Calendari, i commenti di De Laurentiis, Marino e Donadoni

8
31

"Calendario equilibrato". Poche, lapidarie parole quelle di Aurelio De Laurentiis dopo il sorteggio delle 38 giornate di Serie A.  "Giocheremo l’esordio a Palermo – dice il Presidente – e si affronteranno due squadre del Sud. Sarà, quindi, un avvio molto sentito da parte di entrambe le squadre. Ma in generale io dico che le prime partite del campionato sono sempre imprevedibili".

Avvio difficile per il Direttore Generale Pierpaolo Marino: "Si parte con la trasferta di Palermo in pieno agosto e immaginiamoci pure che clima troveremo. Sicuramente Zenga vorrà partire forte per rinvigorire le sue ambizioni. Un esordio non facile, comunque, ma accettabile. Credo che il punto nevralgico del girone di andata sia il binomio Milan-Juventus che affronteremo una dietro l’altra alla decima e l’undicesima in pochi giorni perché c’è il turno infrasettimanale""L’inizio di campionato – continua Marino – non mi pare affatto semplice. Avremo il debutto al San Paolo con il Livorno che porterà con sè l’entusiasmo che hanno le matricole per la promozione. Poi abbiamo il Genoa che ha chiuso al quarto posto l’anno scorso e che per noi è notoriamente un avversario sempre duro. Però i calendari io dico che si giudicano sempre sul campo. Tutto sommato mi sembra un sorteggio per noi equilibrato e certamente spetterà a noi renderlo facile sul terreno di gioco. Tutti i pronostici lasciano il tempo che trovano"

Roberto Donadoni non va molto lontano con le previsioni. "Abbiamo una bella partenza perché la trasferta di Palermo sarà tutt’altro che semplice. Comunque le squadre prima o poi vanno affrontate tutte, il nostro compito è prepararle al maglio una per volta. Per me non esiste una fase più o meno difficile del campionato solo perché c’è il Milan o la Juventus di fila. La fase critica di una stagione subentra solo se le cose non vanno bene alla tua squadra, indipendentemente dagli avversari. Ecco, noi dovremo trarre il meglio da ogni gara in modo da affrontare ogni fase con serenità" "Il finale – continua il tecnico – può sembrare abbordabile in teoria ma poi la pratica ha dimostrato più volte che il campo dice tutt’altro. Anche l’anno scorso il nostro finale di calendario sembrava più semplice ed invece non è stato così. Il discorso della semplicità potrebbe avere un senso solo se affronteremo il campionato con maturità e regolarità"
Redazione NapoliSoccer.NET – fonte: sscnapoli.it
 

8 Commenti

  1. Quoto Gennaro81, l’acqua di mare ci vuole…=D
    Dopo tutta sta campagna acquisti “un attacante di livello ed un sinistro di difesa”?
    A parte che manca un mese alla fine del calciomercato…
    Signori, qui perciò De Laurentiis non vuole spendere….investe 60 milioni e gli chiediamo di investirne 130, sennò “38 sconfitte”…un pò di umiltà…
    Aspettiamo per Dossena, se non arriva…il signor SottoMarino (come lo ha chiamato già qualcuno) penserà ad un degno sostituto, forte uguale se non di più…

  2. Benji concordo con tutti! vai a mare!!! Non capite niente e sparate bagianate lamentandovi sempre..devi startene a C A S A allo stadio gente come te non ci serve

  3. d accordo cn gennaro81… l attaccante di peso… bah… ce l abbimo… s kiama fabio quagliarella.. ke cn lavezzi ke gli da i palloni da buttae dentro credo ke 15 gol li fa tt…

LASCIA UN COMMENTO