Davide Lippi: “Blasi e Mannini sarebbero rimasti volentieri al Napoli”

4
72

“Non rientravano più nei piani della società”
Il procuratore di Manuele Blasi e Daniele Mannini, Davide Lippi, intervenendo a “Radio Goal”, sulle frequenze di Kiss Kiss Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Abbiamo preso atto della situazione che Manuele non era così importante come prima al Napoli. Per società e tecnico il pensiero era diverso, se non sei più importante meglio cambiare aria ed andare in un club che ti corteggia con insistenza. Era un po’ nervoso perché magari non giocava più con continuità, ma a Napoli stava benissimo. Si sono create le condizioni per trasferirsi al Palermo, un club altrettanto importante. Il gelato proibito? La realtà è che il Napoli ha fatto la sua scelta, decidendo di cedere in prestito Manuele perché non credeva più in lui. Mannini? Anche Daniele, così come Blasi, sarebbe rimasto molto volentieri al Napoli. Secondo me è stato ceduto in maniera affrettata: pagato tanti soldi dal Napoli, ceduto a poco e soprattutto quando mancava ancora l’esterno sinistro. È chiaro che giocare alla Sampdoria nel suo ruolo, quello di esterno d’attacco, lo abbia reso indubbiamente felice. L’anno scorso ero molto felice di aver portato due calciatori molto importanti in azzurro per l’affetto che mi lega al Napoli, ora non vederne nessuno mi amareggia”.
Redazione NapoliSoccer.NET
 



4 Commenti

  1. una cosa non capisco ma come fa una società che punta all’europa non comprare un esterno sinistro e togliersi pure un centrocampista centrale senza trovare sostituti, spero solo che nessuno si fa ammonire e che nessuno si infortuna, cmq sempre forza napoli

  2. Dato per scontato che anche secondo me sono state due cessioni sbagliate,approfitto per dire una cosa a Lippi: MA SEI ANCORA IN ATTIVITA’ DOPO CALCIOPOLI?Hai una bella faccia simpatica,sai?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here