Marino: “Datolo arriverà domani e partirà per Genova con la squadra”

1
73

A causa di un increscioso imprevisto, il centrocampista azzurro Jesus Datolo non è potuto partire per Roma come da programma e di conseguenza sarà a disposizione del tecnico Donadoni soltanto nella giornata di domani. Secondo quanto riferito dal dg partenopeo, Pierpaolo Marino, ai microfoni di Radio Marte: "Il problema sarà presto risolto. Datolo arriverà domani mattina a Napoli e partirà per Genova con il resto della squadra". Marino, nel corso dell’intervista ha rilasciato anche alcune dichiarazioni sul rendimento offerto dal giocatore argentino: "Non sono meravigliato del suo rendimento, Jesus in Argentina è considerato uno dei più forti nel suo ruolo, al Boca ancora lo rimpiangono. A Napoli ha avuto delle difficoltà e c’era molto scetticismo perchè nessuno considerava che aveva solo bisogno di ambientarsi, anche perchè è arrivato a campionato in corso. Credo che solo ora vedremo il vero Datolo. Ricordo che anche Lavezzi fu accolto con scetticismo ma fu fortunato esordendo con una tripletta. Lavezzi? Voglio bene a Lavezzi, mi ha dato tante soddisfazioni dal punto di vista professionale. Credo che l’epilogo giusto della vicenda dell’estate sia quello di comportarsi bene, di rendere per la maglia del Napoli e di rispettare una società che si è sempre comportata correttamente. Mi pare che Lavezzi lo stia facendo". Alle domande sul prossimo e difficile impegno di campionato contro il Genoa, in quel di Marassi, il dirigente partenopeo ha precisato: "Speriamo di venir via da Marassi con dei punti, l’anno scorso non meritavamo di perdere, Rubinho fece delle parate straordinarie. Bisogna invertire la tendenza, è dal giorno della promozione (10 giugno 2007 – NdR) che non facciamo punti contro il Genoa. Quest’anno, però, la presenza massiccia dei nostri tifosi ci aiuterà. Non firmerei per un pareggio". Ancora con uno sguardo al calciomercato, il dg analizza una voce di mercato di questi giorni: "Mi definiscono il re del mercato? Questa definizione non appartiene al mio personaggio. Sono un corridore solitario, lavoro per il Napoli e non lo faccio per primeggiare. Al mercato qualche volta si può fare un buon colpo, altre volte si può anche sbagliare qualcosa. Quest’anno abbiamo comprato dei buoni giocatori grazie al cospicuo investimento del presidente – ha detto il dg azzurro all’emittente campana – tuttavia le squadre si vedono sul campo. L’anno scorso tutti lodarono la nostra campagna acquisti e il Napoli è andato male, due anni fa quando nessuno lo avrebbe scommesso, abbiamo raggiunto l’Uefa. Ripeto, i conti si fanno con il campo. Nilmar al Napoli? Detto da Careca è un buon viatico per il giocatore ma noi lì davanti stiamo benissimo con Lavezzi, Hoffer e Quagliarella, senza dimenticare che Denis non ha ancora dimostrato tutto il suo valore". In ultimo, a conclusione dell’intervista, Marino spiega i motivi del silenzio stampa attuato, senza soluzione di continuità, dalla società: "Non è un metodo che amo ma non possiamo fare diversamente, a Napoli ci sono troppi media ed è dispersivo confrontarsi con tutti. Rispetto al passato poi sono cambiate tante cose, c’è troppo tendenza da parte di qualcuno all’ipercritica ed alle domande a sensazione. Stiamo cercando di impostare un giusto rapporto, di rispetto e di dialogo, fra informazione e società nella gestione della comunicazione.".

Redazione Napolisoccer.NET



1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here