Reja: “Di giocatori come Blasi ce ne sono pochi”

8
27

Le convulse ultime ore di calciomercato hanno portato via da Napoli il centrocampista Manuele Blasi. A Palermo però in molti sono rimasti perplessi sull’acquisto di Blasi ma l’ex tecnico del Napoli Edy Reja, intervistato in esclusiva da Mediterraneaonline.it ha dichiarato: “Non vedo il motivo per cui a Palermo debbano essere scettici per l’acquisto di Blasi, giocatori come lui ce ne sono pochi per quanto riguarda l’aggressività e la capacità di farsi sentire a centrocampo. Un calciatore che ha giocato in Fiorentina, Juventus e Napoli non si può certo mettere in discussione. Blasi ha tanta grinta, anzi bisogna fermarlo perchè ne ha troppa – sorride il tecnico friulano – Quello che posso dire è che i rosanero hanno fatto un grande acquisto”.

Da qualche giorno lei è il tecnico dell’Hajduk Spalato, un breve bilancio di questa sua nuova esperienza?
“Sono qui da dieci giorni e non posso dire che bene di tutto ciò che ho trovato. Sono in una società blasonata con ambizioni. Il prossimo anno ci sarà il centenario, quest’anno vogliamo fare bene, ma il prossimo anno l’obiettivo sarà vincere lo scudetto, è un’ambizione della società e anche mia”.

Redazione NapoliSoccer.NET – Intervista realizzata da Mediterraneaonline.it

 

8 Commenti

  1. mio caro Reja,
    ti stimo molto sia come uomo che come tecnico,
    ma permettimi di dissentire da questa tua valutazione, forse di facciata.
    Blasi poteva andar bene, anzi benissimo, nella squadra che conducevi tu e che aveva minor ambizioni, oggi fortunatamente non e’ piu’ cosi

  2. Mi dite voi cosa ce ne facevamo di un centrocampista che non sà calciare una punizione, non un calcio d’angolo, fà un misero goal in due stagioni, non sà lanciare gli attaccanti, getta alle ortiche sistematicamente tutti i palloni che conquista, si fà ammonire tutte le partite se non espellere… insomma non capisco cosa stiate quì a rimpiangere.
    Piuttosto, dobbiamo insistere e chiedere alla società di prendere un centrale di difesa al posto di Cannavaro, per il quale vale lo stesso discorso di cui sopra : se esce in anticipo commette fallo a limite dell’aria, se viene attaccato nell’uno contro uno indietreggia fin dentro l’aria di rigore e poi viene sistematicamente messo a sedere da una finta, in serie A non è capace di segnare un goal di testa, non fà un lancio decente, non è utile ai centrocampisti nella fase di impostazione del gioco (al più fà la sponda). Non pensate che dopo Blasi sia arrivato anche il momento di Cannavaro?

  3. il mister avrebbe smesso se nn fosse stato esonerato !e poi il fatto grave x me e’ ke un giocatore di spessore come Blasi sia andato via solo in prestito e senza essere sostutiito per di piu !

  4. Allora giusto per completare il discorso, anche due paroline sul “competente” caro mr. Reia.
    “<< La situazione contrattuale disastrosa dei vari giocatori in esubero non è colpa della dirigenza ma del “tecnico” Reia, metto tecnico tra virgolette perchè un allenatore che gioca il 5 – 3 – 1 con due interditori puri a centrocampo per cui diventa un 7 – 1 – 2, che all’occorrenza con le famose sostituzioni di Hamsik si trasformava in 8 – 0 – 2, con sistematico lancio sbagliato di Cannavaro o Contini, lunghe corse di Lavezzi a rincorrere palloni fuori misura…. insomma una tragedia della quale fortunatamente ci siamo liberati con la venuta di Donandoni…
    – Dicevo dei contratti onerosi… Ecco il vostro genio Reia per salire dalla C alla A si è fatto comprare i migliori giocatori in circolazione per sopperire a un gioco che non riesce a dare alle squadre che allena, allena? (se fare il torello a Castel Volturno è allenare allora io vado a fare il ct della nazionale), comunque a parte brevi puntualizzazioni… dicevo Reia si è fatto comprare una portaerei per fare una battaglia contro un pedalò, aveva una squadra di A tipo Siena, per vincere i campionati di C e B.
    Una volta arrivati in serie A al napoli e i napoletani però non andava bene avere una squadra tipo il Siena in serie A, allora sono cominciati i guai: dovevamo rinforzare la squadra ma dovevamo anche vendere… quelli che avevamo già erano calciatori discreti con ingaggi onerosissimi per essere scesi di una categoria o due a giocare per il Napoli, quindi invendibili a una società di B o C ma finanche di A come appunto un Siena che non dispone di un De Laurentis…

    ECCO IL GENIO REIA!!!!

  5. e’ vero che non e’ colosso tecnicamente, ma visto che non ci sono stati rincalzi al suo posto , forse non era meglio tenercelo ? anche perche’ negli anni precedenti il ragazzo ha fatto tante prestazioni dove ci ha messo davvero il cuore.
    per me e’ un ottimo interditore!!!

  6. pensavo Edy fosse una persona seria ma a questo punto devo credere che ti abbia profanato qualche familiare visto che utilizzi un astio fine a se stesso 🙂

    il tuo sfoggio eruditivo è quello di qualcuno che probabilmente non ha mai sentito l’odore di un campo di calcio ma che ha forse solo letto qualche opuscolo. sembri capire davvero poco di schemi…

LASCIA UN COMMENTO