Montervino a NapoliSoccer.NET: “Non mi è arrivata alcuna proposta dal Brescia”

9
80

Dopo le ultime indiscrezioni di calcio-mercato secondo le quali sarebbe pronto per concludersi uno scambio tra il Napoli e il Brescia, che porterebbe il giovane Zambrella in azzurro e Francesco Montervino in terra lombarda, noi di NAPOLISOCCER.NET abbiamo raggiunto telefonicamente il capitano partenopeo. Prima dell’intervista il centrocampista anconetano ha voluto ribadire un concetto fondamentale: "Posso rispondere alle vostre domande solo dopo aver ricevuto l’autorizzazione dall’addetto stampa del Napoli, Guido Baldari. Vorrei, però, che venisse trascritto soltanto ciò che vi dico. Ci tengo a fare questa precisazione poiché ho avuto modo di costatare che altri mi hanno attribuito delle affermazioni che io non gli ho mai rilasciato. Difatti – continua Francesco – il giornalista mi ha messo in bocca delle belle parole, dipingendomi come un giocatore esemplare, e per questo lo ringrazio. Ma io ho soltanto risposto ad una mezza domanda su un mio possibile trasferimento all’Ancona, dicendo che la città marchigiana è semplicemente la mia città natia. Dopo tale puntualizzazione, Francesco Montervino ha cordialmente risposto ad una serie di domande, rilasciando un’intervista ricca di spunti interessanti.

Francesco, cosa ci dici su questo tuo possibile passaggio al Brescia?

Io vorrei restare a vita con il Napoli, ma queste cose non le decido da solo. Bisogna ascoltare anche la società. Per ciò che concerne questa "voce di mercato", io non so assolutamente nulla. Non ho ricevuto nessuna chiamata né dal Brescia, né dal mio procuratore. Per adesso posso soltanto ringraziare il Presidente Corioni per le belle parole che ha avuto nei miei confronti, durante un’intervista rilasciata ad una radio locale. Ma vi ribadisco la mia volontà di restare a Napoli.

Col Napoli hai vissuto molti momenti indimenticabili. Tra di essi vi sono anche le disfatte della finale play-off con l’Avellino e la sconfitta di Lisbona col Benfica. Quanto è stato importante il tuo apporto per ricompattare il gruppo dopo queste grandi delusioni?

Bisogna fare un distinguo tra i due momenti. Il mio ruolo è stato molto importante dopo la gara di Avellino. La partita col Benfica invece ci vedeva gareggiare contro una grande squadra e quindi il trauma è stato minore. Una disfatta era maggiormente plausibile contro una formazione così competitiva.

Quale è stato secondo te il motivo preponderante per spiegare il pessimo girone di ritorno della scorsa stagione?

Beh, non c’è una causa in particolare. Ci sono stati più fattori che hanno contribuito in maniera negativa. La giovane età del gruppo, la poca esperienza, un netto calo fisico e la scarsa capacità di sapersi rialzare dopo una serie di risultati negativi.

E’ stato utile esonerare mister Reja?

Il mister è un grande uomo e un ottimo allenatore. Grazie a lui il Napoli è riuscito ad ottenere due promozioni e numerosi risultati importanti. Con lui abbiamo ottenuto la qualificazione in Europa. L’esonero è stato deciso dalla società che sicuramente avrà ritenuto utile questo provvedimento per scuotere un po’ l’ambiente.

E l’arrivo di Donadoni è servito alla squadra?

Il mister è molto in gamba. E’ giovane e penso che riuscirà ad ottenere degli ottimi risultati con il club partenopeo. Dal suo arrivo ha portato una ventata di novità che è servita a tutto lo spogliatoio per il raggiungimento di quei 9 punti che ci mancavano per una salvezza tranquilla. Queste partite gli sono servite per conoscere l’ambiente e prepararsi per il prossimo campionato. Sono davvero molto fiducioso perchè è un allenatore ricco di qualità

Mentre tu sei tra i partenti, la società azzurra ha prolungato per un altro anno il contratto a Gianluca Grava. Un giocatore che come te ha contribuito al traghettamento del Napoli dalla serie C al paradiso europeo. Come mai Montervino, unico giocatore attualmente in rosa ad aver giocato sia nel Napoli di Naldi che in quello di De Laurentiis, non ha avuto lo stesso trattamento?

Giunluca è un grandissimo giocatore. Un uomo straordinario che merita ancora tanto. Un professionista serio che avrebbe meritato ancora di più rispetto a quello che ha attualmente raggiunto in carriera. Verso di lui va tutta la mia stima. Per ciò che concerne la mia posizione, bisognerà ascoltare ed accettare le scelte della dirigenza.

Cosa pensi del mercato azzurro?

Straordinario. Il presidente sta veramente allestendo una squadra fortissima. In Europa, come ha già avuto modo di affermare Fabio Quagliarella, solo il Real Madrid ha fatto una campagna acquisti più importante e prestigiosa.

Tra i partenti figurano nomi eccellenti come quelli di Denis, Navarro, Santacroce, Mannini, Pazienza. Tutti giocatori acquistati dalla dirigenza non più di 18 mesi fa e che dovevano essere i pilastri di un Napoli forte e duraturo per il futuro. Tutte scommesse del direttore generale Pierpaolo Marino che hanno previsto un investimento di circa 30 milioni di euro. Come consideri questa stranezza? Forse questi tuoi compagni hanno avuto difficoltà d’ambientamento?

Non posso certamente rispondere io a questa domanda. Dovete chiedere a coloro che hanno acquistato questi giocatori il perchè di questa situazione. Penso che questi atleti hanno avuto la possibilità e il tempo per mostrare le loro qualità. Sta ai dirigenti decidere se sono ancora utili alla causa azzurra. Bisogna chiederlo a loro.

Josi Gerardo Della Ragione – NapoliSoccer.NET

RIPRODUZIONE DEL TESTO, ANCHE PARZIALE, CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE NAPOLISOCCER.NET



9 Commenti

  1. Ja marò ma vi rendete conto montervino ks ha ftt qst anno?!! Certo, nn ha sempre giocato ma in quella partita giocata ogni tnto ha sempre dimostrato di aver cuore verso la squadra e verso noi napoletani… già ke dice di voler rimanere a vita a Napoli dimostra il suo affetto verso noi…stiamo commettendo un errore a lasciarlo andare…anke se non saremo 23/24 ne saremo 25! Nn capisco il problema…

  2. Caro Montervino, il tuo dire sembra quello di un pubblico funzionario, il quale su autorizzazione dell’addetto stampa, dice solo quello che può dire tacendo la sequela dei gravi episodi “interni” dai quali scaturì il vergognoso girone di ritorno de Napoli. Ti voglio ricordare che prima di essere calciatore, sei un uomo libero e non hai bisogno di nessuna autorizzazione perchè sei sempre stato corretto e scrupoloso.

  3. limar, per contratto penso che ogni giocatore del napoli deve essere autorizzato dalla societàa lasciare delle dichiarazioni.
    a parte questo io voglio montervino a napoli x sempre!
    serve da esempio per gentaccia come lavezzi e tutti quelli che dopo gli allenamenti vanno ad unriacarsi nei locali notturni…

    Se è stato confermato Grava (altro uomo degno di stima e affetto di noi tifosi) non vedo xke non confermare montervino!

  4. Stimo ed ho sempre stimato Montervino però caro Angelo bisogna avere certa “gentaccia” (come tu definisci Lavezzi) per poter ambire a vincere qualcosa. State veramente esagerando con questa storia di Lavezzi. Sembra che in rosa abbiamo un ubriaco cronico alla Gascoigne. Io sono convinto che nel caso resti o vada via Lavezzi avrà una carriera fantastica e zittirà tutti quelli che in questo periodo hanno fatto i moralisti.

  5. montervino adesso basta fare il lecchino vai via servono giocatori di qualita e tu non lo sei quindi viaa,io non capisco xchè tenerci un giocatore solo x fare spogliatoio? forse è un muratore?(dal fisico direi di si)

  6. lucio .non e il fatto ke pensiamo ke lavezzi sia un umbriaco cronico ma un mercenario e un falso .
    almeno cascoigne non faceva la parte del bravo ragazzo come ci vuol far credere il sign.lavezzi.
    non ti dimenticare ke questa storia la incominciata lui ke voleva l’aumento .
    gia’ e tne na facc a tost e chiedere l’aument rop nu giron e ritorn e merd .
    ti sei fatto tutte le feste di napoli (non te ne sei persa una ) e lo sanno tutti come stavi !!!!!!!!!!!
    e mo torni con la coda tra le gambe !!!!!!!
    voglio 1000 cascoigne ka un lavezzi ka comm omm vale meno di zero

  7. Caro Lucio, sono punti di vista.
    Io non mi sento rappresentato da un giocatore come Lavezzi che sarà pure bravo (e anche su questo ho molti dubbi xke ci vuole un pallone solo x lui), che ogni sera va ad ubriacarsi, che sta tirando sta telenovela da mesi lui e i suoi procuratori.
    Poi adesso che ha capito che la società è ferma sulle sue decisioni comincia a fare retromarcia.
    Che vuoi fare, io non mi sento rappresentato da un giocatore e da un uomo cosi!
    Questo non vuol dire che a Napoli non servano giocatori forti, ma ce ne sono tanti più seri (e piu forti) di Lavezzi credimi.
    Io mi sento più rappresentato da Montervino che indossa con orgolgio la maglia del Napoli, in campo dà il 101% e fuori dal campo è una persona seria

  8. Io lo terrei per il cuore che ha e per l’attaccamento alla maglia e per quanto è bravo a tenere unito lo spogliatoio.
    Una cosa ci tengo a dire: vendere Santacroce…MA SIAMO MATTI?
    Donadoni è un incapace ed ha le sue fissazioni come le aveva Reja!
    L’acquisto piu’ sbagliato di De Laurentiis è stato proprio il tecnico bergamasco.VIA DA NAPOLI PLEASE!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here