Mistero Zalayeta… il calciatore è introvabile

11
40

Non si trova Zalayeta. E’ giallo intorno all’attaccante del Napoli che da ieri non da più notizie di se, lo rivela Radio Kiss Kiss, nel corso della trasmissione "Siamo Tutti Ct". Marcelo Zalayeta nemmeno oggi si è presentato agli allenamenti, ma quel che ora preoccupa è che nessuno, nemmeno i suoi compagni di squadra, siano riusciti a contattarlo. 
Già ieri alcuni compagni di squadra avevano provato a chiamarlo sul cellulare che risultava spento. Lo stesso Donadoni oggi ha chiesto sue notizie ai giocatori, ma di lui nessuna traccia, e questa situazione ha fatto scattare una sorta di allarme. 
Sembra che Zalayeta si fosse recato a Genova per partecipare alla festa di Ruben Olivera, suo connazionale e compagno di squadra alla Juventus. Dopodichè sarebbe dovuto rientrare a Napoli.
Da quanto emerso nel corso della trasmissione sportiva in onda su Radio Kiss Kiss, la società sarebbe riuscita a mettersi in contatto con il calciatore. Il dg Pierpaolo Marino avrebbe parlato telefonicamente con il calciatore, ed ora si resta in attesa di  un comunicato che spieghi la vicenda.

Redazione NapoliSoccer.NET

11 Commenti

  1. SINCERAMENTE MI DISPIACEREBBE SE FOSSE SUCCESSO QUALCOSA A ZALAJETA E PARLO DAL PUNTO DI VITA UMANO……SPERIAMO A QUESTO PUNTO, CHE NON SIA NIENTE DI SERIO.
    SERGIO

  2. SECONDO ME FATE MEGLIO A RIDARLO ALLA JUVE XKè è UN COMPORTAMENTO MOLTO STRANO XKè COME IO SO FA ALLENAMENTO,CASA E CHIESA.SECONDO ME LAVEZZI DEVE RESATRE A NAPOLI ASSOLUTAMENTE E DIRE ALLA JUVE…..

  3. secondo me alla festa ke ha partecipato talmente ke si è fatto……ha pensato ke è meglio non farsi vedere da nessuno finkè non smaltisce tutto altrimenti la stampa lo avrebbe massacrato!!il napoli se è una società seria gli dovrebbe far trovare già le valigie pronte!!

  4. Tutto ciò deriva dal cosi detto “SILENZIO STAMPA” imposto dalla Società. Zalayeta ha preso la consegna tanto sul serio che ha esteso il silenzio anche ai propri compagni e questo spiega perchè gli stessi non sapevono dove fosse andato a meditare sulla bruttissima partita di domenica (nemmeno un tiro nei pressi della porta avversaria).
    Scherzi a parte, sarebbe ora che che la Società togliesse i silenzio stampa e lasciasse liberi i giocatori di sfogare le proprie amarezze con i tifosi e la stampa !

LASCIA UN COMMENTO