Il tapiro di Striscia agli azzurri!

9
41

La consegna ieri sera nel corso di una festa organizzata dall’azienda di abbigliamento Bonavita nel ristorante di Iezzo e Grava
Ieri sera il Napoli è stato ‘premiato’ con il tapiro di Striscia la notizia, per essere stato clamorosamente sciupone contro l’Udinese senza riuscire a vincere la partita. L’ambito premio televisivo è stato consegnato nel ristorante casertano Luanjez, di proprietà di Iezzo e Grava, nel corso di una serata organizzata dall’azienda di abbigliamento Bonavita (uno degli sponsor del Calcio Napoli) per la presentazione della nuova collezione autunno-inverno.
E’ stato Fabio Quagliarella a ritirare materialmente il tapiro, in rappresentanza di tutta la squadra che, in ogni caso, era presente al Luanjez al gran completo anche per festeggiare (con un giorno di ritardo per la concomitanza della partita) l’onomastico di Gennaro Iezzo. Oltre ai alciatori azzurri, hanno partecipato all’evento Fabrizio Corona, testimonial del marchio moda e tendenza giovanile Bonavita, gli inviati di Striscia la Notizia, tra cui Capitan Ventosa, e una lunga schiera di personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo.

Redazione NapoliSoccer.NET

9 Commenti

  1. Mamma mia, e che personaggi che girano intorno a questa squadra! Certo che pure il Presidente… tanto “solone” come disciplina, valori e professionalità nello spogliatoio e poi porta al San Paolo veline, attricette e “vip” e si fa rappresentare da un “testimonial” come Corona!!!!! Comincio a capire perché le cose non vanno tanto bene, mi sa…

  2. Dopo gli elicotteri anche i tapiri e Corona…………. sono proprio schifato.
    Avanti cosi’ non seguirò piu’ il calcio e sarà la mia salute a guadagnarci !!
    Ma cosa c’era da festeggiare il veleno che ogni settimana fate ingoiare a noi
    tifosi???
    Vi dovreste solo che vergognare

  3. Ma che c’entra corona con il Napoli, leggete bene prima di commentare inutilmente…
    Corona è il testimonial del Marchio Bonavita, mica del Napoli.
    Oppure secondo voi De Laurentis doveva imporre a Bonavita di non prendere Corona come sponsor, solo perchè poteva capitare in un ristorante con i calciatori del Napoli ??

    ogni scusa è buona x criticare….

  4. Ma come si fa poi a proclamare impegno e sacrificio nelle partite dopo questi avvenimenti? Poi Corona…… Mamma mia!!!! Cosa ci dobbiamo aspettare ancora? A due giorni dalla partita con l’Inter poi….Ragazzi non facciamoci illusioni ; questi se ne ”fottono” della nostra passione.

  5. Fabio, premesso che a me non me ne frega nulla se i calciatori del Napoli scopano con le veline o vanno a pesca con Corona… bado soltanto al campo!! Il mio intervento era volto a sottolineare queste costanti contraddizioni che si registrano intorno al Napoli e la dicotomia “uomo di cinema – presidente padrone” di De Laurentiis… capace di organizzare una megafesta in stile Hollywood per la presentazione del Napoli pensando a tutto meno che alla partecipazione dei tifosi! Oppure di tacere mezzo girone di ritorno per poi sbottare a giochi bell’e che fatti… Criticare o muovere degli appunti non vuol dire osteggiare o disprezzare… Amo molti aspetti del nostro presidente, altri invece mi lasciano perplesso… E in ogni caso non penso proprio che DeLa, nello scegliere Bonavita come “partner” non sapesse che Corona ne era “testimonial”, visto che è un personaggio di dominio pubblico… per carità, è una questione irrilevante… ma ca nisciun è fess!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here