A Casoria il Posillipo è pronto per la semifinale col Savona

0
68

Provaci ancora, Carlo: obiettivo finale. «Un passo alla volta, lo dirò fino alla noia: ora pensiamo soltanto al Savona». Carlo Silipo presenta così, con un leit motiv che del Posillipo è diventato il motto, la serie di semifinale che comincerà domani alle 20: i rossoverdi sfideranno i liguri di Claudio Mistrangelo in gara-1 allo Stadio del Nuoto di Casoria, l’arena che tanto ha dato ai napoletani nella stagione regolare e che la squadra ha voluto fortemente nel momento più spettacolare del campionato. Gara-2 è in programma mercoledì a Luceto, nella piscina scoperta che del Savona è la casa; l’eventuale gara-3, invece, si disputerebbe a Casoria sabato 9 maggio. La vincente contenderà lo scudetto alla dominatrice dell’altra serie, Pro Recco-Brescia, mentre le perdenti disputeranno la finalina per il 3° posto, fondamentale per la qualificazione alla prossima Eurolega. Domani a Casoria arbitreranno Caputi e Severo; la partita sarà trasmessa in differita domenica, alle 13.35, da Rai Sport Più. Il secondo tentativo, dicevamo. Dopo l’eliminazione in semifinale con il Recco nella stagione precedente, la prima da allenatore, Silipo prova il nuovo assalto: «Eccoci, ci siamo». Pronti? «Più o meno pronti, sì». Umiltà e ancora umiltà: è così che qualche anno fa il tecnico rossoverde è diventato il principe delle piscine. «Abbiamo lavorato tanto e tanto ancora lavoreremo – continua l’allenatore napoletano -. L’unico ostacolo è la mancanza del ritmo partita: non giochiamo una gara ufficiale dal 19 aprile con la Lazio, è per questo che siamo andati in Montenegro ad allenarci con il Budva». Per non perdere l’abitudine, è chiaro: «Partite come questa, comunque, hanno una storia particolare: adrenalina pura». È la vita dei playoff: «Il Savona è un avversario eccezionale, come sempre, ma credo sia fondamentale cominciare la serie con una vittoria. Spero in una piscina piena e credo nel sostengo del grande e appassionato pubblico di Casoria».

 

Redazione NapoliSoccer.NET – (fonte: il mattino)



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here