Datolo: “Quando mi ha chiamato Maradona sono rimasto senza parole”

6
16

In un’intervista rilasciata al quotidiano argentino Olè, il centrocampista del Napoli Jesus Datolo, ha raccontato le sue emozioni per la convocazione in nazionale ricevuta dal ct Diego Armando Maradona. Ecco alcuni passaggi salienti tradotti a cura della redazione di NapoliSoccer.NET: "Io non sapevo che mi avrebbe chiamato, qui in Italia era l’una di notte e stavo andando a dormire quando mi è squillato il telefono, ho risposto e quando ho ascoltato la voce che mi diceva sono Diego, non riuscivo nemmeno a rispondere, non mi uscivano le parole, ero rimasto senza voce. Questo è successo qualche giorno prima che uscisse la lista dei convocati e quindi non mi aspettavo la chiamata e meno sentire direttamente Maradona al telefono, nemmeno la voce avevo riconosciuto, la voce che mi diceva ‘è da un pò che ti seguo‘ e che ora era il mio turno".
"Ancora ricordo quando il Boca voleva mandarmi al Colo Colo, ed io, non sapendo cosa fare andai a parlare con Roman (Riquelme, n.d.r.) domandando cosa ne pensasse, e la sua risposta fu, ‘Hai il potenziale per giocare nel Boca‘, mi disse che avevo talento solo che dovevo trovare il modo per farlo uscire per convicere i dirigenti a lasciarmi al Boca. Queste parole non le ho mai dimenticate, perchè proprio grazie a queste parole rimasi al Boca… e poi il resto della storia la consocete. Sono diventato titolare, ho vinto 4 titoli, ho vissuto i miei momenti di gloria e poi il passaggio al Napoli ed ora la chiamata di Diego".
– Sai a chi devi ringraziare per tutto questo? Chi ti disse alcuni anni fa: "Con me arriverai alla Nazionale"?
"La Volpe…Riccardo la Volpe (ex allenatore del Boca e allenatore del Messico ai Mondiali in Germania, n.d.r.) in allenamento mi disse questa frase, all’epoca nemmeno immaginavo tutto quello che poi mi è successo. E’ stata una delle persone che iniziò a dirmi come giocare, che dovevo imparare a coprire tutta la fascia. E’ stato anche grazie a lui se ora sono qui".
– A Napoli ti hanno fatto giocare a destra?
Si, si e devo dire che è stata una cosa strana. Quando mi ha chiamato Maradona mi ha chiesto ‘in che ruolo stai giocando‘ e poi ha aggiunto ‘Io ti voglio a sinistra papi’ ".
– In effetti non ce ne sono molti a sinistra.
"Si, io voglio diventare il migliore nella mia posizione e questa opportunità con la Russia la prenderò come se fosse l’ultima possibilità per giocare in Nazionale, voglio dare il massimo. Questo è il mio sogno più grande. E’ una finale".
– Non ti vedresti bene nel farlo, però c’e’ un giocatore della Nazionale a cui chiederesti la maglia?
"Ovviamente. Giocare con Tevez, con Messi segnerà la mia vita. Non so se chiederò la maglia però giocare con loro già mi va benissimo".
Redazione NapoliSoccer.NET
(Riproduzione anche parziale del testo previa citazione della fonte)

6 Commenti

  1. be si sa che molte volte si prendono accordi con i procuratori per alzare il valore del calciatore……sta diventando un gioco sporco quello di alcuni procuratori, qui’ ci vogliono leggi in materia se no……(e vediamo se questa me la postano….non dovrebbe essere offensiva……va bene questa?)

  2. wa cos e pazz !!! andava per denis ke all’epoca segnava, ma questa propio non me la so spiegare uahuahuahuahau vuoi vedere ke datolo gioca e segna pure ???

LASCIA UN COMMENTO