Catania – Napoli, Le Probabili Formazioni

6
69

Il Napoli sarà di scena al Massimino dove affronterà il Catania, in un match che non avrà niente da dire per entrambe le formazioni. Arrivano buone notizie dall’ infermeria azzurra dove Gargano ha completamente recuperato dal suo infortunio al piede e sederà in panchina, così come Rinaudo, che tornato disponibile dopo una lunga degenza, si gioca una maglia da titolare con Aronica. Come ormai noto, Donadoni dovrà fare a meno dei soliti Maggio e Iezzo, mentre per questa partita saranno indisponibili anche Cannavaro e Hamsik per problemi fisici sorti in questa settimana. Marcelo Zalayeta, sarà relegato in panchina, a vantaggio ancora una volta di Denis. Il tecnico azzurro riproporrà il 3-5-2 di queste ultime giornate di campionato, escludendo Blasi dall’ unidici titolare, confermando Datolo. Montervino ha vinto il ballottaggio con Grava per occupare la fascia destra di centrocampo, mentre il Pocho Lavezzi sarà regolarmente in campo dopo aver superato i suoi problemi muscolari. Quindi, avanti a Navarro, i tre centrali di difesa saranno Santacroce, Aronica e Contini. Sugli esterni di centrocampo agiranno Montervino e Mannini, mentre al centro Bogliacino, Datolo e Pazienza. In attacco, il tandem sarà composto da Denis e Lavezzi.
Anche il Catania così come il Napoli non ha più niente da chiedere a questo campionato, ma senza dubbio ci terrà a chiudere bene la stagione dinnanzi al proprio pubblico. Non saranno della partita in casa etnea Biagianti, Ledesma e Potenza, oltre a Silvestre squalificato per un turno. Zenga proporrà il 3-4-1-2 usato nelle ultime giornate, dove, avanti al portiere Kosicky, la linea difensiva prevederà Stovini, Terlizzi, e Capuano. A centrocampo ci saranno Izco, Carboni, Tedesco e Llama, mentre a sostegno del duo d’attacco Martinez – Morimoto ci sarà Mascara.

CATANIA (3-4-1-2): 12 Kosicky; 6 Stovini, 23 Terlizzi, 33 Capuano; 13 Izco, 5 Carboni, 19 Tedesco 11 Llama; 7 Mascara; 27 Martinez, 15 Morimoto.

 

Panchina: 20 Acerbis, 29 Maccarone, 18 D’Amico, 21 Silvestri, 29 Sciacca, 9 Paolucci, 14 Falconieri. All. Zenga


NAPOLI (3-5-2): 30 Navarro; 13 Santacroce, 96 Contini, 6 Aronica; 4 Montervino, 5 Pazienza, 18 Bogliacino, 15 Datolo , 77 Mannini; 7 Lavezzi, 9 Denis.

Panchina: 22 Gianello, 83 Rinaudo, 2 Grava, 8 Blasi, 23 Gargano, 12 Pià, 25 Zalayeta. All. Donadoni

Stefano Perna – Redazione NapoliSoccer.NET
 



6 Commenti

  1. Mister ma quando si decide di far giocare almeno un­ paio di volte dal 1 minuto la coppia Lavezzi – RUSSOTTO­ ? Oppure Pià – RUSSOTTO ? DENIS ha dimostrato già­ prima con REJA quanto vale. Per una volta i tifosi­ andrebbero anche accontentati. Gli esperimenti e gli­ innesti vanno ponderati ma DENIS con LAVEZZI è stato­ già fatto e ha dato risultati negativi. Anche se DENIS­ è rimasto stregato da questa città LUI certamente con­ le sue giocate non ha stregato NAPOLI, anzi quando­ gioca è l’ uomo in più per la formazione­ avversaria. I napoletani e credo di parlare per tutti­ sono stanchi di vedere un DENIS che è già stanco lui,­ figuriamoci poi a vederlo giocare.

  2. hey mister mi fa piacere che in attacco hai preferito denis a zalayeta, ma dovresti ritagliare qualche spazio anke a russotto il quale si è dimostrato un grande giocatore nonostante la sua giovane età. per il resto è una buona propabile formazione. speriamo di fare una bella figura domenica e di dimostrare alle altre squadra che ormai trattano il napoli come una squadra di serie C perchè la sottovautano, e io come molti altri napoletani da fastidio questo perche siamo forti o meglio eravamo forti ad inizio campionato, ma poi nn si sa come i giocatori hanno smesso di giocare come se il campionato fosse finito a gennaio dimenticandosi che di mezzo c’era la qualificazionein uefa o addirittura in champion leauge. spero che se qualcuno possa leggere questo commento possa capire quanto noi napoletani siamo delusi e amareggiati, ma soprattutto siamo tristi per la discesa senza freni del napoli in questa stagione…

  3. caro mister almeno per una volta, a prescindere dal risultato che poco interessa, perche non provi Russotto fin dal primo minuto tanto questa partita non conta nulla perdere non ha importanza abbiamo iniziato alla grande finiamo per essere ridicoli…ma intanto incominciamo a scoprire il talento di questo giovane

  4. A questo punto della stagione una formazione vale l’ altra anche perchè ormai Donadoni conosce bene tutta la rosa e non ha più bisogno di fare esperimenti per decidere quali calciatori devono rimanere e quali partire.Noi tifosi dobbiamo archiviare questo girone di ritorno che è stato allucinante e concentrarci sulla campagna acquisti senza però criticare a prescindere le scelte della società ma aspettare che il mercato finisca e poi ognuno farà le proprie valutazuoni e deciderà se dare fiducia alla nuova squadra abbonandosi per vedere le il Napoli allo stadio o in tv.Tenete presente però che non è facile fare mercato perchè siamo fuori dall’ Europa e poi non si è ancora capito quali sono stati i problemi che ci hanno fatto entrare in questo tunnel.Un calciatore prima di accettare di venire a Napoli ci pensa bene.La concorrenza è tanta,ci sono tante piazze come ad esempio Genova che in questo momento forse offrono più garanzie sia dal punto di vista tecnico che della tranquillità.Se avessimo conquistato l’ Europa un calciatore come Floccari a Napoli sarebbe venuto a piedi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here