La spasmodica attesa

6
37

Napoli ribolle, la città è scossa da una scarica di adrenalina, arriva l’Inter e la memoria corre a tempi ormai lontani. Da queste parti, anni fa si mangiava pane e calcio ed il mitico Diego era l’abbondante companatico.

Oggi la scena è un pò cambiata ma non il popolo azzurro. Giovani e meno giovani stasera si ritroveranno nel catino del San Paolo, che ancora una volta "erutterà" la passione di un popolo per la sua squadra del cuore, nella migliore tradizione vesuviana!

La gara ha un sapore dolce-amaro. Nell’Inter delle stelle ne mancherà qualcuna mentre nel Napoli incerottato rientrerà, a tempo pieno, il pocho Lavezzi, giocatore che riesce ad infiammare il San Paolo quasi quanto il suo mitico predecessore nonchè connazionale Maradona.

La partita, a detta di tutti, ha un finale già scritto ma noi siamo napoletani e per tradizione conosciamo l’arte di arrangiarci, che spesso è il grimaldello che permette di raggiungere obiettivi impossibili. Di solito poi l’ottimismo non ci manca e chissà che, con una buose di fortuna che nel calcio non guasta, non si riesca a fare lo sgambetto alla corazzata nerazzurra.

Di certo i sessantamila del San Paolo vorranno vedere una squadra convinta dei propri mezzi, sbarazzina e mordace che gioca senza nessun tipo di suddittanza.

Forza ragazzi, forza Napoli, milioni di tifosi seguiranno la gara da tutto il mondo (peccato che non tutti potranno ammirarla) fiduciosi che alla fine, qualunque sia il risultato, potranno dire a testa alta: siamo tifosi napoletani! E, se vittoria sarà… Fuorigrotta erutterà di gioia!

 

Gianni Doriano

Condividi
Articolo precedenteEldo Napoli – Cimberio Varese 84-75; settima vittoria in casa
Prossimo articoloCalcio: Eduardo due settimane per capire se carriera continua
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

6 Commenti

  1. Io ho l’abbonamento da quattro anni, Mercoledì sono stato a Genova. Amo questa squadra più di ogni altra cosa. Ma stasera mi viene voglia di stare a casa : quanti tifosi occasionali ci saranno stasera?
    Quanti animali a spingere, quanti senza biglietto, quanti a provare ad entrare in 3 nel tornello, cariche della polizia e circa un’ora e mezza per riuscire ad entrare in curva.
    Ma perchè tutta questa gente non c’era quando è arrivato il Parma, la Reggina, il Catania e sicuramente, se con l’Empoli i prezzi non fossero stati così bassi, a riempirsi seppur non totalmente, sarebbero state solo le Curve.
    A tutta questa gente che stasera si presenterà in pompa magna allo Stadio, andrebbe fatto un appello, chiedendogli di starsene a casa comodi comodi al caldo sul loro bel divano e magari con una piazza davanti, come hanno sempre fatto.
    Quelli che stanno lì sopra col gelo, la pioggia e chi più ne ha più ne metta, siamo noi!
    Voi siete solo comparse occasionali, non meritate manco l’appellativo di tifosi.

    Scusate per lo sfogo.

  2. confermo quanto detto da alfredo, quanti tifosi occasionali ci saranno oggi.. se il napoli vince il napoli sarà da champions , se perde rischiamo le retrocessione.. ma andate ….!!!! il napoli non si discute si ama incondizionatamente.
    per iGino, classico esempio di occasionale allenatore, sempre a lamentarsi i napoletani(non tutti per fortuna)..
    Forza Napoli

  3. Esimio Presidente, gli azzurri del Napoli sicuramente faranno una grande gara. Nessun risultato è scontato. A fine gara, La prego ti ringraziare i giocatori anche a nome degli sportivi napolrtani, indipendentemente dall’esito dell’incontro.

LASCIA UN COMMENTO