De Laurentiis sfoglia la margherita: Spalletti, Mancini o Rossi?

36
53

De Laurentiis sfoglia la margherita e lavora alacremente al suo progetto di reset del Napoli. Dopo l’addio a Marino, il presidente azzurro studia una soluzione anche riguardo all’aspetto tecnico della squadra partenopea. Infatti, che Donadoni sia in bilico non è un mistero, in quanto non riscuote più la fiducia del patron azzurro.
Le paventate ipotesi di una sua sostituizione sembrano ogni giorno più realistiche e la sua permanenza al Napoli è legata ad eventuali difficoltà sulla scelta del suo successore piuttosto che ai risultati che riuscirà a conseguire.
I possibili scenari, di massima, sembrano essersi ridotti a tre soluzioni: due accattivanti ma costose ed una perseguibile ma di scorta. I nomi maggiormente accreditati sono quelli di Spalletti, Mancini e Delio Rossi. Comunque tutto si risolverà nel breve periodo perchè De Laurentiis è fermamente intenzionato a risolvere la problematica prima di ripartire per gli USA.

SPALLETTI: l’ex tecnico giallorosso è l’obiettivo più ambito ma il problema riguarda le norme federali. Avendo iniziato la stagione con la Roma non può allenare un’altra squadra. La soluzione – aggirando furbescamente le norme – sarebbe quella di assumerlo come direttore tecnico e consegnare ufficialmente la guida tecnica della squadra partenopea al suo secondo. Questa soluzione consentirebbe a De Laurentiis di ingaggiare un tecnico che, ritenuto tra i migliori allenatori italiani, riuscirebbe finalmente a dare alla squadra il gioco e lo spettacolo tanto agognato dall’imprenditore cinematografico. Assieme ai suoi legali De Laurentiis sta studiando le opzioni utili a consentire questa scelta.

MANCINI: l’ex tecnico interista piace a De Laurentiis e sarebbe il nome ideale per rilanciare l’entusiasmo in una piazza che finora si è dimostrata tiepida (calo di spettatori e di abbonamenti docet – ndr). Il problema maggiore riguarda le pretese economiche del Mancio che, ancora a busta paga dell’Inter fino al 2012, guadagna all’incirca 6 mln di euro all’anno. De Laurentiis – conscio di dover pagare lo stipendio anche a Donadoni (circa 1,2 mln di euro – ndr) – cerca una transazione sia con l’allenatore che con l’Inter. L’idea sarebbe quella di pagargli uno stipendio di circa 2,5 mln e contare sulla generosità di Moratti che dovrebbe assegnare al tecnico una forte buonuscita a compensazione della diminuzione dell’ingaggio. La soluzione non è tanto campata in aria anche perché l’Inter, così facendo, risparmierebbe un bel po’ di euro fino al 2012 (circa una decina). Si vedrà.

ROSSI: l’ex tecnico della Lazio è la soluzione più semplice. Ha un ingaggio in linea con i parametri del Napoli ed un’esperienza importante nella massima serie. E’ un tecnico capace e di sicuro affidamento che, con la Lazio ma anche con le altre squadre allenate, ha raggiunto ottimi risultati pur non potendo contare su una rosa di primissimo livello qualitativo. Il problema sarebbe la concorrenza: a quanto pare anche il vulcanico Zamparini – scontento di Zenga – si è mosso in tal senso opzionando Delio Rossi per un’eventuale sostituzione.

Intanto Donadoni continua a lavorare consapevole che la sua carriera a Napoli dipenderà unicamente dalla volontà del presidente piuttosto che dai risultati che otterrà in questo periodo.

Luca Damiano – Redazione Napolisoccer.NET

36 COMMENTS

  1. spalletti è sicuramente il migliore ma le normi federali degli allenatori gli vietano che tutta la stagione agonistica di allenare, e sinceramente non possiamo vedere la domenica il 2° di spalletti!!
    mancini è un altro allenatore vincente, sa quel il fatto suo..
    secondo me, il vero problema è il dopo dg bisogna rimediare ai gravissimi danni di pierpaolo marino, non è semplice vendere giocatori come pazienza e aronica, io DICO BRONZETTI ha esperienza conocenze giuste, e prende solo i campioni perchè ragazzi qua si deve vincere allora basta con questi giocatori mediocri, puntiamo in alto, ma perchè non fare gli acquisti come li fa la juve? e bsta con gli ingaggi PRESIDENTE SE VUOI VINCERE DEVI COMPRARE I CAMPIONI!!

  2. Spalletti tutta la vita…
    Mancini ha vinto solo perché aveva una squadra di extraterrestri confronto ai concorrenti…
    Delio Rossi una scelta tuttosommata buona perché ha dimostrato di far vedere la propria mano nelle squadre allenate…ma bisogna comunque dargli tempo…e il Napoli può???

  3. premetto che confido molto in DONADONI xchè con la cacciata di Marino a mio avviso il DELA ha voluto dare un segnale all’allenatore libero di decidere la formazione senza il VETO del DG…..ma se il nostro Presidente ha deciso di fare piazza pultia(SBAGLIANDO xchè lo doveva fare all’inizio) tra i 3allenatori scegliere non saprei o meglio sarei indeciso tra DELIO ROSSI E SPALLETTI con il MANCIO 1po staccato……..SPERIAMO BENE!!!! P.S. aspetto con ansia la conferenza delle 14.15 del DG MARINO a mio avviso uno dei migliori anche con i suoi pro e contro…..e lo ripeterò fino alla morte non si doveva cacciare ma affiancargli 1altra persona ZANZI (e non penso che MARINO era 1dittatore come tutti ci vogliono far credere) e aggiungere anche1figura da tramite fra lo spogliotoio e la dirigenza 1che conosce l’ambiente…sai cosa significa indossare questa maglia vedrei bene una tra BRUSCOLOTTI o SOSA.

  4. Dela,regalaci Spalletti! Lui sì che fa al caso nostro! Mancini non mi piace granchè. Sara’ anche tecnicamente valido,ma è moscio come Donadoni. Se non arriva Spalletti,spero che arrivi D.Rossi,portandosi dietro anche Ledesma 😉

  5. ragazzi Spalletti tutta la vita, tosto, motivato e propenso al bel gioco palla a terra! vedi la Roma degli ultimi anni con una società da rifare ed assente!!.
    Ma anche Rossi è molto valido, esperto e tignoso. La lazio ha fatto benissimo considerando lo scarso livello dei suoi giocatori. (eccetto Ledesma, Foggia e Pandev).
    cmq dite quello che volete a me il modo di fare di zio Aurelio è impeccabile!! lui ci mette i soldi e la faducia ma se lo prendi in giro ti fa secco senza fronzoli. E’ un buon biglietto da visita per chi non ha le idee chiare!!! Forza Napoli

  6. Presidè dovevi pianificare il futuro PRIMA di fare ‘sto casino e mo’ ? hai imparato che il calcio in Italia è cazzimma ? sfogli la margherita ? e sfoglia sfo’….

  7. Spalletti, Mancini, Rossi o Donadoni……..va bene chiunque purchè ci sia grinta, cuore e tanta buona volontà. A Napoli ci vuole un allenatore che rispecchi un pò il carattere di questa città e del presidente De Laurentiis. Ma al presidente mi permetto dire che di Zamparini ne basta già uno, quindi va bene rivoluzionare tutto ma con uomini seri e duraturi così potremo avere anche noi una società sportiva ad alto livello con prospettive di marketing internazionale e di uno stadio che diventi una sorte di un grosso centro commerciale dove la domenica prima della partita puoi fare shopping, mangiare a ristorante, passegiare con tua moglie ed i tuoi figli e poi vedere il Napoli lottare per grandi traguardi.

  8. sono tre valide alternative ma il problema sarà se sono in grado da subito ad invertire questo target negativo mettendo in campo una squadra motivata e cinica.

  9. Inizio col dire Spalletti…è l’unico che garantisce un salto di qualità nel gioco. In ogni caso il problema a Napoli sono i risultati piu’ che il carattere dell’allenatore. Un allenatore focoso farebbe troppe scintille con il presidente aurelio e finirebbe male. In ogni caso a Napoli siamo cosi’, se arrivavano i risultati Donadoni era un re, un genio, un messia con tanto di santini. Anche Spalletti senza risultati diventerebbe in poche settimane un mediocre.
    Io dico una cosa, facciamo finire il campionato a Donadoni, secondo me la squadra tra un po’ esplode, poi se è il caso si cambia ma in maniera pulita e senza buttare altri soldi….ormai anno piu’ anno meno.
    Forza Napoli

  10. …basta con questo facile entusiasmo! La campagna acquisti è stata mal fatta: responsabilità diretta anche di De LAurentis. Quindi, non ha da lamentarsi! Quando si spendono soldoni per prendere Zuniga (doppione di Maggio) e tenersi Aronica a sx. Inoltre, Cigarini, giovane ultra pagato da cui si pretende un aumento del tasso tecnico in mezzo al campo.
    Infine, Donadoni chi l’ha scelto????
    Prima di puntare a grandi traguardi, bisognava avere una società formate da più persone competenti.
    Facciamo lavorare Donadoni: prima si semina e poi si raccoglie!!!

  11. Sicuramente DELIO ROSSI!!! L’unico che sarebbe capace di valorizzare gli investimenti della società di quest’estate. Mancini mercenario e Spalletti non è stato capace di vincere niente con una squadra di alto livello come la Roma in questi anni..

  12. Delio Rossi sarebbe il massimo x il Napoli, presidente non si faccia ingannare Mancini e Spalletti sono appagati vengono solo se si guadagnao soldini x il resto se ne fregano del napoli e dei napoletani

  13. Fatih Therim!!!! oppure Benitez, Hiddink, Van Gaal, Milutinovich e poi Spalletti o Mancini. Le squadre di Delio Rossi si scacano sempre (troppo zemaniano)
    Insomma un allenatore di abnorme personalità capace di posizionare gli zebedei sulla testa dei giocatori se non rispettano le sue consegne!!!!
    Sarebbe grandioso in questo momento avere uno come Boskov!!! ricordo che quando venne a Napoli riuscì a caricare una squadra di mediocri e infondere grande entusiasmo e ottimismo.
    Theriiiiiiiiiiiiiiiiiiimmmmmmm !!!!!

  14. ragazzi dobbiamo crescere anche noi come tifoseria…..altrimenti non saremo mai nessuno!!!!! DIAMO TEMPO A DONADONI DI LAVORARE…………………SFIDO CHIUNQUE A SENTIRSI IN BILICO DOPO6GIORNATA NON SI VIVE SICURAMENTE BENE!!! HA FATTO BENE LAVEZZI A DIRE DI STARE CON ALLENATORE!!!! QNDI SMETTIAMOLA DI ANCORARCI AI BEI TEMPI DI1VOLTA………..ALTRIMENTI SAREMO SEMPRE MEDIOCRE COME SQUADRA!!! FORZA RAGAZZI E FORZA DONADONI.

  15. anche se verranno Delio Rossi, Spalletti o Mancini avranno le stesse difficoltà che sta trovando Donadoni, perché la campagna cessioni e acquisti è stata sbagliata, diamo tempo a Donadoni prima di (fucilarlo) se dovrebbe combiarlo preferisco Spalletti

  16. Spalletti é, secondo me, il miglior allenatore in circolazione in Italia e tra i migliori in assoluto a livello internazionale. Anche meglio di Scolari, che é e rimane un grande. Il calcio moderno é Spalletti. Cambiare tanto per cambiare non avrebbe senso, meglio tenersi Donadoni.

  17. Direi Rossi anche perche’ gli altri due avevano giocatori fortissimi per essere giudicati bravi ed un carattere poco consono all’ambiente partenopeo. Ma per ora abbiamo donadoni e vediamo di fare bene con lui.

  18. quello che non mi piace di donadoni e` che ha insistito a mettere Zuniga a sinistra quando a quel punto anche Rullo sarebbe stato molto meglio e ha lasciato contro l’inter Datolo in tribuna. ma fin dalla partita col Palermo avrebbe dovuto capire che Zuniga a sinistra non va e invece si e` ostinato.
    Spalletti meglio di Mancini ma ricordatevi che neanche Spalletti e` riuscito a far gioco contro l’;inter anche se aveva in squadra Totti De Rossi ect ect.

LEAVE A REPLY