Conferenza Stampa: Marino saluta Napoli ed il Napoli

25
51

L’ormai ex direttore generale del Napoli, Pierpaolo Marino, è in procinto di iniziare la conferenza stampa presso il centro sportivo di Castelvolturno. Di seguito alcuni flash delle dichiarazioni a cura di Napolisoccer.NET, in attesa del resoconto completo che sarà curato del nostro inviato a Castelvolturno.

ore 15.12: "Per fare alcuni acquisti abbiamo dovuto fare dei sacrifici, tipo quello di Mannini che ora sta facendo benissimo alla Sampdoria. Spero che Mannini faccia bene perché comunque è anche un patrimonio del Napoli".

ore 15.10: Marino: "Abbiamo fatto una buona campagna acquisti e meritiamo di più degli attuali 7 punti. Qualcuno non siamo riusciti a prenderlo, tipo Floccari che piaceva anche a Donadoni. Cigarini è un giocatore valido ed è stato fortemente voluto da Donadoni che, essendo di Bergamo ed avendo seguito l’Atalanta ha chiesto tra i primi giocatori da prendere Floccari e Cigarini".

ore 15.08: "Se si pensa ai soli Hamsik e Lavezzi, per non parlare di Gargano, Santacroce e Quagliarella il Napoli ha un’ottima base per poter fare tutto quello che il presidente desidera e si merita".

ore 15.05: "E’ stata una grande responsabilità ed io oggi sono sereno e tranquillo, ho fatto quello che dovevo fare e sono orgoglioso, perchè è stato addirittura più importante dello stesso scudetto. E’ stata una ripartenza per un futuro luminoso e desidero ringraziare Aurelio. Mi chiamo fuori, rinunciando ai cinque anni di contratto che avevo, per amore del Napoli. Non potevo continuare con un metodo diverso da come avevo sempre fatto. Il presidente è una carta assorbente ed in cinque anni ha imparato tutto, e quindi proporrà cose importanti per i tifosi del Napoli, ed io da tifoso seguirò con amore le vicende della squadra".

ore 15.00: "A maggio volevo andare via perchè ritenevo chiuso il mio ciclo ed avevo ricevuto offerte importanti. Una in particolare dall’estero per me molto importante".

ore 14.50
: "Ho la coscienza tranquilla per il mio operato. Siamo partiti da zero ed abbiamo raggiunto obiettivi impensabili. Devo solo ringraziare Aurelio De Laurentiis che mi ha scelto ed ha avuto fiducia in me, dandomi carta bianca. Di certo avrò commesso degli errori così come ne ho commessi in ogni parte dove ho lavorato, ma tutti gli errori sono stati fatti in buona fede".

ore 14.45: "Il comunicato pubblicato è stato dettato dal Presidente alla segretaria e io non ho assolutamente da rispondergli. Io vado via perchè ritengo che il Napoli nella seconda fase ha bisogno di rispecchiare gli intenti di un calcio diverso, seconod come lo intende De Laurentiis. Io ho rivestito un ruolo che in quel determinato momento mi faceva apparire anche come una persona antipatica e autoritaria, atteggiamenti che servivano a far ripartire il Napoli".

ore 14.42
: "Un pò di paura per le difficoltà mi erano venute ma poi sono andate via. Tutti i particolari forse neanche li sapete e forse un giorno, appena possibile, scriverò un libro su questi cinque anni. Il titolo non ve lo dico se no Aurelio se lo deposita e me lo toglie, ma dal Cittadella siamo arrivati a giocare a Lisbona con il Benfica. E’ stata veramente un’avventura epica ".

ore 14.35: "Avevo accettato con entusiasmo la chiamata di Aurelio De Laurentiis, lasciando l’Udinese, per venire a Napoli a fare quello che volevo fare, dopo uno scudetto ed una coppa Uefa. per dare una mano al Napoli caduto nel punto più basso della sua storia. Mi fa piacere di essere venuto, e dopo una settimana che facevo le pratiche di tesseramento addirittura mi ero ritrovato senza la mia stanzetta dell’albergo".

ore 14.30: Iniziata la conferenza stampa, Pierpaolo Marino, visibilmente emozionato, inizia a parlare alla stampa: "Sono qui solo per fare un saluto a tutte le componenti del calcio Napoli".

ore 14.15: Tutto pronto per la conferenza stampa, si attende l’arrivo di Pierpaolo Marino.

Dall’inviato a Castelvolturno, Josi G. Della Ragione – Redazione Napolisoccer.net

25 Commenti

  1. Grazie per 3 anni d’oro,e 2 di mirra !!! chi troppo vuole…… ven scaricato… fare il presidente con i soldi altrui,imbrogli,scelte errate,acquisti errati,negli ultimi 2 anni,ne hai fatte fin troppe. inutile elencarle,ma almeno 50/60 milioni sono stati letteralmente bruciati… okkio a non portarli all estero che te fregano.

  2. ciao direttore a me mancherari tantissimo pero’ era meglio cosi’ si cambia registro spero in meglio cmq bisogna ringraziarlo di quello che ha fatto non dimentichiamoci

  3. ragazzi non siate ridicoli, i soldi spesi dalla società sono incassati dalle altre squadre interamente.
    Non penso che abbia potuto prendere soldi sottobanco, queste cose sono super monitorate….

  4. Siete ridicoli voi che puntate il dito su Marino. E’ stato un ottimo Direttore Generale, molto meglio di Secco Galliani e Branca per elencare i 3 “famosi”. Onestamente ha commesso degli errori (come ha ammesso) ma a conti fatti 4-5 giocatori “affare” hanno bilanciato i 4-5 giocatori “pacco”.
    Ha perso le scommesse Pazienza e Dalla Bona, per il resto grazie (vedi le scommesse vinte Lavezzi, Hamsik, Santacroce, Contini, Gargano).

  5. Non credo che sia stata motivata da una campagna acquisti errata la decisione del presidente ma da una cattiva organizzazione di tutto il settore dalle giovanili agli osservatori.
    Sono sicuramente stati sbagliati degli acquisti ma non dimentichiamo che il Napoli in questi anni non ha mai avuto gioco e un giocatore non può esprimere le proprie qualità in serie A senza avere uno straccio di gioco . Quindi a mio avviso bocciato Donadoni, Marino ammesso con riserva.

  6. Beh non so che dire…
    Compravamo solo gli scarti delle altre Società che arrivavano sempre in anticipo, inoltre pagavamo sempre di più di quello che era il reale valore del giocatore per poi dare lauti stipendi che ci inpedivano di cederli la stagione successiva dopo aver capito che bidoni avevamo preso….
    Beh, dico grazie marino!

  7. come team manager io avanzo la candidatura di BEBBE BRUSCOLOTTI meglio conosciuto come Pal e’ FIERR……ci vogliono persone che conoscono affondo la realtà napoletana e cosa significa indossare la maglia azzurra!!!! spero proprio che DELA l’abbia capito altrimenti la vedo dura ragazzi molto…molto dura!!!!

  8. L’operato di Marino è stato buono nella prima fase quando occorreva risollevare dalle ceneri la storia calcistica del Napoli.
    Credo che abbia sbagliato nella seconda fase quando non è riuscito a vendere i giocatori acquistati per la serie C e la B e non più adatti per la A (cosa non molto semplice per la verità…).
    Per cui ce li ritroviamo alcuni ancora adesso nella rosa del Napoli.
    Poi ha preso dei giocatori scarsi pagandoli per buoni e giocatori buoni ma pagati eccessivamente.
    Qualche buon affare in primis Hamsik che considero l’unica vera stella di questo Napoli (non me ne voglia Quagliarella…).
    Il suo è stato un operato in chiaroscuro reo anche di aver voluto fare tutto da solo ma alla fine si doveva cambiare ed era giusto cosi.
    Non occorrono beatificazioni o flagellazioni nel mondo del calcio, Marino è un dirigente come tanti altri che lavorano in aziende private e pubbliche dove si può anche sbagliare e, come accade anche altrove, si viene messi da parte quando hai fatto il tuo tempo.

  9. Un saluto da un tifoso del Napoli. Grazie di tutto Direttore, per il lavoro svolto, per averci riportato in serie A, aver creduto nella nostra squadra e nella nostra città prima che nessuno si sognasse di parlare di “progetto Napoli”. L’irriconoscenza é un nostro difetto, che ci vuol fare, siamo fatti così, tanta passione va a braccetto con il facile rancore!
    L’unico a cui si perdonava tutto era Maradona, per il resto non siamo mai stati troppo pazienti.
    In bocca al lupo per il futuro, speriamo solo di non doverla rimpiangere, come abbiamo fatto con Reja, fin dal giorno successivo, anche lí tutti volevano la sua testa, ma poi…..

  10. Grazie di tutto,
    ti ricordero’, come per Reja, per quello che sei : un gran signore.
    Speriamo che dela non faccia piu’ sparate del c…o e rispetti i propri collaboratori.
    Ecco che leggiamo una altra verita’. Ma se voleva e poteva andar via a maggio perche’ riconfermarlo se il presidentente era cosi contro come ha voluto farci credere?
    Io, della intera vicenda e soprattutto come si e’ svolta, ho grosse perplessita’ !!!

  11. Arrivederci direttore,
    hai sbagliato il metodo, ma hai raggiunto gli obiettivi prefissati.
    Vorrei ricordare a tutti che dal 1997 al 2004, abbiamo sofferto come cani bastonati e senza parlare della serie c e b.
    Non ci scordiamo quello che dicevamo in molti “in A anche quint’ultimi ma in A sfidando al S.Paolo Inter, Juve, Milan, ecc.. e nn il Gela, il Martina, il Sora, il Giulianova, la Torres, la Samb, il Manfredonia, l’Acireale…………vi basta.
    L’unico errore che riconosco al triumvirato e a quel cuoppo di Donadoni e il nn aver mai fatto giocare i ragazzi della primavera.
    ciao atutti

  12. ernesto non sono comico gli acquisti di lavezzi hamsik gargano e il suo sangue compreso quagliarella poi quando siamo andati in serie a tutti a ringraziare adesso tutti scesi dal carro a insultarlo grazie marino il dg della storia del napoli

  13. questo “volemosebbene” finale puzza assaje!
    ho saputo da alcuni addetti ai lavori che Marino ha esagerato nel prendere un bel pò di soldi sottobanco…proprio da giocatori ipervalutati. Aurelio se ne accorto e lo ha cacciato via. Altro che dimissioni ! Ma come si fà a dire che il ciclo era finito!? Marino è stato cacciato……cacciato! e poi sto fatto che voleva essere l’unico dirigentente avvalora questi sospetti. Dopo due anni una volta avviato il progetto doveva essere il primo a spingere per prendere altri dirigenti…..

  14. caro marino ti auguro un buon ritorno da dirigente in qualche altra società di calcio.
    ora tutti ti sbeffeggiano io ti dico grazie perchè gli acquisti che hai fatto sono ottimi e soprattutto ci siamo dimenticati che per amore del napoli 5 anni fà quando nessuno voleva venire da noi tu hai lasciato la serie a con l’udinese per venire da noi.

    per me resti un grande intenditore di talenti perchè hamsik. lavezzi. santacroce. mannini. gargano. ed altri ancora li hai scovati tu.

    unica pecca che ti posso attribuire è quello che comunque da soli non si va molto lontani e forse un passo indietro potevi farlo.

    grazie di cuore marino

  15. Marino con la sua consueta accortezza dice “abbiamo fatto una buona campagna acquisti”. Ma non è così. Tutti sanno che Marino opera quasi sempre sul mercato estero e talvota pesca qualche pomettente giocatore nelle serie inferiori. Quest’anno la campagna acquisti è stata espressamente suggerita dal cineasta e dal bergamasco. Saranno buoni gli acquisti? non mi pare, speriamo che mi sbaglio per il bene del Napoli.
    Accusare poi di gestione monocratica un proprio dipendente è una grossolana cattiveria. Tutti sanno, anche gli scolari delle elementari, che le direttive organizzative vengono impartite da un “capo” , nella fattispecie doveva essere il Presidente a dare i giusti indirizzi per rendere la gestione aperta e democratica.

  16. X LILLO:
    il napoli sarebbe comunque tornato in A e in europa anzi se non c’era il “pierpanza” ieri sera eravamo come la fiorentina impegnati in CHAMPIONS LEAGUE.
    X FRANCESCO, PIPPo e altri:
    siete tutti dei comici!!!!!!

  17. x lillo
    a parte hamsich, unico vero fenomeno, quagliarella (pagato il doppio) lavezzi (distrutto lo spogliatoio) gargano (intelligenza calcistica e tecnica pari a zero) …. potrei continuare ma e meglio che mi fermo qui. guarda squadre che con pochissimi soldi riescono a formare un organico, una squadra che in campo sembrano gladiatori che se pur non vincono inorgoglisconi i tifosi. Il napoli da più di un anno mi fa veramente pena….

LASCIA UN COMMENTO