Giuffrè (Questore di Napoli): “A Palermo i tifosi napoletani si sono comportati molto bene”

0
51

“Di questo passo entro due anni allontaneremo anche noi la Polizia dal San Paolo”
“La tessera del tifoso è uno strumento utile”

Il Questore di Napoli, Santi Giuffrè è intervenuto a Marte Sport Live su Radio Marte commentando l’iniziativa del Questore Tagliente, che a Firenze ha completamente allontanato le forze di polizia dallo stadio in occasione di alcune partite di campionato e della sfida di Champions della Fiorentina con lo Sporting Lisbona.
“E’ una inziativa in linea con le idee dell’Osservatorio – ha detto il Questore di Napoli all’emittente campana – che già da anni sostiene che le forze di polizia debbano lavorare all’esterno dello stadio. Firenze ha fatto di più, le ha proprio portate lontano dallo stadio in occasione delle partite. Va fatto un plauso al collega Tagliente per la sua iniziativa, anche se il provvedimento si inquadra in un contesto più semplice di quello napoletano. Il tifo fiorentino è certamente tra i più caldi d’Italia ma è meno numeroso di quello partenopeo. In ogni caso è un esperimento che va portato anche altrove e anche noi siamo interessati a questa formula. A Napoli, obiettivamente, è più difficile far scomparire completamente la polizia in occasione delle partite, ma entro due anni ci arriveremo anche noi. Il nostro intendimento è raggiungere gli standard di Firenze entro due, tre anni; dobbiamo farlo perché altrimenti Napoli sarà fuori da certi giochi europei. Non c’è più una via di mezzo, lo devono capire anche le frange estremiste del tifo”.
A proposito di tifosi, come si sono comportati i napoletani in trasferta a Palermo?
“Bene, molto bene – ha ammesso Giuffrè – c’è da dire che tra le tifoserie di Napoli e Palermo non c’è rivalità e questo ha agevolato le cose, tuttavia al di là di un episodio di rapina nei pressi di Reggio Calabria con tre persone arrestate, non c’è stato nessun problema. Continuando così, se onoriamo il credito dato dall’Osservatorio ai tifosi napoletani, potremo anche noi arrivare presto a togliere i poliziotti dallo stadio San Paolo. La tessera del tifoso? Noi siamo convinti che sia un passo avanti; non vedo perché a fronte di quei pochi che non la vogliono, che non costituiscono la parte sana delle tifoserie, non debbano essere agevolati tutti gli altri. Io credo che i tifosi corretti meritino di andare in trasferta come e quando vogliono con la loro brava tessera in tasca. De Laurentiis? Lo conosco, certo. Ci siamo incontrati anche recentemente per fare una messa a punto delle sue aspettative e per dargli dei consigli tecnici per migliorare la gestione dell’afflusso allo stadio. Alcuni suggerimenti li ha condivisi, altri un po’ meno. Nel discorso stadio entra in gioco inevitabilmente anche il Comune di Napoli – ha concluso – ma il San Paolo resta la questione di partenza: è un impianto poco sicuro e pieno di problemi”.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here