Protti: “Donadoni vuole Lucarelli”

7
15

Più di 200 gol tra i professionisti, unico in Europa a laurearsi capocannoniere in tre categorie, nel suo caso Serie A, Serie B e C2. Igor Protti è stato uno dei protagonisti di Gladiagol tenutosi questa sera al Tennis Club Napoli. L’ex attaccante di Bari, Lazio, Napoli e Livorno ha rilasciato alcune dichiarazioni: "E’ sempre bello tornare a Napoli perchè, nonostante una stagione in azzurro non proprio idilliaca, il rapporto con la città e con i tifosi è sempre stato molto buono e per questo l’esperienza partenopea resta indelebile. La stagione del Napoli? Credo che l’Intertoto abbia pesato molto sul rendimento degli azzurri. Hanno iniziato alla grande perchè a livello fisico avevano una marcia in più, ma poi hanno avuto un calo fisico e i risultati negativi hanno portato anche a rompere la serenità e la convizione che la squadra aveva dopo il girone d’andata. Pian piano il Napoli ha perso colpi e fiducia ed ora si ritrova a metà classifica. Forse sono mancate le riserve e sono stati fatti degli errori di valutazione. Lavezzi? E’ molto forte ed è il tipico attaccante che piace ai tifosi napoletani: agile, scattante e dalle grandi giocate. Ha ancora ampi margini di miglioramento, ma già così potrebbe regalare molto al Napoli. Denis? L’adattamento al calcio italiano non è facile. Quando ero al Bari al mio fianco c’era un certo Kennet Andersson ed il suo primo anno in Italia fu un semi-disastro. Poi si adattò e sappiamo tutti come è andata. Con uno schema diverso e a lui più congeniale anche Denis può fare benissimo". Eppure con il cambio di allenatore chi ne ha giovato meno forse è stato proprio l’argentino: "Donadoni è un grandissimo allenatore, uno che di calcio ne capisce davvero tanto. Io ho avuto la fortuna di essere allenato da lui, e ricordo che inseme con Lucarelli abbiamo fatto sfracelli". Livornese doc e punta di sfondamento che tanto piace al tecnico: "Cristiano è un grandissimo attaccante, e l’ex ct lo stima davvero tanto, tra i due c’è un rapporto splendido, e credo che dovendo puntare su un bomber che dia garanzie, Donadoni abbia già contattato Lucarelli per sondare la sua disponibilità". Il bomber attualmente è in forza al Parma (al quale piace Zalayeta), e l’operazione non sembra poi così difficile: "Conoscendo Cristiano so che farebbe carte false per poter tornare nella sua Livorno, però una chiamata di Donadoni e del Napoli non lo lascerebbe di certo indifferente. Sono certo che non si lascerebbe sfuggire l’occasione di giocare in una piazza fantastica come questa". Dall’usato sicuro a chi i gol li sta appena iniziando a fare: "Sembrerà banale dirlo adesso, ma credo che il più grande rimpianto del Napoli sia non aver preso Pazzini. Attaccante completo, io non ci avrei pensato due volte…"

Redazione Napolisoccer.NET – (fonte: napolipress)

 

7 Commenti

  1. ma possibile ke la juve ha già fatto 2 acquisti( cannavaro e diego ) e noi ancora niente? grande lucarelli ma ca..o ma dove vogliamo andare,se nhanno meno di 30 anni napoli non li considera?

LASCIA UN COMMENTO