Corbo (giornalista): “Napoli, casse bucate e sconfitte”

16
40

Il mercato estivo è in procinto di chiudere i battenti. E’ in questa fase che aumentano vertiginosamente gli acquisti e le cessioni effettuate dai club italiani e proprio per questo motivo che, dalle pagine sportive de "la Repubblica" giunge un duro monito alla società azzurra, scritto e firmato dal rinomato giornalista Antonio Corbo. Eccovi uno stralcio dell’editoriale apparso stamane sulle pagine dell’edizione regionale del quotidiano. "In un calcio indebitato ma finalmente più saggio, con Milan ed Inter che cedono persino Kakà ed Ibra per fare cassa, il Napoli è in controtendenza. Non bada a cifre: spende molto, spreca troppo. Donadoni insiste per avere un esterno sinistro. In quel ruolo giocava Mannini pagato 7,8 milioni nel Gennaio 2008. E’ stato lasciato partire per 3 (comproprietà) per Campagnaro quotato 7. Vitale, stesso ruolo, unico giovane del vivaio, ormai rodato in serie A, è in prestito al Livorno. Soldi persi oggi e domani. Come Navarro. Pagato 4 milioni e rispedito al River Plate. Per non parlare di Santacroce, pagato 6,5 milioni un anno fa, apparso in nazionale, ed ora è sottovalutato e si lamenta. Poi c’è Aronica, pagato tanto dalla Reggina e Rinaudo. Il miglior saltatore del Napoli, sfilato al Palermo per 6,3 milioni. Ma neanche Rinaudo ha spazio e il Bari fiuta l’affare: costo zero e contributo sull’ingaggio. E Blasi? Marcisce in tribuna. Era destinato con Pazienza (costato sei milioni) al Bologna: ma per il belga Mudingayi (somiglia a Pelè, ma non è neanche un suo pronipote) il Napoli dovrebbe inviare anche un pacco di euro. Se è una speranza di ribasso- continua il giornalista- per tutti, come le slot-machine, perchè il club non abbassa almeno i prezzi di biglietti e abbonamenti? Vi sono stati finora buoni colpi di mercato ma anche errori, supervalutazioni, superficialità. Il sospetto è che il Napoli continui a sprecare. Non convince Donadoni quando chiede di ridurre la rosa: meglio avere giocatori in più che regalarli. Lo stesso mister, ha ottenuto da De Laurentiis l’ingaggio di uno staff smisurato. Il vice, due preparatori, un altro per i portieri, anche il "tattico". Un numero di consulenti che fa arrossire anche la Regione Campania. Inquietante, infine, il silenzio di Pierpaolo Marino, Si è defilato. Lascia il palco a Donadoni e De Laurentiis, uno chiede rinforzi e l’altro li concede".
Josi Gerardo Della Ragione – Fonte: La Repubblica

16 Commenti

  1. premetto che non ho ancora letto l’articolo del bravissimo corbo, ma a quanto sembra lo stralcio rappresenta anche il nocciolo della questione.
    sono un tifoso del napoli ma anche un lavoratore dipendente che ha che fare con il mercato, non quello dei calciatori ma la sostanza non cambia. Il mio commento consta di quattro semplici osservazioni:
    1) concordo quando si dice che aurelio de laurentiis e pierpaolo marino abbiano commesso degli errori; ma chi è che non li fa?
    2) se si vuole sostenere che a.d. e p.m. abbiano sopravvalutato alcuni calciatori bisogna anche sottolineare che gli stessi hanno comprato gente come hamsik, lavezzi, gargano, maggio, contini, e santacroce che tutti insieme valgono ben oltre 100 milioni di euro.
    3) tra il calcio mercato 2008 e quello 2009 c’è di mezzo la più grave crisi economica finanziaria dopo quella del 1929. I valori pagari dal napoli a gennaio 2008 e a luglio – agosto 2008 non possono essere paragonati a quelli attuali. faccio un esempio vicino al mio lavoro: a luglio 2008 1 barile di petrolio costava 150,00 $ mentre ora solo 70 $. quindi se il napoli avesse dovuto comprare cigarini l’anno scorso invece di 12 mln doveva spendere 18 – 20 mln. la crisi ha quasi dimezzato tutte le valutazioni.
    4) l’obiettivo di aurelio de laurentiis a mio giudizio con il napoli non è vivacchiare a metà classifica ma arrivare a vincere trofei che contano e per fare ciò bisogna osare, e lui lo sta facendo con grande coraggio e spirito imprenditoriale.
    angelo andretta

  2. non si possono fare questi articoli, troppo facile gridare allo sperpero.
    Navarro: il napoli aveva estremo bisogno di un estremo difensore con cui sostituire Iezzo -e fortunatamente sti 4 milioni sono stati SPRECATI, come dice lui-.
    Blasi: vorrei dire, ha giocato un bel pò, non vedo perchè ora il suo cartellino debba valere meno, dove sarebbe lo spreco?
    Aronica e Rinaudo: bè, qui un pò di ragione la ha, soprattutto su Rinaudo, Aronica è stato impiegato un pò almeno.
    Pazienza: serviva il vice Blasi, dato che aveva il vizietto di fare come i pastori tedeschi coi postini, e chi si sarebbe potuto prendere? Se si voleva spendere poco e avere un giocatore povero, tanto valeva far giocare Montervino.
    Il discordo su Santacroce poi lascia il tempo che trova.

  3. Egregio Sig. Corbo, le faccio i mei più sentiti e sinceri complimenti per quest’articolo. Lei mi trova pienamente d’accordo in tutto e su tutto. Non vorrei mettere in dubbio le capacità di Marino, perchè non ne sono all’altezza, ma secondo me ha comprato dei giocatori a prezzi esagerati, e gli stessi giocatori li ha poi regalati. E poi è possibile che il Sig. Marino sappia solo comprare e non sappia vendere, è possibile che sappia solo dare in prestito? E poi come si fa a vendere Mannini che era l’unico che correva su quella fascia? E Vitale che era un giovane promettente? secondo me ha fatto bene ad andare a Livorno. E Santacroce perchè non gioca visto che secondo me è uno dei difensori italiani più promettenti? E Zuniga perchè gioca a sinistra? visto che insieme a Maggio si possono dare il cambio sulla fascia destra, mentre uno attacca l’altro difende. Perchè Donadoni si ostina a giocare con il 3-5-2, non sarebbe meglio giocare con il 4-3-1- 2, per dare anche la possibilità a Datolo di mettere in risalto le sue capacità, visto che secondo me è molto bravo e merita solo fiducia. Secondo me se il Napoli compra De Ceglie dovrebbe giocare con questa squadra. De Sanctis – Zuniga (destra) – Santacroce e Campagnaro (Centrali) – De Ceglie (sinistra) – Maggio (destra) Gargano – Datolo (sinistra) – Hamsik – Lavezzi e Quagliarella.
    Via alle cessioni di Aronica, Rinaudo e Pazienza che sono dei gran bidoni e scarsoni. Via a malincuore Blasi, Rullo e Pià.

  4. Manniniè stato cambiato con Campagnaro che è la nostra sicurezza in difesa ormai.Vitale è meglio che faccia un po di esperienza…un anno di prestito (ma anche di più) non potrà fargli che bene dato il suo ritorno in patria assai SICURO. Navarro ormai non aveva più spazio con de sanctis e iezzo (che rimane un buon portiere) poi sarebbe stato sprecato far fare il terzo a un portiere giovane, glli avremmo solo rovinato la carriera. Santacroce si dovrebbe far giocare nella difesa a 4(modulo che deve essere ben lavorato)Rinaudo la stessa cosa di santacroce Blasi ormai ha poco spazio nella rosa e si dovrebbe accontentare di uno spazio in panchina…Pazienza è stato un grande pacco… almeno si poteva rimediare con..Mudingayi..Marino c’ha messo del suo ed è da ignoranti dire che lascia il palco a dela e donadoni…
    ECCOTI SPIEGATO QUASI TUTTO DELLE COSE CHE HAI DETTO…-.-

  5. di tutte queste persone che escono nei momenti di difficoltà solo per criticare non se ne può più.
    ma l’emerito giornalista corbo, dov’era quando l’anno scorso eravamo tra i primi posti in classifica e tutti parlavano di champions?
    se è così in gamba perchè queste critiche non le ha fatte allora?

  6. il post di Salvatore non fa una grinza.Siamo sempre alle solite : i giudizi sono dati in base al risultato delle partite. Mi dispiace che un giornalista esperto e navigato come Corbo si adegui, e invece non analizza quanto di buono si è visto a Palermo. Ma spiegatemi un attimo: ma da quand’è che non si vedeva il Napoli andare in trasferta, chiudere nella meta-campo i padroni di casa, e soprattuto GIOCARE BENE al CALCIO!!!! è questo che mi interessa, degli sperperi non me ne frega niente.

  7. rino nella tua formazione manca cigarini che e` l’investimento piu` oneroso dopo Quagliarella di questa squadra del ciclo De Laurentis.Comunque va bene il 4-3-1-2 che poi e` un 4-4-2 o il 4-2-3-1 basta che si mettano indietro in 4 fa niente se non gioca una volta maggio o una volta datolo o si fanno cambi durante la partita. Il problema del 3-5-2 non si risolverebbe neanche con l’arrivo di De Cegli anzi arriverebbe proprio per rafforzarlo questo modulo in quanto De Ceglie non e` un terzino ma un un esterno che puo giocare mediano dunque in una linea a 4 verrebbe adattato. Il nostro vero problema e` che non si vuole rinunciare a 2 mediani e Cannavaro centrale con un solo altro centrale fa troppa paura.

  8. Sono in perfetto accordo con quanto scritto da Salvatore. E’ facile criticare dell’operato altrui quando piove Non ci voleva il giornalista criticone apriori vsto da quali colonne viene l’articolo)per accorgersi degli errori commessi dal duo Marino DeLaurentis,m a queste persone bisogna anche riconoscerne i meriti che sono tanti senza star qui a elencarli poi se dopo una sconfitta si comincia a buttarsi la croce addosso….In certi momenti bisogna stringersi tutti insieme per superare la pioggia e se poi diventasse bufera che succede andiamo a tirar fuori gli sheletri di quando c’era ACHILLE LAURO ?FORZA NAPOLI SEMPRE

  9. Dopo una solapartita persa piu’ per sfortuna che per demerito arrivano i Corbo
    (o sarebbe meglio dire i corvi).D’ove era Corbo quando tutti lo scorso anno
    chiedevano al presidente di tirare fuori i soldi per il salto di qualità? ed
    ora che lo ha fatto lo critichiamo………ci sarebbe veramente di che inc……rsi.

  10. Ritengo che tra i commenti, quello di Rino sia stato il più calzante, in effetti la miglior formazione è proprio il 4-3-1-2 ma mi permetto di aggiungere qualche altra piccola modifica usando i giocatori che già ci sono in rosa.

    De Sanctis – Zuniga (destra) – Santacroce e Campagnaro (Centrali) – Contini (sinistra) – Maggio (destra) Gargano – Cigarini (sinistra) – Hamsik/Datolo – Lavezzi e Quagliarella.

    In caso di svantaggio farei entrare immediatamente 1 tra Hoffer e Denis sostituendo Gargano o Cigarini (peccato non avere un allenatore coraggioso “vedi inter”.
    Terrei in panchina Iezzo, Rinaudo, Rullo,Blasi, Datolo,Hoffer,Denis.

    Via alle cessioni di Aronica e Pazienza Pià.

  11. ragazzi guardiamo avanti nel bene,e nel male evitiamo icommenti ,può sembrare strano a qualcuno ma più se ne parla e più si mette enegia negativa la si porta a casa con gli amici quando se ne parla, quando andiamo allo stadio ,e la si trasferisce anche in campo ai giocatori ,e tutto l’ ambiente, ….!!! se qualcuno ha da commentare dopo la partita col palermo che non ne ricordo cosi belle –dalla C alla A — ,,,,!!!, vuol dire solo una cosa che ci piace darci adosso probabilmente si prova goduria ….!!. parliamo delle cose solo ed escusivamente positive, positive,positive,positive,positive,positive,positive…..!!!!!

  12. Tutti certamente ricordiamo che anche lo scorso anno,all’inizio,raccogliavamo complimenti per il gioco definito dai piu’ “il migliore del campionato”;poi si e’ visto come siamo finiti. Io,piuttosto,non capisco perche’ il sig. Donadoni,ai tempi della nazionale ed ora alla guida del Napoli,si sia sempre adattato agli schemi di gioco dei suoi rispettivi precedessori,senza dare una personale impronta di gioco alla squadra.Nello specifico ora il Napoli si trova a giocare allo stesso modo dell’anno scorso,piu’ o meno con gli stessi interpreti e,quindi,con una difesa a tre che non va e con un centrocampo a 5 che prevede due esterni che dovrebbero finalizzare il loro gioco con dei cross per una punta di peso ed abile di testa che non puo’ essere,a mio avviso,il pur bravissimo Quagliarella.Saluti.

  13. ma per piacere……sempre da lamentarsi. quello ke contava era la campagnia acquisti ed è stata fatta se servisse un laterale sinistro c’è sempre gennaio a parte ke il calciomercato è sempre aperto. x gli errori dell campionato scorso mettiamoci una pietra sopra e guardiamo avanti……forza napoli

LASCIA UN COMMENTO