Mondiali di Boxe: eliminato Clemente Russo

1
19

Finisce male lo show di Clemente Russo. Nella sfida degli ottavi, che gli avrebbe spianato la strada verso il podio mondiale di pugilato, il peso massimo di Marcianise abdica (7-5 ai punti) sotto i colpi del russo Egor Mekhontsev, e dice addio al sogno di confermarsi campione iridato.

Spumeggiante nei turni precedenti, sul ring del Forum di Assago (Milano), questa volta Russo s’impantana in maniera inattesa: resta a secco nel primo round (3-0), per tutto il match non trova varchi e, anzichè incitare il pubblico come nei giorni scorsi, è costretto a sbirciare l’angolo in cerca di aiuto. Ma i suggerimenti del ct Francesco Damiani non attecchiscono, l’azzurro è scarico mentre Mekhontsev tiene la guardia blindata e attacca con potenza e precisione. «Non so cosa mi sia capitato, il russo è stato più bravo, le sue tattiche hanno funzionato – allarga le braccia il casertano, comunque applaudito dal pubblico di Milano – Io però ho avuto un percorso più duro del suo, pur essendo testa di serie».

E il futuro? «Ora mi farò almeno un mese di vacanza e ci penserò a mente fresca», taglia corto Russo che a 27 anni contava di arrivare ai giochi di Londra del 2012. È un duro colpo per il ct Damiani, che si consola solo con la vittoria di Vincenzo Picardi: «È una garanzia», gongola, dopo aver visto il peso mosca battere il cinese Chao Li. Picardi, come Roberto Cammarelle e Domenico Valentino, domani si giocherà il passaggio in semifinale. Niente da fare invece per il piuma Alessio Di Savino e per il superleggero Dario Vangeli, entrambi sconfitti agli ottavi. Una dimostrazione per Damiani che a parte le punte di diamante, questa Nazionale è ancora acerba per le manifestazioni di primo livello.  

Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: La Stampa.It

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO