Manifesti di protesta a firma dei Fedayn

23
94

In vari punti della città sono stati affissi manifesti di protesta firmati dai Fedayn, gruppo ultras della curva B. La protesta è sia contro Sky e Mediaset, che trasmettono le partite attraverso il canale satellitare ed il digitale terrestre, che contro il Viminale, per il blocco delle trasferte dei tifosi azzurri della scorsa stagione e per l’introduzione della cd "tessera del tifoso". Questa protesta fa seguito a quella inscenata, dallo stesso gruppo, sugli spalti del S. Paolo in occasione di Napoli-Chievo dello scorso campionato.

Redazione Napolisoccer.NET
 

Condividi
Articolo precedenteBlasi al Parma?
Prossimo articoloPezzella (giornalista): “De Laurentiis ha deciso di puntare su giocatori affermati”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


23 Commenti

  1. Fedayn e Ultrà….ma andate a lavorare!!siete una vergogna !!
    Statevene a casa e lasciate lo stadio alle persone civili , ai bambini e alle famiglie!!
    Non se ne puo piu!!

  2. Ma i Fedayn lo sanno che se è vero che sempre più gente guarda le partite da casa e che se si è costretti alla tessera del tifoso etc etc è proprio per colpa dei gruppi organizzati come loro che stanno rovinando tutto??

    Credono di essere la parte sana del tifo senza sapere che loro sono la parte esasperata del tifo! Quella che, alla fine dei conti, è protagonista in tutte le vicende di violenza legate al calcio!!

    Io tifo Napoli ma resta il fatto che, nonostante io sia malato per il calcio e per il napoli, la mia squadra del cuore viene dopo tante cose nella classifica della mia vita! Viene dopo la salute, dopo la famiglia e dopo la mia stessa dignità…. Sti gruppi organizzati invece non sono dei tifosi ma dei fanatici che si credono proprietari del San Paolo e del Napoli! Gente con famiglia che la domenica la trovi in curva a rullare insieme ai 17enni… e magari rullano con i figli piccoli a loro fianco… Ed io queste cose le ho viste…. proprio in mezzo ai Fedayn!!

    E siccome il Napoli viene dopo la mia dignità personale preferisco vedermele a casa le partite piùttosto che vederle in mezzo a quella gente!! Per non parlare poi di alcuni cori che inneggiano alla violenza….

    TOGLIETE DA MEZZO I GRUPPI ORGANIZZATI ED IL SAN PAOLO FARA’ 65.000 ABBONATI TUTTI GLI ANNI…. ED IO SAREI IL PRIMO!! PERCHE’ ALLE CONDIZIONI ATTUALI NON SONO DISPOSTO A VEDERE LA PARTITA ALLO STADIO!! E QUESTO DI CERTO NON MI FA PIACERE!

  3. Chiedere è lecito e rispondere è cortesia…Basta con i gruppi organizzati…Telecamere e controlli seri allo stadio… Daspo ? Troppo poco… Galera min. 2 anni con annesse multe per quelli che portano la violenza in tutti i luoghi pubblici (tra cui lo stadio)…

  4. ragazzi purtroppo non è solo napoli così, ma tutta italia siamo rimasti ancora ai tempi che gli ultrà aspettano le tifoserie avversarie x fare i tafferugli aggiorniamoci tutti cambiamo cultura (vedi inghilterra) e rivedremo di nuovo le famiglie allo stadio

  5. viva il pregiudizio!!!…questo vi fa comodo pensare o vogliono che si pensi…che il tutto si riduca ad un gruppo di scalmanati che distrugge..a tal proposito roma dopo il 31 agosto non esiste piu,rasa al suolo…la televisione cosi ha detto……che ruba, che delinque….ci sarebbe tanto di cui discutere e dissentire ma lascio i commenti a voi perbenisti,moralisti, ipocriti che continuano a vivere dietro ad un vetro invece di infrangerlo e tuffarsi nella realta…ah mi raccomando i cori, le canzonette e le ridicole parodie al vostro beniamino lavezzi, il vostro idolo che tanto ha fatto per Napoli…..nessun rispetto per chi non rispetta e suda la nostra maglia…via da Napoli!!!!
    un ultras, lavoratore,onesto, e soprattutto non ignorante

  6. Grande LuigiDM! Volevo aggiungere un commento, ma dopo aver letto il tuo non potrei aggiungere niente di più sensato ed azzeccato. Faccio mie le tue parole…una, per una!

  7. i gruppi organizzati rovinano il calcio..
    allo stadio solo per far casino: petardi, fumogeni, cori razzisti e contro la polizia..
    ma lo trovano il tempo di vedere la partita??

    sono stato abbonato in curva per diverso tempo e peggiora anno dopo anno!
    meditassero questi signori.. è colpa loro se sempre più persone ripiegano sulle pay tv

  8. Io dopo anni di abbonamenti, 4 per ogni anno, nauseato dal comportamento dei cosi´detti ultras ho rinunciato a venire allo stadio, e mio malgrado ho dovuto abbonarmi alle tele di berlulota per seguire le partite, ora ben vengano le leggi razziste che non vi fanno entrare negli stadi questa e´l´unica legge che mi trova d`accordo con il il ministro da voi eletto, spero che gli stadi vengano ripuliti dalla delinquenza che si annida tra di voi, e che si possa ritornare allo stadio insieme alle famiglie, e in tutta l`Italia.

  9. Quoto al 101% l’intervento di LuigiDM. Anch’io per il passato ho frequentato il S.Paolo. Ma allora lo stadio era una “bolgia” in senso esaltante.
    Bordate di fischi per stoppare l’azione avversaria e incitamenti continui ai nostri.
    Allora il pubblico era davvero il 12° in campo.
    Poi la nascita degli Ultras ha fatto morire questo aspetto sano del tifo e lo stadio è diventato palesta di violenza, il luogo dove sfogare i propri istinti e con la sicurezza di farla franca. A questi estremisti del gioco non interessa nulla. Li abbiamo visti tutti rimanere per l’intero incontro con le spalle al campo di gioco perchè interessati ad altro.
    E perciò anch’io, come tanti, tifo in TV.
    E ricordiamoci che gli episodi dello scorso campionato (divieto di trasferte) hanno sicuramente sottratto qualche punto al Napoli.
    Ogni commento è superfluo.
    FORZA NAPOLI SEMPRE.

  10. ragazzi x favore….nn siate qualunquisti…nn giudicate sempre senza conoscere la vita d questi ragazzi!!..associate sempre ultras a delinquenza nn è cosi!…Almeno i fedayn…è tutta gente ke lavora e ke ama andare allo stadio..senza restrizioni cn libertà xkè tutto ciò è anticostituzionale!…gente ke vuole il calcio di una volta..qnd gli stadi erano sempre pieni xkè il calcio era solo divertimento..e nn un business!!…nn fate i soliti qualnquisti xkè giudicate da ciò ke i giornali dicono…xkè spesso e volentieri dicono falsità assurde ke fanno comodo a qualk1..cosi come fanno cn la nostra città!…xciò prima d giudicare gente ke lavora ed ha famiglia,adulta,amanti dello stadio di una volta e del calcio d una volta,pensateci su 300 volte….ma cosi come nella vita!! un saluto e forza napoli

  11. Noi tifosi non organizzati, siamo stati definiti da qualcuno…manipolati dai media. Ma ci rendiamo conto di cio’ che diciamo? Siamo manipolati in realtà dal tifo organizzato che ci costringe ad abbandonare lo stadio se c’è uno “Sciopero”, da spostarsi se hai preso un posto destinato a loro, di alzarsi in piedi se loro sono in piedi!!!
    Viva lo stadio libero dagli Ultrà.

  12. dai non fate i ****, da quando il napoli e’ andato in A e in intertoto sti tifosi di cortesia hanno messo la testa fuori dal sacco, dove eravate durante le trasferte di serie C? con le vostre famiglie? o non ci siete andati perche’ avete paura che uno spinello vi possa far male? Gli ultras SONO il calcio, i tifosi bardati con magliette e sciarpe la domenica pomeriggio servono solo a vendere *** alle societa’ e alle tv! Documentatevi prima di parlare tifosi d’occasione, violenza quale?
    no al calcio moderno, no alla paytv!
    forza napoli, forza st pauli!

  13. a me nn piace il tifo organizzato – sono solo dei debosciati che vogliono fare casino allo stadio- avere biglietti gratis e combinare guai a scapito dei tifosi a modo – io per colpa loro nn vado più allo stadio – preferisco guardare le partite in tv.Sto più comoda – nn mi manca nulla e nn sono costretta a vedere quella ***** gente che fa parte del tifo organizzato.

  14. bene..noto senza tanta meraviglia che a parte un paio di interventi molto simili al mio in quanto ad argomentazione ed esposizione di fatti si continua a fare del qualunquismo senza peraltro tener minimamente presente le testimonianze e le cose asserite ma continuando solo ed esclusivamente a sparare a zero…mi trovo costretto dunque a chiarire diversi punti che davvero non mi vanno giu.
    in primis riguardanti la delinquenza e la pseudo richiesta di biglietti o agevolezioni varie; i veri ultras a napoli hanno sempre definito papponi e miseri uomini coloro che celandosi dietro la denominazione di ultras effettuavano questa sporca mercanzia, anzi lavoro vero e proprio e mi riferisco ad episodi passanti ma anche recenti….inoltre personalmente ma credo a ben ragione di parlare a nome di molte persone che militano ho anni e anni di abbonamenti alle spalle…di trasferte per seguire il nostro napoli (anche e soprattutto negli anni della c….chissà quanti di voi sapientoni vi erano…..anche in casa eh….) fatte di sacrifici, dovendo far conciliare orari di lavoro assurdi e perche no grossi esborsi economici, vedi atene lisbona e ultima ahime roma dove il famoso viaggio costò una bella cifra e chi c’era lo sa…..per quanto riguarda la vita di curva volevo informare i sapientoni che echeggiano qui sopra che in italia oltre alle leggi esistono leggi non scritte le cosidette consuetudini o usi, e per quanto questo sia diciamo cosi inconcepible da che mondo in mondo in tutti gli stadi del mondo la curva non è solo il settore popolare per i meno abbienti ma bensi il fulcro del tifo della passione del sostegno, di coloro che vivono diversamente la partita; al di la del risultato e del fuorigioco ma come orgoglio e dimostrazione di appartenenza alla propria città ai propri vessilli ai propri colori, applaudendo se c’è da applaudire, contestando se c’è da fare (guai a parlare male di lavezzi…)gioiendo e recriminando ma tutto cio vivendo la curva e ci vogliano scusare se poverini si trovano a dover sopportare lo sventolio di una bandiera, l’esposizone di striscioni che toccano vari temi di interesse nazionale per far sentire anche la nostra voce;che sia la guerra di gaza,qualche malcontento istituzionale o semplice solidarietà e rispetto verso le vittime del terremoto dove senza un minimo di rispetto appunto tutto lo stadio non ha seguito l’invito degli ultras malviventi di abbandonare lo stadio poichè non vi era nessuno spettacolo imperdibile difronte ad una tragedia simile….. di doler cantare tutti insieme un coro (e nn parlo solo di quelli di contenstazione ma di qualsiasi a prescindere) o l’odore acre di un innocuo fumogeno che gli guasta la digestione del ragù appena ingerito o magari gli rompe l’appetito per quello che freme di raggiungere a casa….per quanto riguarda il capitolo della delinquenza è ovvio naturale scontato che in una metropoli in curva soprattutto vi si trovino anche e non pochi elementi…daltronde è il riflesso della società in cui viviamo..si sta parlando di Napoli non certo di vercelli…ed è gia difficile fare l’ultras a napoli ma essere poi etichettato e additato di malavita non è bello per tanta gente che fa davvero sacrifici non avendo tutti le stesse capacità finanziarie….purtroppo questa è la città in cui viviamo dove vige il fanatismo a vari gradi e a varie sfere…i veri ultras sono pochi e si prendono tutte le macchie….con questo non voglio assolutamente dire che sono dei santi, ci sarebbe da argomentare per ore ma purtroppo manca un presupposto fondamentale che è l’obiettività…..avanti ultras sempre

  15. Chi difende i fedayn si guardi le partite inglesi o spagnole o francesi……la civilta’ puo’ essere trasformata in tifo e viceversa….qui’ a napoli abbiamo ancora reminescenze del dominio degli spagnoli…..ma non solo nel calcio…purtroppo.

  16. per sergio… si bravo vai in inghilterra guardati la partita seduto al tuo posto, e non provare ad accenderti una sigaretta che ti cacciano…. ma per favore viva le curve argentine e italiane!!!! viva il colore, viva il calore,viva gli ultras!!!
    ma poi ancora sto fatto delle famiglie negli stadi… ma scusate un ultras non può avere famiglia? a parte che ci sono un sacco di ultras che tramandano ai propri figli la loro passione portandoli in curva fin da picoli, e poi ricordati bene che per un ultrà la famiglia è la propria curva… che sia napoli o juve stabia…
    un saluto a tutti i fratelli

  17. X Cultura,etica,rispetto…ultras perfetto…
    Caspita come sei prolisso, sei un politico? Sei bravo nel disquisire…ma fai due XXXe.
    I concetti che non mi sono chiari sono:
    1) ma il tuo biglietto di curva costa più di quello di curva dei tifosi occasionali ? (Dato che non ti vai a divertire allo stadio ma ad eseguire una “missione”)
    2) ma voi Ultrà valete più degli altri? (perchè rovinare il ragù ad altre persone?)

    Sempre forza Napoli

  18. dai andate tutti a casa seduti sul divano a vedere la partita e *******, visto che cosi’ vi si deve trattare. non date aria alla bocca solo per criticare, se volete farlo fatelo con coscienza e conoscenza, chi e’ tifoso sa cos’era il CUCB e che m**** c’era dietro, e molti dei tifosi che oggi si fanno chiamare tali non hanno visto questo passaggio dal cucb a quello che e’ ora la curva b ed anche la a. poi voglio ricordare i signori bardati che il calcio e’ uno sport popolare, quindi lasciatelo a chi ci mette anima e corpo, a chi usa metodi viscerali per evadere dal lavoro, i signorini e i vip sono arrivati dopo nel calcio e come al solito l’hanno comprato e provano a portare la loro cultura di buonismo e perbenismo dentro lo stadio. mentre il popolo quello che lavora e viva di stenti si indigna se ci sono guerre ingiuste e assassine, se si continua a giocare a calcio anche dopo un terremoto, o dopo la morte di un tifoso, perche’ i signorini devono vedere la partita non possono pensare a qualche pezzente che crepa, o le tv devono guadagnare non possono fermare gli introiti per qualche morto… come? diffamando il “plebei” ultras, additandoli con termini teppisti, violenti, drogati..
    lasciateci il calcio e riprendetevi il cricket.
    no al calcio moderno no alla paytv!

  19. Cari Perbenisti,Cari Tifosi “Civili”,
    giusto per dirvene una, i Fedayn sono l’unico gruppo che, durante un minuto di silenzio, fanno UN MINUTO DI SILENZIO.
    Probabilmente, se voi criticate i Fedayn e gli Ultras in generale, fate parte di quella restante parte di tifosi che durante il rispetto di un minuto di silenzio (come capita sovente prima di un incontro) stanno lì ad applaudire o a discorrere ed urlare.
    Voi siete i civili? Voi siete le persone perbene?
    Per il signore che decanta tanto l’Inghilterra, pensa che in Inghilterra siano tutti santi ? Il signore crede che prima, durante e dopo l’amichevole del Napoli con il West Ham, i tifosi avversari ci abbiano accolto con pacche sulle spalle e vari “WELCOME NEAPOLITAN PEOPLE”. Beh, il signore prima di parlare dovrebbe documentarsi e non parlare per clichè. La violenza e l’inciviltà c’è anche nella sua amata Inghilterra, poi se vuole verificare di persona, ci sono voli Low Cost (visto che lei frequenta la curva, non credo possa permettersi una business class) ed in un’oretta si troverà in Inghilterra, magari le piacerà così tanto che si tratterrà anche.
    E’ inutile paragonare l’Italia ad altri Paesi. Noi abbiamo la nostra cultura, gli inglesi altra cultura, così per gli spagnoli e via discorrendo, ma la delinquenza e l’inciviltà esiste ovunque.
    Probabilmente siete amanti della parte Folkloristica della curva è vero? A voi piace cantare : “Oi Vita Oi Vita Mia” al termine della partita. Beh, a noi Ultras, questo provincialismo non piace. A voi piace mangiare probabilmente anche la frittatina sugli spalti, questo ci dispiace non fa parte invece della nostra cultura. Molti di voi dimenticano che, quando non esistevano pay per view e la partita o la vedevi allo stadio o l’ascoltavi per radio, gli Ultras venivano anche criticati se non cantavano abbastanza. Allora vi facevano comodo gli Ultras? Il signore che è convinto che eludendo gli Ultras dalle curve il San Paolo possa fare 65000 spettatori forse è meglio che sappia che stanno facendo di tutto per eliminare tutti dagli spalti, non solo gli ultras. Ci sono interessi economici e politici che vogliono questo. Vogliono rendere il Calcio un Reality Show, come sta accadendo su Sky. Vogliono farvi vedere le mutande di Totti negli spogliatoi, è questo quello che volete ? Noi amiamo troppo il calcio ed il Napoli per volere questo. Gli ULTRAS sono gli unici ad aver voglia ed energia di rivolta in un Paese in
    cui i cittadini si fan passare sopra ogni sorta di abusi, di
    soprusi e di autentiche violenze sempre chinando la testa. Questa è la differenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here