Il “leone” è in gabbia e con la valigia pronta

49
43

Invertire immediatamente la tendenza negativa o Donadoni ritornerà nella sua Bergamo ben presto.
"Mi sento un leone, pronto a reagire". Le parole di mister Donadoni dopo la sconfitta di Genova e la delusione del pareggio interno con l’Udinese avevano illuso. Non certo ci si poteva aspettare un risultato positivo proprio in casa dell’Inter che, da anni oramai, domina la scena del calcio italiano. Ma una sconfitta così arrendevole, senza dignità, con una squadra senza spina dorsale e senza nemmeno l’ombra di un gioco, certamente non era auspicabile da nessuno. Il Napoli è stato sopravvalutato, questo è chiaro a tutti, ma non si possono più vedere partite come quella di Milano. Giocatori attanagliati dalla paura che in quattro minuti sono riusciti a facilitare il compito alla coppia gol Milito-Eto’o che certamente non ha bisogno di aiutini. Donadoni trovi immediatamente le idonee contromisure. Che siano di natura tattica, tecnica, caratteriali o tutto l’assieme, ma lo faccio in fretta. Il Napoli di ieri sera è sembrato allo sbando totale, ma non tutto è perduto. Col lavore e l’applicazione si può ancora raddrizzare la barca. Per fortuna il calendario offre l’opportunità dell’immediato riscatto, domenica al San Paolo arriva il Siena dell’ex Calaiò e la squadra dovrà non solo vincere, ma anche e soprattutto convincere; altrimenti il mister dovrà seriamente pensare di completare la valigia appoggiata già sul letto e iniziare a prenotare il viaggio di ritorno in terra lombarda.

Pino Chianese

49 Commenti

  1. vattene .. abbi la dignità di dare le dimissioni … una quindicina di partite incaponendosi con un 352, l’allenatore come prima cosa sistema la difesa .. noi siamo ridicoli! dignità … sei una brava persona e un allenatore serio .. ci aspettiamo dignità … dimettiti!

  2. Finalmente un articolo che dice qualcosa Bravo Chianese! Avete visto Ranieri : è Romano ed allena la roma . Noi non abbiamo nessun napoletano in giro che sappia metterci il cuore nell’allenare il Napoli? Che volete che gliene freghi al Donadoni se la gente dopo una simile figura STA MALE Un allenatore che teneva al Napoli ce lo avevamo ci ha riportati in serie A ma lo hanno cacciato x prenderne un’altro non mi ricordo chi: NOVELLINO non è Guardiola non è Ancellotti ma almeno in campo lo si vedeva nello spogliatoio lo si sentiva urlare: Ci vuole Amore Passione Rabbia nel fare le cose e non impassibilita’Possono anche non riuscire ma almeno c’ho provato!FORZANAPOLISEMPREeCOMUNQUE!

  3. Grazie. Ora il tuo commento e’ in coda per essere validato.
    Può un pecorone dare coraggio ad una banda di confusi tatticamente e psicologicamente…??? Io immagino le risate negli spogliatoi fra gli stessi giocatori ogni volta che decide la formazione…., è riuscito a svalorizzare ogni singolo giocatore evidenziando quanto di peggio a sua disposizione in sfregio della ns. dignità di tifosi a tutela di quella competenza che vanta di avere e che storicamente si è costruito su fondamenti sabbiosi ancorati al solo cognome calcistico. E’ seriamente deleterio per l’immagine della cultura calcistica napoletana, abbagliata mai abbastanza da una campagna acquisti fatta a suon di milioni dove somme e uomini non davano, come diceva Totò, il totale, ma dall’andamento degli abbonamenti e pubblico in campo, da competenti…rispondono con un seppur sofferto….cà nisciun è fess…..

  4. ritengo che la squadra sia cambiata con l’evento di questo allenatore, sia avendo l’alibi lo scorso anno che non conosceva la squadra, ma anche adesso a me pare che abbia tolto anche quello spirito combattivo che mister Reia aveva costruito, vedo molti giocatori fuori posizioni ed incapaci di fare quelle diagonali sia in fase difensiva che in quella dell’attacco, ieri sera l’unico che abbia fatto un minimo di fasi e stato Maggio, poi una confusione totale e questo e solo colpa di chi li manda in campo a quel modo, con questo ritengo che solo l’allenatore responsabile di tutto.

  5. Caro Chianese ma mi faccia il piacere
    Ma quali contro misure può trovare l’allenatore ? impastare un paio di difensori, degni di questo nome, con la terra di castel Volturno?
    Se la matematica non è una opinione 3-1 meno due gol da difesa di serie C fa 1 -1
    Bravo anche il presidente a liquidare Cannavaro F. come vecchio brocco.

  6. più che donadoni io manderei via MARINO che ha sprecato tanti soldi per dei giovanotti di belle speranze!!!! Ma con quei soldi si potevano comperare giocatori che dessero esperienza e concretezza alla squadra…..a partire da PAOLO CANNAVARO…..tanto odiato da Marino ma tanto utile per una squadra che non ha le palle sotto!!!

  7. Ma te ne devi andareeeeeeeeeeeee…. abbiamo preso la copia identica di Reja nell’ultimo periodo… Mamma mia che incompetente ieri sera s’è proprio visto la tua non competitività come allenatore… Lasciare il tuo tanto voluto acquisto Cigarini in panchina per mettere un boja che ieri sera s’è visto solo nella schermata principale delle formazioni, uno zuniga che a sinistra non funziona e che a questi punti è la copia di maggio, ven via mister datti una svegliata…. Perche continuare così??? Vattene non ci sta capendo niente…. per non dimenticare Hoffer perchè non ce la buttato ieri in campo???

  8. E, bisogna ancora aspettare? Si, che Donadoni ci porti dritti in serie “B”. Per favore presidente, ma ha gli occhi chiusi? Tanti allenatori avrebbero fatto meglio .Soprattutto bisogna cambiare modulo. Donadoni non riesce a capire neanche questo, e poi, i giocatori non lo seguono più.

  9. la mancanza di determinazione nei giocatori, il loro evidente spaesamento, sono da sempre una responsabilità diretta dell’allenatore. Come ha insegnato LIPPI ai mondiali, un buon allenatore deve lavorare innanzitutto sulla sfera psicologica, creando un gruppo, poi le questioni tecniche vengono da sè, specie se hai la fortuna di allenare giocatori quantomeno discreti (come nel caso del Napoli)

  10. Purtroppo i fatti danno ragione a chi l’anno scorso non vide di buon occhio l’arrivo di Donadoni. Ci fece piacere l’uomo, l’umiltà e la serietà e la carriera di ottimo giocatore ma storcemmo il naso su quella di allenatore. Oggi i fatti ci danno ragione. Donadoni non è, con questa squadra e per questa piazza, l’allenatore per il Napoli. Non riesce a trasmettere carattere e la squadra non lo segue. Il modulo è deleterio perchè non ha gli uomini giusti per questo modulo ed è da pazzi scendere in campo cosi impostati contro l’Inter a San Siro. Nessuna squadra di alto livello fa il 3-5-2….un modulo che se lo possono permettere forse quando affrontano una squadra di medio-bassa classifica. Questa batosta ce la potevamo risparmiare con un semplice pizzico di buon senso, questo non significa che avremmo vinto anzi ci può star tutta la sconfitta ma la figuraccia proprio no!!!
    Non credo che le prossime partite possano dare una svolta perchè vedo lo stesso napoli dell’anno scorso, fine Reja ed inizio Donadoni.
    E questo mi fa paura perchè almeno l’anno scorso facemmo un ottimo girone di andata dove raccogliemmo i punti per la salvezza.
    Non si possoo buttare soldi e giocatori e questo la società lo deve capire per cui occorre rimescolare le carte nell’ambito societario e dello staff tecnico perchè cosi conciati non andiamo da nessuna parte.
    Il presidente deve capire (ed ammettere) che non ne sà di calcio e di gestione tecnica per cui deve creare uno staff con i vari ruoli e non limitarsi al solo Marino, eppoi un allenatore che abbia carisma ed esperienza e, non ultimo, uno stadio a norma.
    La società lo deve a chi segue il Napoli andando allo stadio, a chi lo guarda in tv da ogni angolo del mondo.
    Scusaci tanto, caro presidente, ma credo in tutta modestia che ce lo meritiamo.

  11. Se vince 2 a 0 contro il siena resta? Deve andarse, è arrivato il suo momento, come arrivò quello di Reja. E’ durato molto meno, sapevamo che era un allenatore da salto nel vuoto….pessimo a Genoa, pessimo a Livorno, perssimo in Nazionale; un buon giocatore, ma questo non ci interessa proprio. Io voto Delio Rossi, e non cosmi, zaccheroni…e gente simile che sono allenatori da neo promossa.

  12. ma che Donadoni il problema siamo noi non loro, a Torino con la Juve in champion’s allo stadio vanno 20.000 spettatori noi li facciamo in allenamento, ma per favore, compriamo l’evento a conto tv 10€, a Sky pur essendo abbonati, ma che ci lamentiamo queste cose le permettiamo. Protestiamo civilmente non andando allo stadio. Lasciamola vedere a De laurentis Marino e qualche altro la partita domenica iniziamo a fargli venir meno l’incasso, questa è gente che si sensibilizza solo sul profilo economico, siamo dei conigli e spero che domenica si riperda. FORZA SIENA

  13. L’unica sconfitta dove non vedo troppe colpe di Donadoni è forse solo quella di Palermo dove sicuramente meritavamo di più!!! Contro il Genoa con il secondo tempo iniziava un’altra partita dieci contro dieci, si trattava di risistemare la squadra in campo e Gasperini gliene ha fatti 3… Contro l’Udinese mancava qualcosa in area di rigore perchè Quagliarella era troppo solo e invece di inserire Denis ha messo Hoffer, attaccante più di movimento, e per lo più a 10 minuti dalla fine, troppo tardi… Contro l’Inter i fatti dimostrano che le sue scelte sono state tutte sbagliate, Cigarini in panca con Bogliacino in un ruolo non suo dove potrebbe servire più per necessità, Zuniga a sinistra con l’idea di limitare Maicon (il migliore in campo) quando forse sarebbe stato meglio pensare di impegnarlo un pò di più in fase difensiva inserendo un giocatore più pericoloso come Datolo, sostituzione assolutamente inutile di Santacroce (non si era assolutamente fatto male) con Aronica, sostituzione di Maggio, il migliore del Napoli fin quando è stato in campo. Il Napoli non è mai riuscito a costruire un’azione pericolosa in tutta la partita, e devo dire che da quando è arrivato lui il Napoli non ha mai costruito un’azione veloce di contropiede, unica arma che aveva questa squadra e che ha fatto la fortuna del Napoli di Reja nella prima parte della passata stagione!!! Abbiamo giocatori votati al contropiede (vedi Hamsik, Gargano, Maggio, Lavezzi e adesso anche Quagliarella) e Donadoni si ostina a cercare di creare azioni manovrate e lente.. un bravo allenatore, oltre al fatto che deve saper mettere i suoi giocatori in campo e deve saper cambiare a seconda delle necessità, deve anche creare un gioco adatto ai giocatori che ha !!!!

  14. si ringrazia la SSC Napoli nella persona di Marino e Donadoni per averci fatto fare la figura di m**** e averci illuso di aver fatto una squadra che ci avrebbe divertito a lor dire..solo una cosa:VERGOGNA e un altro grazie..xchè in questi anni avremmo potuto prendere Cassano, Milito,Motta,Cannavaro(quello vero)Dossena e altri invece ci ritroviamo con chi già sappiamo..grazie marino..

  15. Che vergogna, ieri mi son sentito mortificato e umiliato. Ma si può andare avanti così a napoli con tutti questi tifosi che siamo? E’ possibile che non si capisce che il male n°1 è MARINO e a seguire donadoni (che sta facendo cazzate pure lui adesso!!!). A napoli poi devono cacciare CANNAVARO, ARONICA, RINAUDO, GRAVA, PAZIENZA, RULLO, DE ZERBI, DENIS, PIA’ e cosi via. Ma lo capiscono o no???

  16. Secondo me può venire pure Capello ad allenare il Napoli e Messi a guidare l’attacco, la musica sarebbe sempre la stessa! Quando una squadra si comporta come ieri c’è un malessere alla base di tutto. La socetà non è sana e non da benessere a chi ci fa parte (squadra, allenatore), basti pensare che stiamo in silenzio stampa da quando è nata la Napoli Soccer, non conosco nemmeno la voce di alcuni giocatori, forse c’è la paura che fenga fuori chi sà quale intrallazzo!!! Poi a coronare il tutto c’è quel panzone di Marino che in 5 anni non è stato capace di costruire un gruppo (vedi genoa) ed a sprecato solo soldi! Vedete che vi dico, secondo me il chiattone fa trattative solo dove può farsi una bella cresta! Se i problemi non si risolvono alla base, tutti gli altri provvedimenti saranno inutili!

  17. Per favore, ricominciamo con il togliere dai pali quell’……………….. insignificante che è De Santis!!!
    Al suo posto il raccatapalle avrebbe fatto meglio.
    Abbiamo ancora Iezzo e allora perchè non utilizzarlo?
    Poi togliamo Donadoni dalla panchina e rimandiamolo a Bergamo….
    ………e già così i risultati saranno molto migliori

  18. Sono daccordo con te UNO DELUSO bisogna iniziare a protestare in maniera civile ma forte è arrivato il momento che ci diamo una svegliata anche noi perchè continuare a vedere questo scempio nn se ne può più e sopratutto vedere ancora donadoni e marino a napoli ci siamo stancati. Iniziamo a far capire a tutti i responsabili del napoli chi sono i tisofi napoletani

  19. io voglio dire solamente una cosa, il napoli x diventare forte deve cambiare tutta la sua organizzazione societaria! 1) togliere marino che a napoli nn ha fatto mai bene( xchè piazza troppo importante, x lui che è abituato ad altri tipi di ambienti calcistici) e prendere uno tra corvino e marotta, 2) ci vuole assieme al dg altri dirigenti che occupino propri incarichi e che diano ulteriori consigli al dg e al presidente,3) investire tantissimo nel settore giovanile ogni anno in maniera eccelsa, xchè sono il nostro futuro in tutto e xtutto,ed ingaggiare una serie di osservatori in tutta la regione e nel resto d’italia,4) valorizzare i calciatori bravi per raggiungere determinati obiettivi, x poi venderli(vedi la fiorentina) il napoli nn può permettersi attualmente di trattenere i bravi calciatori se nn lotta per grandi obiettivi, se nn quando avrà raggiunto realmente quegli stessi obiettivi,5) abbandonare in maniera netta il progetto che nn serve ad una piazza come napoli ma solo a provinciali, xchè fa si di rimanere sempre limitati societariamente in modo di nn comprare mai nel tempo grandi e veri campioni, aumentare il tetto ingaggi in maniera netta e lasciare i diritti d’immagine ai calciatori( il real può farlo xchè ha grandi campioni, e perlopiù prendono un mucchio di soldi a differenza dei nostri che ne prendono(se si può dire, xchè per noi semplici operai nn è) una miseria!! 6) ed ultima cosa vendere i calciatori che nn servono e fare una vera e propria rifondazione di squadra! solo così il napoli ed il napoli nel tempo potranno diventare grandi vermente!

  20. PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI ,preghiamo,San Gennaro che abbia la forza di andarsene con le sue gambe ,avrei fatto meglio io se l’allenassi sta squadra , visto che ormai ,in campo i giocatori non sanno cosa fare e sopratutto non sanno qual’è il propio ruolo.Mi chiedo se ad un allenatore cosi lo pagano anche??????

  21. Se l’avesse scelto Marino, avrebbe già fatto le valigie e tornato a casa. Considerato che l’ha scelto il presidente, se lo tiene e lo difende. Difende l’ormai indifendibile Donadoni, tecnico di scarso livello senza idee nè scemi nè identità.
    Mancini non è un fenomeno in panchina e prende sei milioni dall’Inter senza lavorare e non verrà certo da noi. Meglio Delio Rossi. Ha idee e carisma ed una buona organizzazione tattica. Fermo restando che la squadra è costruita malissimo. uno come Marino che spende 50 milioni di euro per mettere su una squadra incompleta deve fare le valigie insieme a Donadoni.

  22. a questo punto, contro il mio modo di pensare, ritengo che il cambio dell’allenatore sia indispensabile. Ritego altresi, come gia’ piu’ volre detto,
    che il Napoli si deve dare un SERIO assetto societario

  23. A questo punto penso sia un problema di coglionaggine. Non ci sono spiegazioni. Dela ha speso 50 milioni e, a meno che non è pazzo, l’unica ragione è che lui e Marino sono, scusate il termine, dei coglioni.
    Io da tifono veramente appassionato e fedele non posso fare niente se non mostrare il mio dissenso non guardando le partite finchè non emerge un po’ di dignità e la restituisca al popolo napoletano.

  24. Ragazzi, ma come fate a prendervela con DONADONI. Ma li avete visti i gol subiti dal Napoli in tutte le partite dall’inizio del campionato? I difensori del Napoli non sono tecnicamente all’altezza per una squadra di serie A. Sbagliano i tagli, non sanno fare il fuorigioco, sui calci piazzati non sono in grado di buttarla fuori. Poi si mettono pure i centrocampisti a complicare le cose. Boiacino che rimane immobile sul primo palo… Non ho idea. Donadoni non sarà certo il migliore allenatore della serie A ma la difesa del napoli è certamente la peggior difesa di questo campionato. Andate a scuola calcio!

  25. Purtroppo Donadoni non è un allenatore in grado di portare avanti una squadra come il Napoli.
    Dela sembra voler perseverare ma a mio avviso aspetta solo la pausa del campionato x spedire al mittente mister Donadoni.
    Spalletti lo vedrei bene.
    A gennaio bisogna categoricamente tornare sul mercato con almeno 3 nuovi innesti ma Marino deve occuparsi di altro…non di mercato

  26. Confermo, ancora una volta
    INCOMPETENTI
    era meglio la dirigenza dei periodi bui almeno cercavano in proporzione a ciò che si poteva fare di allestire con una certa serietà, questi sono incompetenti col portafoglio!!!!

  27. Ieri è stata un’altra di quelle classiche partite al meazza dove siamo andati con una paura addosso, con un tremolio da pecorelle, e ce ne siamo tornati con la coda tra le gambe bastonati e picchiati!!! Manco fossimo napoletani che ci dovremmo far rispettare dovunque andiamo. Persino a Chievo ci trattano male (ricordate l’anno scorso? e noi ….. niente!!!!!!)
    beeeehhhhhhhhhhhhhh

  28. PER GLI AMMINISTRATORI:

    Perchè avete cancellato il mio intervento???

    ADMIN: a quale ti riferisci? gli unici che non pubblichiamo sono quelli scritti in maiuscolo e quelli offensivi

  29. ragazzi leggete l’ intervista a Renica…le colpe nn le ha solo donadoni!!!
    nn si può far partire maicon da centro campo saltare 3 uomini come birilli e servire l’assist per milito…

  30. colpa di Donadoni:
    troppo pavido, ha insistito su un modulo tattico comunque inadeguato sia all’organico che al valore tecnico dei difensori
    colpa di Marino
    troppo presuntuoso, si è visto nelle trattative fallite di sarebbe servito come il pane a questa squadra (Dossena, Cruz, Ledesma)
    colpa di De Laurentiis
    troppo superficiale, non ha dotato una società con un fatturato così importante di una struttura completa e competente (il Napoli di oggi assomiglia a quelle vecchie aziende padronali in cui il titolare si presenta al lavoro quando vuole, fa un po’ di scena e poi si dilegua sparendo in una nuvola di polvere lasciando il lavoro sporco al collaboratore più fidato…)
    colpa dei giocatori
    troppo appiattiti su questa situazione, non mi sembra davvero che interessi non dico la maglia (non sono ingenuo) ma almeno la buona prosecuzione della propria carriera…
    colpa dei tifosi
    siamo troppo eccessivi, in un senso o in un altro, dobbiamo imparare a mettere meglio la pressione addosso a società, dirigenza, tecnico e squadra
    comunque io a questo punto non aspetterei oltre e congederei Donadoni, dando a Marino tempo fino a fine gennaio (chiusura del mercato invernale) per mettere una pezza alle ultime PESANTISSIME c…te fatte.
    al posto di Donadoni mi piacerebbe molto Delio Rossi, o in seconda battuta Zaccheroni….meno male che Conte è andato all’Atalanta…
    comunque stammc’ accort che pure con il Siena sarà durissima…

  31. FACCIAMO UNA COSA
    Prendiamo Mancini, Spalletti e Delio Rossi, tutti e tre, cosi vinciamo il campionato e l’anno dopo la Coppa dei campioni.
    MAGARI BASTASSE CAMBIARE ALLENATORE per trasformare 4 brocchi in campioni.

  32. MARINO & DONADONI andate via!!!!!! avete fatto flop entrambi !!! non e’ possibile che un BARI squadra di serie B prende un pareggio a MILANO e noi a subire una sconfitta IN SOLI 5 MINUTI DI GIOCO .

  33. credo non ci siano più dubbi…ogni minuto perso è sprecato.. e sono punti persi.Presidente De Laurentiis qui si rischia la B…non tentenni..non aspetti ancora..cambi allenatore subito…purtroppo Spalletti non può arrivare subito allora c’è Delio Rossi per un anno e poi Luciano…Spalletti..Solo così possiamo sperare quest’anno di fare un buon campionato e diventare fortissimi l’anno prossimo.
    Forza presidente! Forza Napoli…e’ un urlo che arriva dal Nord!!

  34. io vorrei mazzarri……..
    ……e marotta d.s.
    Marino in sede di mercato non è riuscito a prendere un trombettista per 10-12 milioni di euro se no la banda di musica che ha composto era perfetta!!!!

  35. Ma il Signor Marino dove è finito ?? ha solamente le pal… di parlare quando si vince !! è lui il maggior colpevole di questa situazione….nuovamente ha sbagliato campagna acquisti ( a parte Quagliarella e Campagnaro )…è lui che deve fare le valigie subito !!!!! ……ed ovviamente anche quel fallito di Donadoni !

  36. di sucuro nn sara’ un gran motivatore il nostro mister ,ma nn credo che le colpe siano solo le sue.
    Ma guardate bene in quale modo gioca questo napoli?
    io credo che la colpa principale e’ della dirigenza che hanno speso tanti soldi per acquistare gente che di qualita’ ne ha ben poca.
    Dovevamo mettere qualita’ in squadra ma tutto cio’ nn e’ stato fatto.
    donadoni ha chiesto vari calciatori questa estate. ma credetemi nn e’ stato per niente accontentato.tutti questi calciatori acquistati sono stati tutti frutti raccolti dal nostro DS.per nn parlare delle cessioni(nun me fa pensa’).

  37. Credo che a questo punto il cambio d’allenatore sia indispensabile.Donadoni non ha dato carattere a questo gruppo,non ha trovato le giuste soluzioni tattiche e continua ad andare in giro per l’italia a subire il gioco degli altri.
    Per non parlare del fatto che impostare ad inizio stagione,il vecchio 352 è stato un vero suicidio.
    Quale altro allenatore avrebbe impostato il modulo fallimentare di reja?Peraltro,con giocatori leggeri e non difensivi,non adatti a contenere,a filtrare e a proteggere la difesa?
    Anzi,mortificando le loro qualita?(Datolo,Cigarini,Maggio)
    Donadoni sei una brava persona ed un professionista serio,ma questo Napoli non fa per te.
    E qualcuno dica al geniale Marino che Mannini andava tenuto stretto,visto che ora fa le fortune degli altri,che una punta centrale o un altro trequartista(a seconda del modulo)erano indispensabili,che Ambrosini o qualcuno del genere,sarebbe stato indispensabile al posto del sopravvalutato gargano e che la sua difesa,oltre a non essere eccellente,subisce tanti gol proprio perchè la squadra costruita da lui non la protegge abbastanza e infine,che lavezzi e quagliarella stentano,proprio perchè non hanno il supporto della squadra.
    Il famoso gioco che non ha mai avuto,nè con reja,nè con Donadoni.
    Con la sola differenza che reja,adattava gli uomini che aveva e la squadra era abbastanza solida;Donadoni,adatta gli uomini ad un modulo non adatto a loro.
    Tutto ciò,con la regia del mitico direttore.
    Come dire,si stava meglio quando si stava peggio.

  38. Donadoni non è un tecnico da Napoli è stato voluto dal Presidente e lui adesso deve sconfessare la sua scelta ed esonerarlo, le colpe sono da condividere con Marino che gli ha consegnato una squadra incompleta, fragile e piena di doppioni.

  39. Ragazzi rassegnamoci .vengono a Napoli solo per soldi.poi l’ambienta.la
    città.la societa’ fanno il resto.Loro se ne fottono perche’ non ci amano
    ed a soffrire restiamo solo noi.

  40. ieri guardando la partita tra genova e juve non ho visto un giucatore che non abbia fatta il proprio dovere, tutti a dare il 100% delle loro possibilità, in questo mi vergogno da tifoso del napoli vedendo che non c’è ardore agonistico nei giocatori del napoli escluso solo quel’episodio di contini, questo riflette a mio parere non è altro che quello che l’allenatore sin da quest’estate continuava a dire bisogna star calmi, mentre facendo l’esempio del genova che l’allenatore bisogna fare pressing anche senza palla, tutto quì come si vuole che una squadra dia sempre il meglio se si dice di star calmi queasti sono insegnamenti che si fanno a scuola di calcio ma la realtà del calcio italiano e ben diversa tanta corsa e se serve anche qualche calcionen non si può far fare quasi tutto il campo a maicon senza che nessuno lo affronti con durezza e con contrasti al limite del regolamento, visto quello che è successo ieri tra juve e genova con questo dico che il bunismo nel calcio non esiste. Penso che la colpa sia per lo più di donadoni ma anche della società chye a dato via mannini che copriva la fascia sinistra senza un ricambio adeguato

  41. PER L’ADMIN:
    Mi riferivo al messaggio lasciato qui.Non credo di essere stato offensivo.Se non ricordo male avevo scritto che Donadoni è un bradipo della panchina.Poi, Zuniga è un oggetto misterioso e che le cessioni sono state sbagliate e che dovevano dimettersi Marino in quanto ha operato malissimo sul mercato,lasciando lacune e creando un vuoto in panchina per i rincalzi e Donadoni che non sa fare una sostituzione o dare un’ombra di gioco alla squadra.
    Presidente rimedi ai suoi errori: MANDI VIA MARINO E DONADONI !!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here