Quagliarella, identità rubata su internet

4
21

Fabio Quagliarella "truffato" da un hacker appropriatosi della sua identità.
Una ragazza si era appropriata del suo account e teneva regolare corrispondenza virtuale con i tifosi che erano convinti di parlare con il nuovo idolo del San Paolo, l’uomo dei gol impossibili, il talento di Castellammare che De Laurentiis ha scelto come simbolo della squadra. Peccato che il tono usato dal finto Quagliarella fosse in totale distonia con l’immagine del bravo ragazzo che tutta Italia negli ultimi anni ha imparato a conoscere.

La sorpresa, come rivela il quotidiano Metropolis, è stata scoprire che ad appropriarsi dell’identità virtuale di Quagliarella era stata una napoletana venticinquenne, ora denunciata e rinviata a giudizio per la frode informatica che il codice penale punisce con una pena fino a tre anni. Il furto di account risale ai primi mesi dell’anno, quando il trasferimento al Napoli era solo una suggestione.

Lo stesso periodo in cui il direttore generale Marino presentò denuncia per essere rimasto vittima di una truffa simile, insieme con un gruppo di giocatori molto popolari, da Montervino a Cannavaro, a Blasi e ad Aronica. La differenza, di non poco conto, era che nessuno di loro s’era mai iscritto a un social network. Quagliarella, invece, ha visto violata la propria casella: un’operazione da hacker, peggio che un furto in casa. Per dimenticare basterà il primo gol al San Paolo: nessuno potrà rubargli quella gioia.

Redazione NapoliSoccer.NTE – Fonte: SkySport

4 Commenti

  1. “un’operazione da hacker, peggio che un furto in casa.”

    ahahahaha
    ma siete mai state vittime di un furto in casa prima di scrivere queste assurdita’?

  2. Ma poi…. operazione da hacker…. Ma sanno di cosa parlano??

    Io credo di no!! Entrare nei database di aziende e governi…. Violare le restrizioni della rete NASA…. Quelle sono operazioni da hacker!!

    Aprire fessbuc.com e registrarti digitando FABIO QUAGLIARELLA è un operazione da stupidi… altro che hacker!!

  3. a regola questa ragazza non si è iscritta come fabio quagliarella,ma bensì,è entrata con il suo nome e l sua password.
    uindi tutto ciò,anche se non molto grave,è considerato furto di identità,che in genere fanno gli hacker…

LASCIA UN COMMENTO