Mazzarri al Corriere dello Sport: “Scudetto? Può succedere di tutto”

1
27

mazzarri-EL--16-02-11

 

"La Juve è la favorita, perchè non ha le coppe"
Il tecnico del Napoli Walter Mazzarri, ospite della redazione del Corriere dello Sport, ha rilasciato una lunga intervista della quale vi riportiamo i passaggi salienti:
Lo 0-3 di Milano è la vittoria più autorevo­le? Le ha dato noia quello che è successo do­po con le polemiche sull’arbitraggio?
"Il giorno dopo mi sono riviste le immagini della partita. Prima del rigore c’è stato un fallo su Pandev, quello era rigore, vuol dire che il Napoli aveva creato presupposti per passare in vantaggio. L’ammonizione di Obi non c’era, ma precedentemente su Maggio c’era un fallo netto, si vede l’arbitro che si avvicina a Obi e lo perdona, dicendogli che alla prossima lo avrebbe ammonito, quindi era già un vantaggio dato all’Inter" 

Il rigore su Maggio?
"Intanto era comunque un’azione pericolo­sa, io ancora vedo che il piede d’appoggio è fuori, ma mezzo busto è a cavallo della linea. Ammesso che non sia dentro, ma al massi­mo si poteva dire che l’ammonizione su Obi c’era, e quindi l’espulsione, e anche se non fosse stato rigore, ti dà una punizione e co­munque con un uomo in più la partita, tolto il rigore, è finita due a zero. Noi abbiamo battuto l’Inter con il gioco, poi si sa che gli episodi aprono e chiudono una partita. Si pe­nalizza una squadra che ha fatto un grande gioco, noi siamo andati in difficoltà su tre ti­ri, di cui due avevamo giocatori in terra e i nerazzurri non si sono fermati…".

La squadra da battere?
"Noi, Inter, Milan facciamo la Champions. Portano via otto-dieci punti. Buffon che è un ragazzo intelligente, dice che il Napoli gli piace ma fa la Champions. E non sottovalu­terei la Roma, è un grande club, sta comin­ciando a giocare come vuole il suo allenato­re".

Che cosa sta portando di nuovo il tecnico spagnolo?
"Si vede il palleggio, la cultura del gioco, il fraseggio non è detto che piaccia più della verticalizzazione, poi bisogna vedere dai ri­sultati. Hanno bisogno di tempo, hanno rin­novato molto. Anche la Lazio è una grande squadra, è in Europa League, come logica farà come abbiamo fatto noi l’anno scorso".

Può lottare per lo scudetto?
"Può succedere di tutto".

Ma qual è la favorita?
"La Juve, perché non ha le coppe. Io se al­leno tutta la settimana posso incidere di più sui giocatori".

Lei dice che l’obiettivo è la continuità, dun­que bisogna arrivare almeno tra i primi tre, visto il terzo posto dell’anno scorso.
"Mi dà la penna per favore? (comincia a scrivere sulla prima pagina del giornale, ndr), Juve, Milan, Inter, Roma, Lazio, noi, la Fiorentina, sì anche la Fiorentina. L'ho guardata, è forte. Poi dipende sem­pre dalla griglia. In Champions siamo quarta fascia, se passassimo il girone sa­rebbe bellissimo. Poi, certo, cercheremo di andare avanti il più possibile, ma que­sto non vuol dire che lo faremo. Il Bayern è fuori categoria, la corsa è sul Manche­ster City".

Un pari con il Bayern?
"Io non gioco mai per il pareggio".

 

 

Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Corriere dello Sport, l'intera intervista esclusiva sull'edizione odierna del Corriere dello Sport -Stadio

1 COMMENTO

  1. Un X con il Bayern…io ci metterei la firma…sia in casa che a Monaco. Poi bisogna giocarsi le ultime 2 con il Man e il Villareal. Secondo me 2 punti nelle partite con il Bayern (con la speranza di 2 pareggi anche tra le altre 2) vorrebbe dire avere un buon vantaggio…staremo a vedere.

LASCIA UN COMMENTO