Cigarini: “Orgoglioso di piacere a Donadoni. Napoli piazza prestigiosa”

3
49

«Sono orgoglioso di piacere a Donadoni, ex giocatore di spessore in­ternazionale, ex Ct della Nazionale italiana, alle­natore emergente; e sono orgoglioso che il mio nome sia accostato a quello di un club prestigioso come il Napoli». Era già scritto nel libro dell’esistenza di Luca Cigarini che sarebbe successo al San Paolo, la prima volta… «in cui mi sono sentito un calcia­tore vero». Le coincidenze sono le cica­trici del destino e il 5 giugno del 2005, in quella Fuorigrotta stipata da sessantamila ti­fosi, Napoli-Sambenedettese (semifina­le play-off di C/1) fu uno show che ru­bò gli occhi e l’anima a Luca Cigarini, il professore- metodista d’un centrocam­po in cui c’erano pure Amodio e Boglia­cino: «Fu una delusione, quella sconfit­ta. Però la giornata m’è rimasta dentro».

«Faccio una premessa: io sono un giocatore dell’Atalanta che mira a chiudere benissimo questa stagione per me determinante. Di mercato non par­lo, lascio che siano le società a farlo. Il mio ruolo è in campo. Però garantisco che non ho paura delle pressioni, che non sono spaventato assolutamente dalle attese e che dal punto di vista psi­cologico sono pronto a so­stenere qualsiasi esame: fa parte del gioco».

Napoli è la cartolina mo­stratagli dagli amici: «Coppola e Garics mi prendo­no in giro, io leggo come gli altri e resto lucido e distante dalle notizie. Diciamo che se ne parla e ciò vuol dire che con l’Atalanta sto facendo bene. Io uomo del momento? Mi sembra troppo, onestamente. Come mi piace giocare? Farei anche il centra­le difensivo per scendere in campo, ma in un centrocampo a tre, sistemato da­vanti alla difesa, penso di dare il meglio di me stesso. Però anche a due me la cavicchio, dài, quest’anno con Del Ne­ri non mi sono dispiaciuto, io e Guaren­te ci siamo difesi benino. I calciatori preferiti? Da ragazzo, ammiravo Zida­ne. Però adesso qualcuno vuol avvici­narmi a Pirlo, il mio punto di riferimen­to: per esser come lui, devo masticare ancora un bel po’ di calcio». Futuro prossimo, stagione 2009-2010: Napoli, lezioni di calcio.

Redazione Napolisoccer.NET – Fonte: Corriere dello Sport
 

Condividi
Articolo precedenteIl 2 giugno amichevole per il Napoli in Slovacchia
Prossimo articoloDonadoni: “Sono ottimista per il futuro”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


3 Commenti

  1. cigarini è senza dubbio un ottimo calciatore ma io punterei su calciatori più esperti e di forte personalità tipo ledesma,d’ agostino o thiago motta perchè prendere per mano il centrocampo del napoli non è facile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here