CdT, Bolognino asso piglia tutto agli open di Napoli

0
21

Sabato e domenica si è svolto l’ open nazionale città di Napoli di calcio tavolo con presenze dal Lazio, dalla Calabria e dall’Umbria. Nella giornata di sabato c’è stato il torneo a squadre a cui hanno partecipato 9 team, tra cui Eagles Napoli ,Sessana (neopromossa in serie A), Lazio e Fighters Napoli incompleti (entrambe neopromosse in serie c) forfait dell’ultim’ora di Perugia. Nessun problema fino alle semidinali dove Sessana batteva Napoli2000 mentre gli Eagles Napoli regolavano una ostica e giovane Lazio 3-1. Finale scontata tra gli Eagles e la Sessana molto equilibrato il primo tempo chiusosi sul 2-1 per i napoletani, nel secondo tempo veniva fuori l’esperienza degli Eagles che chiudevano la partita con un 4-0 che non lascia risposte parziali: Bolognino-Canicchio 6-3, Varriale-Ciano 2-1, Setale-Storo 3-1, Sparano-Sasso 3-1. Sempre sabato torneo classic subbuteo con materiali originali subbuteo anni 70 ed anche lì Bolognino rispolverando la veccchia squadra messsa a riposo nel ’96 riesce a vincere il torneo in finale contro Caviglia di Roma, risultato finale 6-2 per l’ azzurro. Domenica torneo individuale, salta il torneo veteran (over 40) per pochi partecipanti. Nelle altre categorie under 12 semifinali per il napoletano Max Fryar, torneo vinto dal cosentino Gentile in finale su Preziuso (Napoli 2000), nell under 15 dominio dei laziali Caviglia (vincitore) e Tagliaferri (campione del mondo under 12) sconfitto a sorpresa. Nell’under 19 dominio napoletano con vittoria di Simone Palmieri (Eagles Napoli) su De Gennaro (Napoli 2000) con il risultato di 7-0. Ottime semifinali per Levrano e Sara Guercia sempre di Napoli 2000 così come nel torneo femminile semifinali per Guercia e D’Angiò (Napoli 2000) e finale tra la perugina Bartolini e Sara Guercia in una partita tiratissima finita 1-1 ai regolamentari vittoria della napoletana ai tiri piazzati che consegue così un ottimo risultato anche in vista dei mondiali di settembre. Nell’open 28 i partecipanti con semifinali tutte campane. Canicchio testa di serie n.1 incontrava il compagno di squadra della sessana Ferrante mentre Bolognino se la vedeva con il napoletano Borriello del Black e Rose di Roma (in procinto di cambiare squadra). Partite tirate, primo tempo con Canicchio che vince 1-0 su Ferrante mentre Bolognino è sul 3-0 su Borriello, secondo tempo sul filo dell’equilibrio Canicchio chiude 2-0 mentre Borriello riesce a portarsi sul 3-2 a pochi secondi dalla fine ma così finisce l’incontro. Anche qui finale come da pronostico fra le prime due teste di serie, primo tempo molto equilibrato che termina 0-0, nella ripresa l’esperienza di Bolognino(pluricampione mondiale) viene fuori e con un uno-due in 5 minuti chiude la partita con il risultato di 2-0 aggiudicandosi anche l’ open di calcio tavolo di Napoli.
Redazione NapoliSoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO