ESCLUSIVA NapoliSoccer.NET con Gianluca Di Marzio

10
105

A seguito dell’indiscrezione lanciata ieri da Sky Sport24 che dava per concluse le trattative per Quagliarella e Cigarini, la nostra redazione ha deciso di contattare il telecronista Sky, nonchè esperto di mercato Gianluca Di Marzio, per saperne di più sui punti più salienti che negli ultimi giorni stanno tenendo banco a Napoli.

Gianluca, stando alle tue anticipazioni sembra fatta per Quagliarella e Cigarini in azzurro. In riferimento a quest’ultimo, alla luce degli 11 milioni spesi, ritieni sia il regista adatto per guidare il centrocampo azzurro dell’anno prossimo?
E’ fuor di dubbio che sarebbe stato più utile, nell’immediato, acquisire i cartellini di uno tra Thiago Motta, D’ Agostino o Ledesma, ma nonostante il Napoli ci abbia provato non è stato possibile trovare un accordo. Thiago Motta è rientrato nell’affare con l’ Inter, D’Agostino verrà ceduto a cifre importanti e lui chiedeva di poter giocare da subito in un club di prima fascia, per Ledesma invece si sa che non è facile trattare con Lotito. Per quanto riguarda Cigarini credo che sia un’ ottima scelta, il Napoli ha preso il meglio di quello che poteva prendere nel mercato, si parla di un giovane che ha grandi prospettive e ha la giusta personalità per stare in mezzo al centrocampo azzurro. Napoli sarà un importante banco di prova per lui, anche in chiave futura, per un’eventuale convocazione in Nazionale.

Due belle sorprese, ma una grana da risolvere: Lavezzi. E’ davvero gelo tra lui e la società?
Si, è una situazione difficile. Il gelo, se di gelo si può parlare, c’è già da un mese e mezzo, ma Mazzoni (ndr procuratore) negli ultimi giorni è uscito allo scoperto. Se da un lato la società, che ha già due volte rinnovato il contratto all’argentino, ha ragione a non voler ridiscutere nuovamente con il procuratore, dall’altro lato bisogna tenere conto delle volontà del giocatore. Io spero sinceramente che le due parti si parlino comportandosi in maniera matura e che si faccia il bene del Napoli. La dirigenza ha comunque voglia di trattenerlo.

Più volte il Presidente ha parlato di almeno 3-4 acquisti di grande livello. Chi c’è ora nel mirino della triade azzurra?
Donadoni ha chiesto esplicitamente un portiere ed un difensore. I nomi dei portieri papabili sono quelli circolati nelle ultime settimane, ovvero Marchetti come prima scelta anche se Cellino non lo lascerà partire facilmente, Amelia che non è detto resti a Palermo e Cassano del Piacenza che però è alla sua prima buona stagione in Serie B. Per quanto concerne il difensore, non è ancora uscito allo scoperto l’identikit, l’unica cosa che si sa è che si tratterà di un giocatore con esperienza, data l’attuale giovane età media che ha il reparto arretrato.

Acquisti di casa nostra, acquisti d’oltreoceano. Considerando la poca incisività degli acquisti argentini nelle ultime due sessioni di mercato, ritieni che Marino abbia ancora intenzione di battere piste sudamericane per rafforzare la rosa nell’imminente calciomercato?
Non credo che i flop di Denis e Datolo incidino più di tanto su questo argomento. Se si presenterà l’occasione giusta Marino piazzerà il colpo ancora una volta, anzi, nel caso Lavezzi venga ceduto tornerà nuovamente di moda il nome di Salvio per l’attacco.

Capitolo Russotto, tanto talento, tanto affetto da parte dei tifosi napoletani nei suoi confronti, ma a quanto pare la dirigenza non sembra intenzionata a confermargli la fiducia. Qual è la verità?
E’ evidente che il Napoli non sembra intenzionato a riscattarlo, prova ne è che Donadoni a turno ha fatto ruotare un po’ tutti per vedere chi fosse funzionale al progetto e chi no e Russotto non ha avuto spazio. Forse non è ancora pronto per una grande piazza, ha un ruolo un po’ ambiguo non si sa se funge da seconda punta, da esterno… E’ un trequartista, ma il Napoli non gioca con il trequartista. A noi piace perchè lo vediamo giocare solo nei venti minuti finali di tanto in tanto, evidentemente non gli si riconoscono certe qualità.

Ultima domanda. Sei un grande conoscitore di mercato, se tu fossi il presidente del Napoli, escludendo i nomi già accostati al club azzurro, quale giocatore porteresti al San Paolo?
Non è una domanda semplice, ce ne sarebbero diversi… Però penso che se dovessi fare un ulteriore sacrificio prenderei Felipe dell’ Udinese. Ha già la giusta esperienza in Italia, è giovane, sa dirigere bene una difesa, ha personalità. La sua valutazione si aggira intorno ai 15 Milioni e tra lui e Zapata il sacrificio lo farei per lui.

Grazie Gianluca, alla prossima.
Grazie a te, un saluto a tutti i lettori di NapoliSoccer.NET

Redazione NAPOLISOCCER.NET – Alessandro Greco 

E’ consentito l’uso, anche parziale, dell’articolo previa citazione della fonte



10 Commenti

  1. wa e poi l’udinese gioca con la primavera……….cmq cigarini è vero che è una promessa ma non ha esperinza e a noi quello serve.
    E poi se il pocho va via con gli stessi soldi forse un pochino in + prenderei il grande Antonio cassano ce vicino a Quagliarella starebbe tropp bell.
    Speriamo bene!

  2. felipe? l’unica cosa positiva che è giovane, NON ERA MEGLIO CANNAVARO SI DOVEVA PAGARE SOLO L’ INGAGGIO!!! alro che sacrificio economico!!!
    IEZZO, SANTACROCE, MATERAZZI ( SVINCOLATO) PERCHè NON PRENDERLO, CONTINI, PASQUAL, MAGGIO, LEDESMA, GARGANO, HAMSIK, QUAGLIARELLA, TONI!!!

  3. mikynap hai ragione, ma allora nn ti dimenticare che il napoli lottava per i primi posti, mentre invece oggi purtroppo il napoli si è ritrovato negli ultimi! è chiaro che secondo me lo disse, con la speranza che il napoli potese andare in uefa o addirittura in champions, mentre invece oggi dice queste cose, xchè come molti è rimasto deluso, ma no sulle prestazioni della squadra, ma da un fattore ben più importante(obiettivi-economici)! tu ci pensi se il napoli avesse centrato gli obiettivi prefissi, oggi sicuramente stavamo in europa, con un rinnovo dell’ingaggio a lavezzi, e soprattutto andava bene lui! mentre ripeto oggi si trova indietro rispetto a quello che ci si aspettava,senza obiettivi senza ritocco dell’ingaggio(soprattutto con il disastroso girone di ritorno) e senza champions! infatti quando lui dice( il liverpool nn solo lo pagherebbe di più da un punto di vista di ingaggio, ma farebbe anche la champions!) proprio x questi motivi che ho precisato! mazzoni mercenario, x fare la champions ci vogliono gli attributi!

  4. qui’ sembra che l’udinese si trasferisca a napoli….io comunque una riflessione la farei, l’udinese ha questi campioni ma vorrei capire come mai e’ finita dalle parti del napoli in classifica e poi secondo me ci stiamo troppo fissando su giocatori esterni, ma quelli che abbiamo e che solo per un fatto di accordi economici saltati, non hanno reso piu’? , siamo sicuri che il napoli non abbia gia’ dei campioni in squadra? il napoli ha diversi nazionali nella rosa: SANTACROCE, LAVEZZI, MAGGIO, GARGANO, DENIS, AMSIK, alziamo il tetto ingaggi se vogliamo stare tra le grandi se poi qualcuno si scoccia di stare qui’ perche’ trattenerlo?.

  5. aggiungo che se proprio devono venire dei nuovi giocatori allora miriamo in alto e guardiamo al brasile, questo Nilmar e’ un fenomeno vero e non si commenta solo da youtube, per lui si puo’ sacrificare anche lavezzi, premesso che mi dispiacerebbe molto se andasse via. Quali sono queste promesse fatte al giocatore e non mantenute da De Laurentis? Ricordo ad Aurelio che lavezzi ha dato esempio di quello che puo’ diventare e forse i campioni vanno oliati meglio, perche’ sono loro che ti portano l’europa e i soldini…si riceve quello che si da’ una sola cosa ha sbagliato il pocho e’ stata quella di fermarsi si quello non e’ da campioni e mi spiace molto dirlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here