Savini: “Le squadre sono in rodaggio, prevedo un pareggio”

1
79

L’ex calciatore del Napoli e del Palermo, Mirko Savini, in un’intervista rilasciata ai microfoni di Mediterraneonline ha analizzato la prima gara di campionato che vedrà contrapposte le sue ultime due squadra: Napoli e Palermo. Di seguito le dichiarazioni rese dal difensore, attualmente in forza al Paok Salonicco, sintetizzate per i propri lettori da Napolisoccer.NET.

Palermo – Napoli, non poteva esserci inizio più scoppiettante…
Si, dispiace che sia la prima perchè ancora le squadre sono in rodaggio, si affrontano due squadre che in campionato faranno bene: il Napoli si è rinforzato moltissimo, il Palermo l’anno scorso ha fatto un bel campionato e per questa stagione ha mantenuto più o meno la squadra dell’anno scorso e questo favorirà l’intesa”.

Il Palermo è ancora alla ricerca di un vice Balzaretti, come mai non sei rimasto in rosanero?
E’ stata una della società, da quello che ho letto la dirigenza rosanero è alla ricerca di un giovane che possa crescere alle spalle di Federico. Io ho 30 anni e penso che il motivo principale sia stato questo”.

Sei un doppio ex della partita, per chi parteggi nell’occasione?
A Napoli ho passato tre anni molto belli, anche gli ultimi sei mesi li cancello perchè sono rimasto deluso da alcune persone. A Palermo sono stato sei mesi da Dio, spero che sia una bella partita e che vinca il migliore, non tiferò per nessuno”.

Walter Zenga il giorno in cui si è presentato ha parlato di obiettivo scudetto, a quale traguardo può ambire secondo te il Palermo?
Ho letto qualcosa, lui vuole il massimo dai suoi giocatori, ha sottolineato che l’importante è non illudere nessuno ma cercare di trarre il massimo. Approvo le sue dichiarazioni. Il Palermo già l’anno scorso ha fatto bene, per quest’anno ci sono le solite quattro squadre e poi lo stesso Palermo, il Napoli, il Genoa e la Sampdoria che se la giocano per l’Europa League anche se, chi lo sa… Come l’anno scorso potrebbe esserci l’outsider di turno, spero sia una tra Palermo e Napoli”.

Tu hai vissuto sia l’ambiente di Napoli che di Palermo, entrambe piazze del Sud molto calde. Che differenze hai trovato?
Palermo non sembra una piazza del Sud, è calda e la gente vuole bene alla squadra però ti fa vivere tranquillo fuori dal campo, a Napoli questo non si verificava, a livello di vita privata non ti permetteva di stare bene come a Palermo. A Palermo ho vissuto davvero sei mesi bellissimi, lo dico dal profondo del cuore, mi sono trovato benissimo, allo stadio la gente ti è sempre vicina ed in più c’è una società organizzatissima. In Sicilia ci sono i presupposti per fare il calciatore al 100% sotto tutti i punti di vista, anche perchè il giocatore vive tranquillo, oltre al fatto che la società è molto organizzata. C’è tutto per fare bene, davvero”.

Un pronostico sulla gara di domenica?
“Spero che sia una bella partita, che vinca il migliore e se proprio devo pronosticare dico X”.

Redazione Napolisoccer.NET – Fonte: mediterraneonline.it

Condividi
Articolo precedenteAuguri di buon compleanno ad Emanuele Blasi
Prossimo articoloNapoli e Sky rinnovano accordo
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here