Bruscolotti: “Napoli e Palermo saranno protagoniste in campionato”

0
73

In esclusiva ai microfoni di mediterraneonline.it, l’ex bandiera del Napoli, Giuseppe Bruscolotti, ha presentato la gara di domenica prossima che i partenopei giocheranno al Renzo Barbera di Palermo per la prima giornata di campionato: “Sono due squadre che saranno protagoniste in campionato perchè hanno un organico molto competitivo. Sarà una gara importante, c’è modo di misurarsi subito per verificare le potenzialità, anche se magari, essendo la prima giornata, la condizione fisica non è al meglio”.

Palermo e Napoli sognano l’accesso in Champions League, è un traguardo perseguibile?

“Il Napoli ha cambiato molto, quindi ha rinforzato la squadra con l’obiettivo di limare i difetti dell’anno scorso. Ci sono tanti giovani che secondo me saranno protagonisti. Comunque dirlo adesso è azzardato, bisogna vedere quello che riserva il campionato: ci potrebbe essere una debacle di qualcuno oppure appunto l’exploit di Palermo o Napoli”.

Che ne pensa del Palermo 2009/2010?
“L’intelaiatura è la stessa, il Palermo ha cambiato il tecnico, Zenga è uno preparato che vuole vincere, quindi i rosanero potranno fare un ottimo campionato. Zenga adesso ha qualcosa in più rispetto all’anno scorso, bisogna vedere alla fine ciò che riuscirà a fare perchè all’inizio è tutto molto bello, poi il campionato riserva anche sorprese”.

Giorni fa il presidente De Laurentiis ha punzecchiato il tecnico. Quanto è utile a pochi giorni dall’inizio del campionato?
“Il rapporto De Laurentiis – Donadoni, un po’ potrebbe ricordare quello tra Zamparini e Guidolin: i presidenti ora mettono il naso anche negli aspetti tecnici, partecipano molto, anche se bisogna stare attenti, perchè la parte tecnica bisogna lasciarla a chi è competente. Donadoni viene da un momento di pausa, è una prova, si è rimesso in gioco e bisognerà vedere ciò che riuscirà a fare”.

Che idea si è fatto sulle esternazioni del presidente De Laurentiis sul caso Lavezzi?
“Il modo non è stato dei migliori, perchè è un patrimonio della società quindi nel dare giudizi bisogna essere cauti. De Laurentiis e Zamparini sono un po’ simili anche se il patron rosanero è molto più vulcanico ed esplode subito quando c’è qualcosa che non va (sorride,ndr)”.

Redazione NapoliSoccer.NET (intervista di mediterraneonline.it)



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here