De Canio: “Il ritorno ad alti livelli di Genoa e Napoli fa bene all’intero movimento calcistico”

0
17

L’attuale allenatore del Lecce, con trascorsi sia sulla panchina del Genoa che su quella del Napoli, tesse le lodi di entrambe le formazioni ma vede favoriti i ragazzi di Gasperini.

Un uomo serio e meticoloso, molto legato al proprio lavoro. Non sempre i risultati gli hanno dato ragione ma il lavoro e la professionalità di Gigi De Canio non è mai stata in discussione. Lo conoscono bene sia sulle rive del Bisagno sia all’ombra del Vesuvio. Esperienze diverse ma con parecchi punti di contatto, come ammette il diretto interessato in esclusiva a Pianetagenoa1893.net.

Domenica sera è in programma Genoa – Napoli: che tipo di partita prevede?
«Sicuramente lo spettacolo sarà assicurato. Si troveranno di fronte due grandi protagoniste del passato che si stanno organizzando per proporsi ad altissimi livelli anche nel calcio di oggi. Il ritorno di club così prestigiosi rappresenta un bene per l’intero movimento e costituisce il giusto premio per due tifoserie appassionate e calorose. La sfida, inoltre, sarà ancora più entusiasmante in virtù del rapporto speciale che unisce genoani e napoletani».

Chi vede favorito?
«Il Genoa possiede qualcosa in più e, soprattutto, ha avuto più tempo per apprendere e mettere in pratica i dettami di un tecnico bravo come Gian Piero Gasperini. I risultati centrati lo scorso anno rappresentano l’esempio più lampante. Il Napoli, invece, lavora con Donadoni da un periodo piuttosto breve e potrebbe essere ancora un po’ indietro».

Quale esperienza ricorda con maggiore piacere?
«Rispondo alla domanda con una frase eloquente: in entrambi i casi sono capitato nel posto giusto al momento sbagliato».

Quale delle due società ha operato meglio in sede di calcio mercato?
«Si sono comportate bene tutte e due. Il Genoa ha perso Milito e Thiago Motta ma l’identità di squadra è rimasta la stessa; inoltre gli acquisti compiuti garantiscono la massima affidabilità. In altre parole, nonostante la perdita dei due fuoriclasse, non credo che i rossoblù si siano indeboliti».

E’ rimasto più legato al Genoa o al Napoli?
«Mantengo ottimi rapporti con il presidente Preziosi e, ogni volta che ne ho l’opportunità, faccio il tifo per il Genoa, ma al Napoli mi lega un rapporto più stretto, dovuto anche ai migliori risultati ottenuti durante la mia permanenza. Aver salvato la compagine rossoblù in una situazione di grande difficoltà la reputo comunque una bella impresa».

Fonte: pianetagenoa1893.net

Condividi
Articolo precedenteProsegue la preparazione azzurra
Prossimo articoloGasperini: “Il Napoli ci dirà chi siamo”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LASCIA UN COMMENTO