Avviso di garanzia per Salvatore Aronica

1
25

La Procura di Palermo ha emesso quattro avvisi di garanzia, con l’accusa di frode sportiva, nei confronti dell’ex ds rosanero Rino Foschi (oggi a Torino) e degli ex giocatori dell’Ascoli Franco Brienza, Vincenzo Montalbano e Salvatore Aronica. L’atto contiene anche un invito a comparire per gli indagati, che, nei prossimi giorni, saranno interrogati dai pm della Dda del capoluogo.
Foschi e gli ex giocatori dell’Ascoli (all’epoca dei fatti il difensore del Napoli vestiva la maglia dell’Ascoli) sono coinvolti nell’inchiesta, nata dalle dichiarazioni dell’ex procuratore sportivo Marcello Trapani, in carcere per associazione mafiosa, su una presunta combine sportiva ordita, nel campionato 2002-2003, per far salire in serie A il Palermo. I rosanero pero’, poi, non riuscirono nell’impresa, perdendo l’ultima partita contro il Lecce per 3-0.
Trapani ha riferito ai magistrati che Foschi sarebbe intervenuto per truccare la partita Palermo-Ascoli, decisiva per la promozione. Sempre secondo gli inquirenti, per l’aggiustamento del match, i tre giocatori della squadra marchigiana avrebbero ricevuto 250mila euro. Sempre a dire dell’ex procuratore sportivo, che ora collabora con i magistrati ed e’ entrato nel programma di protezione per i pentiti, in quel campionato sarebbe stata ”truccata” anche la partita successiva: quella tra il Verona e la squadra siciliana. Sul punto, pero’, il collaboratore non ha saputo dare ulteriori informazioni. Dalla ricostruzione dei pm, e’ emerso che l’allora allenatore dell’Ascoli, Bepi Pillon, sarebbe venuto a conoscenza dell’accordo e avrebbe impedito ai tre giocatori di scendere in campo il 24 maggio. In effetti Brienza, Montalbano e Aronica non giocarono.
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Ansa

1 COMMENT

LEAVE A REPLY