“Noi tifosi contro ogni razzismo: Balotelli benvenuto al San Paolo”

10
50

Domenica arriva l´Inter: dopo gli insulti di Torino, un appello di Saverio Passaretti, leader dei gruppi azzurri organizzati.

PER adesso è una mobilitazione spontanea, nata da un´idea dell´Associazione Italiana Napoli Club. «Bandiamo il razzismo dallo stadio San Paolo, domenica niente offese a Mario Balotelli», è l´invito di Saverio Passaretti, leader del tifo organizzato azzurro. Probabile, anzi scontato, che l´iniziativa riceva presto anche l´appoggio di Aurelio De Laurentiis.

Tutti gli occhi, e soprattutto le orecchie, saranno puntate sulle tribune del San Paolo. Il caso di Mario Balotelli, insultato in tutti gli stadi della serie A, è diventato oramai una questione nazionale. «Ma i napoletani sono abituati a subirlo, il razzismo. È un modo di pensare odioso e ignorante, che non ci appartiene». Dalla sede dell´Ainc, l´Associazione Italiana Napoli Club, filtra ottimismo sul comportamento dei tifosi azzurri. «Fischi sì, come per qualsiasi avversario. Lasciamo perdere i "buu" e le altre forme di discriminazione che ci è toccato sopportare spesso, quando abbiamo seguito la nostra squadra al nord», è il suggerimento di Saverio Passaretti. «Possiamo e dobbiamo dare un´altra prova di grande maturità, che serva pure come riscatto per le troppe accuse nei confronti dei sostenitori azzurri».

I club organizzati sono pronti a dare il loro esempio, sperando che lo seguano tutti i 60 mila. «Balotelli stia tranquillo: i napoletani non sono razzisti…». Il pericolo, casomai, è rappresentato da possibili eccessi, legati allo svolgimento della sfida. «Il ragazzo è un po´ esuberante, speriamo che si comporti bene anche lui e non dia adito a qualche reazione scomposta». I presupposti ci sono tutti, visto che la prevendita prosegue a gonfie vele e il pienone è assicurato, nonostante il momento di crisi. Il Napoli avrà la grande occasione di riscattarsi. Se lo augura De Laurentiis, a cui farà certamente piacere l´iniziativa della Ainc. Il presidente, sempre attento alle problematiche d´ordine morale, s´aspetta una risposta positiva pure dalle curve. Basta un buu per rovinare lo show e fare scattare la squalifica. Mai come questa volta, però, sarà soprattutto una questione di immagine, educazione e cultura. Dal San Paolo può partire una lezione per tutti gli stadi d´Italia.

Redazione Napolisoccer.net – Fonte: Repubblica



10 Commenti

  1. QUESTO BUONISMO IO LO ACCETTO BEN VOLENTIERI PERCHE CREDO DI ESSERE UN TIFOSO ED UNA PERSONA CIVILE MA QUANDO UN DICIOTTENNE PRENDE PER IL CULO UN INTERO STADIO E SFOTTE E FA LE LINGUACCE A GIOCATORI CHE HANNO FATTO LA GAVETTA ED HANNO UNA CERTA ETA’ ALLORA A QUALCUNO GLI GIRERA’ UN PO I COGLIONI NON CREDETE…E NON DIMENTICHIAMOCI LE UMILIAZIONI CHE ABBIAMO SUBITO L’ANDATA A SAN SIRO..IO A MILANO C’ERO….COLEROSI FOGNA D’ITALIA MORALE DELLA FAVOLA UNA MULTINA E VIETATO AI TESSERATI PER UNA DOMENICA A VEDERE LA PARTITA,PER GLI ALTRI PAGANTI POTEVANO ENTRARE TUTTI,,,,,,,,,IMMAGINATE PER UN ATTIMO VICEVERSA SE L,A COSA FOSSE AVVENUTA AL SAN PAOLO….CI AVREBBERO CHIUSO LE CURVE A VITA….. PERCIO’ CHE DIO CE LA MANDI BUONA SPERIAMO IN BENE E AUGURI AL MIO NAPOLI

  2. BRAVO PASSARETTI, SONO CERTO CHE I TIFOSI AZZURRI SARANNO ALL’ALTEZZA DELLA LORO ENCOMIABILE TRADIZIONE..
    IN OCCASIONE DEL SECONDO SCUDETTO DEL NAPOLI, IO CHE MI DILETTO IN POESIA, SCRISSI UN’ODE INNEGGIANTE AL COMPORTAMENTO DEI TIFOSI AZZURRI CHE FECE IL GIRO DEL MONDO GAZIE AL ROTOCALCO “IL TECNOLOGO DI CASERTA” CHE LA PUBBLICO’ PER PRIMO.
    SE LE MIE ASPETTATIVE PER DOMENICA PROSSIMA SARANNO CONCRETIZZATE, RIPUBBLICHERO’ LA POESIA SU QUESTO SITO.
    A TUTTI UN IN BOCCA AL LUPO!

  3. Noi abbiamo i nostri…dobbiamo pensare anche ai neri,sono fatti loro,sono piu’ protetti loro che noi…questo buonismo lasciamolo agli altri …chi se frega,mi dispiace prima vengo io e la famiglia,i paesani, gli italiani, se ci rimane qualcosa per loro,non e’ egoismo e la vita

  4. il fatto è che nero o non nero gli insulti razzisti erano partiti dal fatto che comunque la sua strafottenza e arroganza ha fatto girare le scatole a tutto l’olimpico di torino…

  5. ha ragione pasquale,inter,atalanta,verona sono squadre in cui il razzismo è di casa,ma finkè lo fanno loro pene lievi, 2 pesi 2 misure.lo skifo non muore mai.

  6. Il razzismo tra i ragazzi e’ ,oggi, un atteggiamento di chi si sente forte solo in gruppo ma l’italia non e’ razzista a quanto mi risulta. Balotelli dovrebbe imparare a non deridere gli avversari e non essere l’antisportivo per eccellenza. I cori esistono anche per i bianchi quando questi si comportano come balotelli.Di veri campioni ne esistono pochi l’inter ha alcuni sbruffoni in squadra e sulla panchina….no ai cori ma si ai fischi.
    sergio

  7. anke io credo di essere come molti altri un tifoso civile ke si sa controllare, ma cmq nessuno di noi napoletani è un razzista. dico a balotelli di tranquillizzarsi perchè qui a napoli sono ammessi fischi e cori ma atti razzisti non se ne vedono. kmq spero ke domenica ci sarà una partita tranquilla e auguro al napli di vincere per dimostrare chi è!

  8. ma quale balotelli……………..pensiamo invece che oggi in italia siamo l’ unica tifoserie che senza alcun motivo gli e impedito di fare le trasferte!! e il nostro presidente de laurentis non dice una parola………..non sarai mai il mio presidente!!!!!! il napoli e dei napoletani ………………..

  9. bravo ivan sono con te …fiorentina roma nn è a riskio?..a roma accoltellano una domanica si ed una domenica si,….scrivo da pisa….partita a porte kiuse forcoli massese…seza parole e la societa nn dice nulla MA ANKE LA STAMPA NAPOLETANA SI è VENDUTA e sta COMPLETAMENTE ZITTA VERGOGNA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here