Posillipo: Domani arbitri croati alla Scandone per gara 2

0
26

E’ quasi ora di gara 2. <Mi dispiace da matti non essere in acqua, vuol dire che ingiustamente resterò a fare il tifo in tribuna> dice uno sconsolato Varga, l’unico squalificato di gara 1 dal giudice sportivo. Domani il Recco rende visita al Posillipo che sostituisce l’ungherese con il baby Luca Fiorillo, figlio d’arte: appuntamento alle ore 18 alla “Scandone” con diretta televisiva su Raisport Più, direzione di gara affidata ai croati Peris e Stampalija. La sconfitta subìta martedì in Liguria colloca i napoletani in posizione sfavorevole, il sogno sarebbe quello di vincere domani per allungare la serie di finale contro i superfavoriti del torneo. Si è allenato Gallo, bloccato a letto dalla febbre per due giorni. <Abbiamo voglia di giocare e di giocare bene – ha detto Silipo – perché una finale vale tantissimo. Per giunta, giochiamo di fronte ai nostri tifosi ed è nostra intenzione dimostrare di aver meritato un palcoscenico così prestigioso: si preannuncia gran pubblico alla “Scandone” ed è giusto regalargli una serata di grande pallanuoto. Ce la metteremo tutta, ben conoscendo la forza nostra e quella del Recco: perdiamo parecchio con l’assenza di Varga, proveremo a sopperire con la lucidità e con la concentrazione. Non abbiamo nulla da perdere, mi auguro che la squadra sia sciolta e determinata come ha saputo fare in gara 1 prima che la partita degenerasse. Questa non è una rivincita, sarà una partita piena di agonismo come del resto lo sono tutte le finali tricolori. Dobbiamo esser bravi a cancellare dalla nostra mente tutto quanto è accaduto nella prima partita. Ogni gara di finale ha una storia tutta sua, speriamo di assistere a un match spettacolare e di grande intensità>
Domani alle 18 (diretta su Raisport) alla "Scandone" arbitreranno i croati Peris e Stampalija, fischietti stranieri che erano nell’aria ma anche perchè quelli italiani hanno incrociato le braccia. Clamorosi il gesto e il comunicato dei nostri arbitri, solidali con i colleghi di gara 1 e spiazzati dalle decisioni del giudice sportivo: e allora, per il momento, niente partite, a meno che non arrivino convocazioni per i Giochi della gioventù. Tornando a gara 2, per i napoletani sarà come un’ultima spiaggia nella speranza di poter allungare la serie di finale contro il Recco. <La nostra pallanuoto sta diventando un teatrino, sarebbe ora che ognuno cominciasse a darsi una regolata: tecnici, giocatori, dirigenti, io per primo… Gli arbitri spesso sbagliano perchè subiscono forti pressioni a bordo vasca e finiscono preda della tensione: andrebbero invece aiutati e rispettati maggiormente> ha detto il presidente del Posillipo, Caiazzo, cercando di stemperare l’eccessivo nervosismo che ha caratterizzato gara 1.
I rossoverdi stanno provando a recuperare concentrazione in vista di gara 2. <Si sa che i play-off sono questi, quello che è accaduto a Recco deve finire totalmente nel dimenticatoio. C’è da pensare soltanto alla sfida di sabato, a questo punto decisiva per il nostro futuro> ha sottolineato coach Silipo. L’allenatore non ha voluto commentare le decisioni del giudice sportivo: <Prendo atto della squalifica di Varga e basta. Gli altri ci saranno tutti? Meglio così…>

Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte C.N. Posillipo

LEAVE A REPLY