De Laurentiis: “Il mercato in entrata è chiuso”

8
15

ll presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport24 a margine della kermesse di presentazione del Napoli 2009/10. Di seguito la sintesi delle sue dichiarazioni a cura di Napolisoccer.NET. "Stasera – ha dichiarato il patron azzurro – è stata data prova di grande organizzazione e questo è merito della Costa Crociere che è nostro partner oltre che nel calcio anche nel cinema. Tutto è andato splendidamente e dire che è stato organizzato in pochi giorni". Riguardo al rapporto con Lavezzi ed all’abbraccio scambiato sul palco, il presidente ha voluto precisare: "Lavezzi mi è simpaticissimo ed è un patrimonio del Napoli. Sono giovani ed io li capisco perfettamente. Lui è un casinaro ed a me i casinari piacciono. Anche io alla loro età lo ero, anche di più. Ancora oggi che ho 60 anni mi ritengo un casinaro, in pratica ho 3 volte 20 anni. Ma sul lavoro è diverso. Ho impostato la società come un’azienda, un’industria dell’intrattenimento, ed ognuno deve svolgere al meglio il proprio compito. Dico soltanto che ho capito, in questi anni, che il calcio ha una sua latitudine e non è uguale in ogni parte del mondo, in Sudamerica lo si interpreta in maniera diversa che in Italia o in Francia oppure in Spagna, ma chi gioca nel Napoli deve adeguarsi, per il bene comune".
Relativamente agli obiettivi prefissati dalla società, il presidente è stato abbastanza chiaro: "Da Donadoni non pretendo nulla, ma sia chiaro, dopo gli investimenti fatti l’Europa è un’esigenza e credo sia il minimo che gli si possa chiedere, anche se il nostro obiettivo è nei cinque anni". Riguardo alla volontà della società di non avviare la campagna abbonamenti, invece, smentisce categoricamente alcune notizie circolate in giornata: "Mai detto di non voler vendere gli abbonamenti, ci mancherebbe. Approfitto per dire che tra due giorni si aprirà ufficialmente la campagna abbonamenti. C’è voluto più tempo solo perchè ci siamo adeguati alle disposizioni del Viminale circa la tessera del tifoso e ciò ha richiesto settimane di duro lavoro".
L’intervista termina con alcune riflessioni sul calciomercato del Napoli e su eventuali acquisti. "Il nostro mercato in entrata è chiuso – spiega De Laurentiis – rimanderemo a gennaio eventuali correttivi. Con mia enorme gioia Maggio è pienamente recuperato ed abbiamo Zuniga che si esprime alla grande a sinistra. Oltre loro ci sono altre valide alternative tipo Vitale, Grava ed Aronica, giocatori in grado di sostituirli quando sarà il caso. Gli acquisti di Quagliarella e Cigarini sono serviti per risolvere un problema che da 5 anni affligge la rosa del Napoli, mancavano un regista ed un bomber, loro sono la scelta giusta".

Gianni Doriano – Redazione Napolisoccer.NET

8 Commenti

  1. Va a finire che anche quest’anno “adatteremo” un destro a sinistra !!!
    Sono sei anni che abbiamo un buco da quella parte, mi chiedo se i nostri dirigenti imparino dagli errori passati…
    Sono soddisfattissimo della campagna acquisti , ma un esterno sinistro e un centrale difensivo, sarebbero dovuti essere i nostri primi acquisti, poiche’ a mio modo di vedere sono i veri punti deboli della squadra, invece….”forse”…non saranno neanche gli ultimi !!

  2. Arriverà l’esterno…. arriverà….

    Se crediamo a tutto quello che dicono presidenti e direttori….

    Con queste dichiarazioni Dossena o abbasserà un po’ le richieste oppure si prenderà qualcuno altrove!!

  3. in primis voglio ringraziare dela e zio fester per gli acquisti fatti però
    fino all’anno scorso abbiamo adattato giocatori non di ruolo a sin o abbiamo schierato gente tecnicamente scarsa, e niente da dire perchè non c’erano grandi aspettative; ma quest’anno con questi acquisti la squadra è INCOMPLETA per arrivare a grandi traguardi . Rimarremo sempre tanto presuntuosi da pensare di mettere sempre pezze a colori o impareremo dai nostri sbagli ? e’ questa la famosa programmazione del secondo quinquennio?

  4. sinceramente a me zuniga a sx non mi dispiace… se il giocatore è forte come credo non fa alcuna differneza metterlo a destra o a sinistra… a tal proposito vorrei portare all’attenzione 2 cose:
    1- abbiamo esempi lampanti di come un giocatore di piede destro possa rendere benissimo sia a destra che a sinistra e faccio 2 nomi su tutti: santon e zambrotta.
    2- teniamo bene a mente che lo schema tecnico del napoli prevede gioco a terra, scambi veloci, sovrapposizioni e inserimenti dei centrocampisti… tutte cose che non penalizzerebbero minimamente un destro naturale che agisce a sx. il discorso sarebbe stato diverso se avessimo avuto la torre e avessimo privilegiato i cross dalle fasce.

    a tutto questo aggiungiamoci il fatto che maggio sta bruciando i tempi e io sinceramente non me la sentirei di rinunciare ad 1 dei 2

  5. Kelsiko ci posso essere giocatori che “destri” giocano bene a sinistra,ma sono rari o non si esprimono al massimo,santon hai pienamente ragione ma su zambrotta non tanto, xche gioca prevalentemente a destra nel milan se mai a giocato alcune volte a sinistra x esigenze particolari.
    comunque un sinistro naturale sulla fascia sinistra è e sarebbe sempre meglio,se si compra il giocatore di fascia sinistra la campagna aquisti sara ottima , senza molto buona.

  6. presidè grazie per gli acquisti ma nu capisc nient i pallon ….
    1.vitale grava e aronica li abbiam visti l’anno scorso, serve gente di caratura + elevata anke come sostituti dei titolari altrim nn si va da nessuna parte.
    2.serve un esterno sx forte ,nn puoi riskiare ZUNIGA in quel ruolo,potrebbe cosarci caro.
    3.alla luce degli acquisti fatti per tocco di classe sarebbe servito un regista offensivo (treqquartista), per intenderci un classico numero10 e cigarini,con tutto il rispetto , nn lo è …serviva uno alla diego della juve per intenderci…
    4.caccia solo i soldi ma fai decidere donadoni e marino …tu nn capisci nulla.

LASCIA UN COMMENTO