Viviani: “Reja non era la causa dei problemi del Napoli”

4
16

L’ex allenatore in seconda del Napoli, Fabio Viviani, intervenendo a “Radio Goal”, sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Il campionato del Napoli? La squadra aveva alcune difficoltà che segnalammo alla società. In pratica le stesse problematiche che Donadoni si trova ora ad affrontare dopo aver conosciuto i limiti del gruppo. Tatticamente non è cambiato nulla da quando Edy Reja ed io siamo andati via. Non credo sia possibile, d’altro canto, cambiare molto in una rosa costruita ed abituata a giocare da due anni con quel modulo. Donadoni è concentrato a valutare bene ogni singolo elemento di questo gruppo. Il calo di Hamsik non è dovuto alle voci di mercato, né al furto dell’orologio. Marek è un atleta programmato, nulla potrà distoglierlo dal suo obiettivo. Forse hai inciso un’interpretazione diversa del ruolo che è stato chiamato a fare rispetto all’anno scorso, quando c’era una squadra più difensiva. Nella passata stagione Savini e Garics spingevano poco e la squadra era più votata al possesso palla. Marek, allora, era chiamato a partecipare maggiormente alla fase offensiva. Maggio e Mannini, quest’anno, richiedevano qualche aiuto in più nella fase difensivi o di rientro. Nonostante non sia in forma, stiamo parlando di un centrocampista che ha fatto 15 gol da inizio stagione, tra campionato, coppe e Nazionale. Datolo? È arrivato quando aveva una condizione atletica diversa rispetto al resto della squadra, ormai già in fase di rodaggio. Jesus è un giocatore valido, dai piedi buoni, ci vuole tempo per giudicarlo, ma non è un esterno di fascia. Il regista? Non è stato acquistato per vari motivi: si puntava su Gargano, bisognava concedergli una possibilità, anche per capire le sue capacità. Quest’anno, invece, si è pensato a rinforzare le corsie laterali ed è arrivato un forte esterno come Maggio”.
Redazione NapoliSoccer.NET

4 Commenti

  1. ha ragione viviani quando dice ke il problema non era reja, ma purtroppo de laurentis se ne accorto quando ormai per l’allenatore goriziano era tardi. kmq spero ke il napoli possa riprendere a giocare al massimo, e soprattutto auguro a hamsik di ritrovare la voglia e di far vedere ki è anke se nel ruolo datogli da donadoni non è il suo e spero a datolo di tirar fuori le sue capaità e far vedere di cosa è capace. forza napoli e un bacio a reja ciao!!

  2. Reja e’ stato esonerato perche’ lo spogliatoio non lo seguiva piu’, ancora un’altra dimostrazione che a comandare nelle societa’ sono sempre i calciatori ma non tutto il male vien per nuocere visto che donadoni in questo modo ha avuto la possibilita’ di valutare il materiale a disposizione in un periodo tranquillo nel quale il napoli non ha obbiettivi…..La voglia non deve tornare solo ad amsik….
    sergio

  3. era anche reja il problema….
    viviani dice: “Non credo sia possibile, d’altro canto, cambiare molto in una rosa costruita ed abituata a giocare da due anni con quel modulo”

    eh… 2 anni con quel modulo perdente….. E CHI LI HA FATTI GIOCARE SEMPRE IN QUEL MODO???

LASCIA UN COMMENTO