Calcio: Fiorentina-Lazio, Rocchi porta suoi in semifinale

0
58
L’impresa stavolta riesce alla Lazio, finora protagonista di una stagione deludente, e non alla Fiorentina, che veleggia ai vertici della classifica. Stavolta la squadra di Delio Rossi espugna il Franchi per 2-1 (stesso risultato ottenuto all’andata) e ritrova dopo tanto tempo il successo fuori casa. Un successo che la proietta dritta in semifinale di Coppa Italia, grazie ai gol di Kolarov e di Rocchi, quest’ultimo subentrato al 14′ della ripresa al posto di un ancora spaesato Rolando Bianchi. Il primo, cecchino anche una settimana fa, al 35′ del primo tempo ha pareggiato con una punizione ad effetto che ha beffato Frey e la difesa viola, recuperando il gol segnato da Semioli poco prima. Poi Rocchi, appena 4′ dopo l’ingresso in campo, ha concretizzato un assist di Pandev. A quel punto, la squadra di Prandelli, seguita in tribuna dal neo acquisto Manuel Da Costa, avrebbe dovuto segnare almeno altre tre reti per passare il turno: un’impresa titanica per una formazione che ha rinunciato a Mutu (rimasto per tutto il tempo in panchina, scelta che ha lasciato qualche perplessita’) e che e’ apparsa meno lucida e ordinata del solito, con alcuni giocatori, su tutti Montolivo e Osvaldo, che non stanno attraversando un felice momento. Non e’ stata una partita esaltante. Prandelli ha provato ad affidarsi a Frey, per la prima volta quest’anno titolare in Coppa Italia, e al rientrante Vieri in attacco. Mentre Rossi ha lasciato fuori all’inizio Rocchi, facendo esordire dal 1′ Bianchi in coppia con Pandev e in difesa, data l’emergenza, ha lanciato subito il neo acquisto Radu, con Behrami e Kolarov esterni. Sotto una pioggerella fine, la Fiorentina, per il 2-1 subito all’andata, s’e’ vista costretta a fare la partita e ad andare a caccia del gol. Dopo un’occasionissima sprecata al 13′ da Montolivo, e’ passata al 17′: apertura di Vieri per Semioli, che ha superato Kolarov e fatto centro. La squadra di Prandelli ha avuto altre chance di raddoppiare con Osvaldo (due volte) e con Radu, che al 24′ ha rischiato l’autorete. Poi pero’ ha rallentato i ritmi e la Lazio ha guadagnato in metri e intraprendenza: al 26′ un retropassaggio corto di Dainelli avrebbe potuto costare caro ai viola; al 35′ la punizione carambolata di Kolarov ha regalato alla Lazio la gioia del pari. A inizio ripresa, Prandelli ha inserito pure Pazzini (fuori Pazienza) ma la Fiorentina a trazione anteriore non ha prodotto i frutti sperati, anzi al 16′ e’ stata trafitta da Rocchi e sui viola e’ calato il buio: unico sussulto la traversa colpita al 31′ da Donadel su punizione. La Lazio ha fatto esordire anche Artipoli e ha amministrato il risultato senza patemi, festeggiando alla fine un risultato che da’ sapore ad una stagione finora deludente.

Fonte: ANSA



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here