Marino: “Il cambio di Donadoni è stato decisivo”

10
28

"Qui non si fanno passeggiate"
Il Direttore Generale del Napoli Pierpaolo Marino ha rilasciato alcune dichiarazioni nel post partita di Napoli-Inter. Ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione: "Innanzitutto voglio rincuorare Mourniho perchè l’unica squadra che ha pareggiato col Milan nelle ultime sette gare è stato solo il Napoli, qui non si fanno le passeggiate. Questa sera, giocatori che ci hanno portati dalla serie C alla serie A sono stati eroici, questa è una nota per chi criticava.
Il Napoli ritorna bello di notte, anche Marino la pensa cosi:  "Il Napoli negli appuntamenti importanti fa vedere il suo valore e la sua qualità, se no non avrebbe fatto tutti quei punti tra girone di andata di quest’anno e girone di ritorno dell’altra stagione. Io ho visto una buona Inter, abbiamo chiuso le fonti di gioco e siamo poi ripartiti in contropiede cioè la nostra arma migliore. Poi il cambio Denis-Zalayeta è stato il frutto della nostra vittoria.L’Inter comunque vincerà il campionato."
Il diggì prova ad analizzare i motivi della crisi azzurra: "Non credo che l’esaltazione sia stato il problema del Napoli. E’ nato tutto quando abbiamo perso la partita con la Roma in casa. Abbiamo perso la nostra imbattibilità casalinga ci sono stati poi i fischi dello stadio e c’è stata quasi una crisi di identità più che vera e propria paura. Hanno cosi consilidato le loro brutte prestazioni esterne anche in casa".
L’unica nota dolente di una dolce serata è l’infortunio del Pocho: "Mi spiace per Lavezzi che si è stirato, valuteremo le sue condizioni nelle prossime ore".
Uno sguardo al futuro: "Per quanto riguarda il futuro dico che il tempo sarà galantuomo. Io ho sempre lavorato con passione e onestà e il tempo mi ha dato ragione per cui non ho timore di rimanere a Napoli. Quello che si può fare a Napoli e rimanere ai margini della zona Uefa, dire Champions League significherebbe illudere i tifosi. Le squadre che stanno avanti hanno qualcosa in più, dobbiamo crescere pian piano. Ripeto il tempo sarà galantuomo, vedremo in futuro cosa fara il Napoli".

Redazione NapoliSoccer.NET – Interviste a cura di Salvatore Testa e del nostro inviato al San Paolo Pino Chianese

 

 

10 Commenti

  1. Eccolo che riappare magicamente dopo una vittoria a gonfiarsi il petto e prendersi meriti non suoi. Ma dove era quando il napoli perdeva? E il cambio di panchina lui non l’avrebbe mai fatto, adesso se ne prende i meriti…….fa un po di cura dimagrante che ti fara’ bene e grazie per datolo e denis.
    Mi piacerebbe vedere in squadra giocatori come Pellissier, floccari e grazie ancora ad amodio e montervino oggi commoventi e trascinatori.
    sergio

  2. questo mi sta diventando antipatico……nel 2008 abbiamo fatti tanti punti? embè idem genova….meglio inter,milan,roma,fiorentina.cmq quasi tutti……solo che loro stanno avanti e noi dietro…..quindi marino? stai zitto…….se nn 6 da napoli vai via…..l’hanno prossimo io voglio lottare x il 5 o 6 posto….e x poterlo fare…..ci volgiono calciatori come recitava uno striscione in curva b….nn comprare il argentina o dal brescia ma da squadre che ha calciatori veri……quindi. inter.roma.juve,fiorentina,real,barcellona.ecc eccecc

  3. NAPOLI FORTISSIMO meglio del genoa ? dove l’ha visto questo film!!! all’inizio del campionato questa squadra lui e il presidente l’hanno declassata demotivandola e sappiamo che e’ stato un grande errore , MARINO sappia che il tifoso sa’ giudicare, la classifica dice la verita’ e’ quella e ‘indiscutibile !!! il genoa rivelazione del campionato ,grande squadra ,sta lassu’ !!! inarrivabile per il NAPOLI auguriamoci invece che facciano un mea culpa lui e il presidente ,per l’anno prossimo si dessero da fare sia per dare un immagine piu’ trasparente come societa’ e riguardosa verso i TIFOSI e la TV-STAMPA che non paga , sia per non portarci altri BIDONI !!!!

  4. Tutto giusto quello che dice il direttore, ma rimanere ai margini della uefa non sono d’accordo la piazza merita una squadra almeno per lottare nei primi 6 posti. Un ringraziamento alla professionalità di Montervino, e Amodio loro meritano la palma dei migliori in campo, bravi davvero.
    Il prossimo anno servono un terzino sinistro un regista e un attacante da 15/20 gol .questi sono i primi acquisti da fare poi, valutare le uscite per acquistarne altri.Comunque ieri è stato bello battere la prima in classifica, però fa un pò rabbia non avere giocato controtutti in questo modo.Forza Napoli.

  5. ivan ma secondo te a marino nn farebbe piacere ad acquistare calciatori nelle squadre che hai citato?
    ricordati che chi deve sborsare i soldini e’ il presidente .quindi la politica degli ingaggi bassi nn credere che l’abbia fatta Marino .

  6. IO SPERO CHE NON SI FISSINO SU FLOCCARI NON è UN ATTACCANTE DA 15/20 GOL A STAGIONE MA UNO DA8/12 GOL PUNTIAMO SU FLORO FLORES COSTA MOLTO MENO è NAPOLETANO QUINDI VERREBBE CON ORGOGLIO A NAPOLI, FLOCCARI DA BUON POLENTONE ANDREBBE + VOLENTIERI IN UNA SQUADRA DEL NORD

  7. Innanzi tutto il Napoli vuole comprare 2 e non 1 attaccante e quindi floccari va piu’ che bene ma qui tutti ci stiamo dimenticando di un certo di vaio che e’ un vero campione ed in una piazza come napoli verrebbe di corsa davvero non capisco perche’ di lui non se ne parla mai spero che il napoli ci stia pensando, prendiamo anche pellissier e cominciamo a far venire gente che lotta in mezzo al campo e sia di esempio ai vari rampolli del napoli. Ieri sono bastati Amodio e montervino a suonare la carica (commoventi entrambi) figuriamoci altri piu’ bravi e blasonati come farebbero volare i pulcini spauriti.
    sergio

  8. Sugli ingaggi non preoccupatevi ora aurelio ha capito l’antifona e il segnale che la squadra gli ha mandato quest’anno. Gli ingaggi si alzeranno e cominceremo a vedere un po di giocatori pimpanti in campo …vedrete.
    sergio

LASCIA UN COMMENTO