessione. Ma quale europa? Per salvarci dalla serie B via donadoni e arrivi qualsiasi altro che sia Novellino, De Biasi, Gregucci, Mazzarri, Mancini o Spalletti: chiunque meglio di costui… persino io

  4. ragazzi parliamo sempre a sproposito io penso che una delle rovine siamo noi tifosi andando di questo passo saremo sempre 1eterna incompiuta quindi bisogna crescere, detto questo x me MAZZARI euqivale a O a qst punto mi tengo DONADONI che lo stimo e lo conosco anche personalmente e 1allenatore del genere a Napoli mancava da anni….molti anni!!! Prima di parlare a vuoto rendetevi conto che lo spogliatoio è con l’allenatore e non è poco……bisogna dargli il tempo di lavorare in SANTA PACE. Ultima cosa dopo la Roma(sono convinto che si strapperà1bel risultato) visto che ci sarà la sosta DONA cambierà anche modulo passera al 4-3-2-1. P.S.se non l’avevate mai capito il modulo veniva in posto da MARINO x valorizzare determinati giocatori…….. ma visto che molti tifosi parlano tanto per parlare !!!!

  5. Sul fatto che lo spogliatoio è con Donadoni, avrei i miei dubbi, in quanto, i genere quando la panchina traballa e si riesce a segnare e poi vincere si corre dall’allenatore. Con il Siena non è successo e quando la partita è finita Donadoni ha cercato qualcuno in campo ma è stato costretto a ritornare da solo negli spogliatoi.

  6. Se Mazzarri dovesse venire a Napoli e continuare con 3-5-2 era meglio tenersi Reja almeno si risparmiava un pò di soldi… presidente non ci deluda ancora con un’altra ennesima scelta sbagliata!!!! mi raccomando presidè

LASCIA UN COMMENTO