Disordine pubblico

16
21

Non so di chi è la colpa, ma quello che si è visto fuori dai cancelli del San Paolo dovrebbe essere materia di licenziamento in tronco. 40mila persone costrette a passare per poche sadiche strettoie nella vana speranza di mettere piede nello stadio. Situazione pericolosa oltre che fastidiosa, un trattamento da animali (al cui benessere ora pensano addirittura copiosi regolamenti europei), una festa popolare diventata un infausto spot contro il calcio partenopeo. Chi, avendo fatto l’esperienza di ieri, avrà il coraggio di comprare il biglietto per una delle prossime partite? Donne, bambini e intere famiglie mandate allo sbaraglio nelle grinfie di una “sicurezza” anti-hoolingan, che avrebbe bisogno di attenti organizzatori più che di ottusi e superficiali esecutori.

Ma com’è possibile che ogni striminzito varco debba accogliere migliaia di persone? Perché non sono stati aperti più varchi? Come si fa a non capire che là fuori, davanti ai cancelli, sta succedendo il finimondo, con persone prossime a svenire, bambini impauriti, donne incinte pressate? Come si fa, una volta fatto il guaio di un piano del tutto inefficiente, a non aprire tutto e ad ammettere la propria incapacità a gestire la situazione? Perché si è pensato di farlo solo a partita iniziata? Possibile che nessuno, tra forze dell’ordine e management della società, si sia reso conto della situazione?
Ma superiamo pure il concetto dell’ordine pubblico e della pericolosità di certe situazioni. Fosse anche per un fatto di semplice civiltà, quello che è accaduto ieri dovrebbe stare in cima ai pensieri della società, prima del calcio mercato e dei gossip pallonari. Quarantamila napoletani avevano pensato di trascorrere una serata distensiva allo stadio. Dovevano essere ringraziati, rispettati e assistiti. Hanno trovato invece una situazione bestiale. Inutile parlare della partita.
Antonio Mango

16 Commenti

  1. Noi napoletani in quanto a disorganizzazione siamo maestri.
    Detto questo,lo stadio San Paolo è da distruggere completamete e rifarlo da capo.
    Uno stadio nuovo che permetta l’accesso alle persone in modo
    civile, e un’accoglienza umana.
    Ho letto di bagni sporchi persino in tribuna autorità.
    Il direttore dello stadio dovrebbe dimettersi e dichiarare la
    propria incapacità a gestire lo stadio.
    La polizia deve capire che chi va allo stadio non è sempre
    un ultras violento da tenere sottocontrollo con i bastoni ma
    allo stadio ci vanno anche le famiglie e quest’ultime devono
    essere trattate civilmente e non fare di tutta un’erba un fascio.
    Ma cosa fanno gli stuard o come diavolo si chiamano,devono
    agevolare l’ingresso allo stadio e non incasinarlo.
    La società calcio napoli insieme al comune deve prendere
    provvedimenti affinchè certe situazioni critiche siano sanate.

  2. l’ ho scritto subito dopo la gara. costretti a non portare le ragazze. guardavo bambini piangere,gente sentirsi male. in etiopia quando salgono sui barconi si sta meglio. non si puo aprire 2 entrare nella curva A,con tifosi che si aggiungono lateralmente,una fila non rispettata,spintoni.ecc, ho temuto di subire qualche colpo sulla fotocamera e cellulare,le ragazze urlavano,ragazzi si sentivano male,i bambini manco a parlarne,era impossibile farli entrare,solo grazie a qualche polizziotto di cuore,e qualche tifoso già avanti,alcuni sono riusciti a passare sulle spelle deigenitori,altri hanno abbandonato la fila. e forse sono entrati a gara gia iniziata. squallidi anche i controlli,fanno passare a passo di formica la gente e poi nemmeno 1 controllo. a questo punto. dico. bisogna risolvere la cosa, abbonato in curva non voglio fare ogni domenica questo salasso. sembrava la notte bianca a napoli,o come citato prima,la corsa a salire sui barconi della libertà,peccat che è una partita di calcio e non lafuga dalla somalia. a mio avviso devono esser allontanati di almeno 20 metri il percorso.. e un cordone di sicurezza dovrebbe evitare che arrivino lateralmente tifosi,bloccando il passaggio a chi è gia in fila da piu di 1 ora. anche ai tornelli,assalto.metti il biglietto ,ti avvii x passare,e ti si avvinghiano in 2 alle spalle,dicendo …butta butta,spingi spingi. io non so’.ma penso che,se andiamo in europa.o una gara di cartello,si rischia anche di farsi male. ma dico.che cavolo ci vuole ad aprire a questo punto. 4 ore prima? e aprire 4>/5 entrate per settore? non è fanstascienza.basta girare la chiave al cancello.

  3. Quanto è vero quello che è stato scritto! Condivido pienamente il tuo pensiero e la mia più grande paura è che fino a quando non succederà qualcosa di grave, non cambierà nulla! Siamo bestie da macello, e credo che il più grande problema siamo NOI napoletani che, nonostante tutto, continuiamo ad andare allo stadio. Invito chiunque leggesse, ad inviare email, lettere di protesta a chiunque posso far sentire la voce di noi tifosi; società in primis, e poi radio, giornali…

  4. Scusate la sincerità, ma attalmente il San Paolo fa più schifo dello schifo stesso. E non parlo del manto erboso, ma degli spalti, curve, della sporcizia, degli ingressi, dei sotterranei, dei parcheggi.
    È una merda. Io non andrò più a vedere 1 sola partita allo stadio; ho deciso di non rinnovare l’abbonamento e di non spendere 1 milione di vecchie lire per assistere a porcate del genere. Mi spiace ma è così, la fede e la devozione sono immense, ma io non tollero tale schifezze.
    De Laurentiis è un cinico e si è visto. Ragiona tutto a modo suo. Io ho speso io voglio recuperare. Ho capito, ma tu caro de laurentiis hai speso per migliorare la tua squadra, per prendere altri soldini per piazzamenti champions e coppa, ma non per migliorare la nostra qualità di vedere la partita

  5. Purtroppo persone incapaci ed imbecille, a tutti i livelli, detengono il potere pubblico nella Regione Campania. Soltanto in tal modo è spiegabile che la Campania è di gran lunga inferiore alla cosidetta “repubblica delle banane”. Ieri ho visto davvero persone per bene e gentiluomini inprecare e maledire il biglietto acquistato!!

  6. chissà che questa non sia una strategia per scoraggiare chi sta per sottoscrivere un abbonamento..niente TV niente abbonamento..radiolina e streaming per me quest’anno..

  7. e’ arrivato il momento di staccarsi un po dal troppo amore, ma io la chiamerei malattia per il calcio, e tornare a guardare il calcio per quello che e’ cioe’ uno sport come un’altro….staccatevi un po da questa malattia curatevi e poi magari ritornate quando ci saranno condizioni piu umane negli stadi….fino a quando calcio napoli e comune di napoli vedono che la gente e’ disposta a pagare per uno schifo di partita amichevole e senza senso, allora le cose non cambieranno….

  8. Il linguaggio era più che moderato, se solo vuoi pensare alle ultime proposte fatte in parlamento, a cominciare dal federalismo fiscale, dai cori squallidi contro napoli, ai test di dialetto, perchè è inammissibile per la lega che al nord ci siano troppi insegnanti meridionali, all’aumento del 16% in busta paga al nord o addirittura alla diminuzione al sud, facendo paragoni assurdi del tipo, i costi delle case tra Milano, una enorme metropoli industrializzata e AVELLINO, paese di 50.000 abitanti, forse la valutazione del messaggio doveva essere fatta con più elasticità visto che non ho detto nulla che non sia vero, sei forse un simpatizzante del nano?, amo NAPOLI, e ne vado fiero, disprezzo le prese per i fondelli, e i raggiri a cui siamo sottoposti, invece di censurare me, e non capisco cosa, fatti un giro in rete, magari nel blog del Grillo vedrai che il linguaggio è meno moderato del mio, e forse ci capirai anche qualcosa in più. Ovviamente non mi iteressa che pubblichi questo messaggio censura anche questo, oppure pubblica anche il precedente!grazie!

  9. Messaggio ADMIN X Mario

    Gentile lettore, avevi chiesto perchè i tuoi messaggi non venivano pubblicati e ti ho spiegato il motivo. Come puoi ben leggere alla fine del tag per l’inserimento dei commenti, i contributi dei lettori che pubblichiamo devono attenersi ad alcune basilari regole. Poco ci importa di quel che accade su altri portali, noi siamo Napolisoccer.NET ed agiamo in proprio, fieri di essere liberi da ogni condizionamento politico, mediatico o di qualsivoglia genere.

  10. E’andata proprio cosi’.
    Volevo trascorrere una serata tranquilla e vedere con grande curiosità la mia amata squadra del cuore,e invece ho trascorso una delle più nere giornate della mia vita,mi sono vergognato di essere NAPOLETANO,e di vivere in una città dove le persone sono trattate senza rispetto.
    Si parla tanto di portare le famiglie allo stadio,la fidanzata , i figli ,ma qui non sarà mai possibile,lo dico con profondo dispiacere.Sono entrato allo stadio a partita iniziata ed ero in fila dalle 20,05,come si puo’ essere trattati cosi’,senza rispetto,educazione,cosa insegnamo ai nostri figli?Saro’ tra i tanti di quella triste e cupa serata da dimenticare che non andra più allo stadio.
    Non so se interesserà a qualcuno ma sicuramente le tante persone che hanno vissuto la mia stessa esperienza condividono il mio pensiero.
    Il mio Vergogna va a tutte le istituzioni sia politiche che sportive.

  11. X doriano.
    Sono daccordissimo e lo ribadisco, ma le orecchie dei napoletani che dicono certe cose in che direzione sono puntate? Chi in passato ha voluto fortemente cambiare le cose lo ha fatto! e parlo del popolo che oggi non esiste più, tutti questi fighettini che affermano certe stupidaggini lo faranno forse per sentito dire? Non sono mai usciti con la testa da sotto la gonna di mammà, Ho 35 anni e sono andato via di casa a 16, non ho mai lasciato Napoli anche se ho viaggiato tantissimo, e fin da bambino ho seguito il mio Napoli, la mia Napoli, nel bene e nel male, e non mi sono mai risentito a tirar fuori 10, 20, o 100 Euro per quello che considero uno dei pezzi del cuore di Napoli, e quelli che considerano una partita meno importante delle altre non hanno nessuna idea di che cosa significhi essere Napoletani, con il cuore, con la mente, e con la tristezza di sapere che non tutti hanno imparato dai nostri predecessori, siamo la città più bella del mondo e credetemi siamo il popolo più bello del mondo ma forse non lo abbiamo ancora fatto capire alla nostra città. Facciamolo! perchè ci stanno togliendo anche il diritto di parola.

  12. Purtroppo è sempre stato così….ed è una vergogna perchè dura da tanto….poi un’altra vergogna è quei parcheggi sotto lo stadio…li hanno aperti poi?…chi lo sa cosa c’è sotto…

  13. vengo da la germania e sono stato la scorsa sett. a napoli.ogni volta che passo allo stadio mi sento male.lo stadio e uno schifo.napoletani…vergognatevi.ce sicuramente la camorra di mezzo.cosi non si fara mai uno stadio nuovo…comunque ….FORZA NAPOLI

  14. Ragazzi sono uno di voi, uno di curva, e la colpa e’ nostra soltanto nosta
    Non siamo civili, e quest’anno aspettatevi di tutto con maroni che rompe le…… 00
    e con i giudici che decideranno le trasferte “SICURE”
    La societa’ vuole evitare ancora figure di merda….Ricordate il video delle Iene, …..3 persone nel tornello, ragazzi come me che saltano…
    Quest’anno la societa’ vuole incassare piu’ soldi, ed’e’ giusto dopo quello che il nostro Presidente ha speso
    Abbiamo fatto manifesti insensati contro la tessera del tifoso…siamo incivili e ci stanno trattando da …..quindi stiamoci zitti
    Ora spetta a noi Cambiare rispettare un po’ le regole cosa che a noi Napoletani riesce male…..Vero?
    Mi dispiace solo per i Bambini e Donne…….spero almeno che x loro aprino un altra linea d’ingresso
    Cmq Sempre e x Smpre Forza Napoli
    Napoli Ti amo Sei il mio Cuore

LASCIA UN COMMENTO