Moggi: “Il Napoli ha bisogno di giocatori di esperienza”

10
101

"Il Napoli non ha una base d’esperienza nei ruoli chiave, organico sensibilmente da ritoccare”
“Sbagliata la gestione del caso Zalayeta, troppe libertà ai sudamericani”

L’ex direttore generale di Napoli e Juventus, Luciano Moggi, intervenendo a “Radio Goal”, sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Le panchine della prossima stagione? Ranieri resta quasi certamente alla Juve, Ancelotti lascia il Milan ed al suo posto vedo bene Gasperini. Preziosi ha detto che resta al Genoa? Appunto… Spalletti? Il suo problema è legato alla Juve: se Ranieri resta, anche lui resta alla Roma. Le cause principali della crisi del Napoli sono dovute alla preparazione della Coppa, che hanno gravato su una squadra senza classe. Una volta scaduta la condizione atletica, il Napoli ha avuto grandi difficoltà. Direi che la posizione in classifica degli azzurri rispecchia fedelmente i suoi valori. L’organico è certamente inferiore a quello delle squadre che precedono il Napoli. Il Napoli ha bisogno di una struttura basata sull’esperienza, che purtroppo non ha. Il regista? Ci vuole solo in un film. Quando ho venduto Zidane, ho preferito l’agonismo piuttosto che la tecnica ed ho preso Pavel Nedved. Il Napoli deve prendere tre, quattro giocatori di trent’anni, che facciano da chioccia ai più giovani. Solo in questo caso allora i giovani vanno benissimo. Prendiamo Hamsik: è scaduto di condizione anche perché non ha avuto la collaborazione, a centrocampo, di giocatori che potessero metterlo nelle condizioni ideali per fare il suo lavoro. Hamsik non aveva nessuno che potesse aiutarlo dal punto di vista psicologico e morale. Per il futuro, poi, prenderei meno sudamericani. I voli transoceanici creano problemi alla squadra, quindi sarebbe meglio non acquistarli. Certo se sono campioni che danno un’impronta va bene, ma nel caso del Napoli, meglio lasciarli dove stanno e guardare ai calciatori europei.

La scelta di Donadoni? Donadoni è una persona squisita, un professionista eccellente ma ha bisogno di fare esperienza. Mi auguro che impari in fretta quello che è Napoli, che comprenda la voglia di vincere della piazza.

Forse è stata un po’ affrettata. Un allenatore italiano conosce ogni calciatore, titolare o riserva che sia e non credo ci fosse bisogno di esonerare Reja per consentire a Roberto di conoscere la rosa del Napoli. la squadra, tra l’altro, non ha più nulla da dare e ciò che ha fatto con Reja, sta puntualmente ripetendo anche ora. D’altro canto, quando manca la base, bisogna accettare il gioco che c’è e capire che si è sulle gambe. Il fatto che a Lecce il Napoli sia sembrato in ripresa è un fatto che fa piacere perché non si possono fare figure meschine come quella di Siena. Il caso-Zalayeta? Ricordo Marcelo come un professionista serio, uno dei sudamericani migliori, come lavoratore. Nella Juventus non ricordo una sua irreperibilità di due giorni. Bastava mezza giornata che partiva subito per l’Uruguay: forse a Napoli chi lo gestisce evidentemente ha permesso al gruppo dei sudamericani qualcosa di troppo. Per il futuro, ad ogni modo, credo che l’organico vada sensibilmente ritoccato in ogni ruolo.

La spaccatura tra A e B? Cambierà la struttura: i grandi club creano un settore giovanile eccellente e la scissione tra le due Leghe sarà problematica. La A è il traino, la B vivacchia alle sue spalle e la scissione non dico che farà sparire la Lega di B, ma quasi. Quando le società della massima serie non potranno valorizzare i propri giovani in B, ci sarà un grande contraccolpo, soprattutto nel settore giovanile. La serie A, così, avrà sempre più soldi, la B sempre meno”.

Redazione NapoliSoccer.NET



10 Commenti

  1. Parole sante!!

    Sarà vero calciopoli etc etc… Va condannato etc etc… Ma Luciano Moggi a mio parere è un genio del calcio! Secondo me in assoluto l’unico uomo che può fare insieme il Direttore Generale e Sportivo!!

    Grande intenditore di calcio e grande gestore di uomini… Lui si che saprebbe far ritornare il Napoli in alto!!

  2. prendiamo il signore moggi al posto di quel lardoso di marino……sicuramente il napoli farebbe un grande salto di qualità!!sicuramente moggi 11 milioni di euro non li sprekerebbe per uno dell’86 come cigarini……..abbiamo troppi giovani!!cigarini sarà anke una promessa ma al napoli non servirà proprio…………secondo me de laurentis e marino saranno troppo ottusi e ignoranti di calcio per capire questo!

  3. Analisi dura ma assolutamente irreprensibile, Moggi ha perfettamente detto come stanno le cose. Del resto non si è mai messo in discussione la persona che conosce bene il calcio, ma l’uomo che truccava le partite della Juve.
    A questo punto anche io prenderei europei trentenni o quasi che hanno esperienza e possono far crescere il tasso tecnico, prendendo 2 difensori 1 regista e 1 attaccante di 29-30 anni.
    Ad ogni modo, Donadoni è uno che ne capisce ed negli anni del Milan, era perfettamente così…credo che Maldini è Maldini solo grazie a Baresi.

  4. Il calcio sta cambiando ed i vecchi esperti come Moggi restono ancorati alle loro idee ormai superate. La politica dei “giovani programmati” attuata dalla triade De Laurentiis – Marino – Donadoni ben presto darà ottimi risultati e certamente non saranno più commessi errori come in questo campionato.

  5. ———————————–NAVARRO———————————
    —­———————————-MEZA———————————–­­—
    ———————–KJAER——————–ZUNIGA——————-
    —————-MAG­GIO-­—–CIGARINI—–MANNINI——-­———–
    —-­——————-GARGANO——-HAMSIK————————-
    ­——­—————-LAVEZZI—–ACQUAFRESCA———­————-

    Fernand­o MEZA (ARG) 08-10-1990 dal­ San Lorenzo
    Simon KJAER­ (DEN)­ 27-03-1989 dal Paleremo
    Juan Camilo ZUNIGA­ (COL)­ 14-12-1985 dal Siena
    Paulo Cesar BARRIENTOS­ (ARG) 17-01-1985 dal­ San Lorenzo
    Luca CIGARINI (ITA)­ 20-06-1986 dal­ Parma
    Eduardo Antonio SALVIO (ARG)­ 13-05-1990 dal­ Lanus
    Robert ACQUAFRESCA (ITA)­ 11-09-1987 dal Cagliari­ (Inter)

    con un NAPOLI così si­ vedrebbe gioco e­ spettacolo ed è quello che si aspettano i tifosi da tanto tempo

  6. Sei come tutti gli Juventini Moggi, ti metti dalla perte del piu’ forte per l’innata voglia di primeggiare ed essere prim’attore anzi Regista quello che muove i fili insomma….ma come vedi….dopo un po di malefatte hanno pensato di passare il potere da Torino a Milano…io spero che la neonata Lega di A distribuisca i poteri a piu’ squadre….un po come succede nella NBA USA.

  7. SOLO UN GRANDE DIRIGENTE COME MOGGI IL NAPOLI FAREBBE IL SALTO DI QUALITA :CON TUTTO QUELLO SE E SUCCESSO A MOGGI RIMANE SEMPRE UN GRANDE DIRIGENTE MOGGI NON SI FAREBBE MAI SOFFIARE GIOCATORI DAI CERTI PREZIOSI ZAMPARINI LOTITO :POI SUL MERCATO MARINO E PAZZO PAGARE CIGARINI !! MILIONI MA SIAMO PAZZI E LANNO SCORSO MARINO SI E FATTO SCAPPARE MELITO PER 1 MILIONE IL GENOA LA PAGATO 12 MILIONI E PIO COMPRIAMO CIGARINI PER 11 MILIONI CHIST E PROPRIO SCEM

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here