Reja: “Se il Napoli mi chiama sono pronto a tornare”

9
54

L’ex tecnico azzurro Edy Reja, esonerato nel corso di questa stagione dopo aver ottenuto 3 promozioni e un ottimo piazzamento l’anno scorso valso poi come qualificazione all’Intertoto, ha rilasciato un’intervista a Sky. Di seguito le dichiarazioni raccolte dalla nostra redazione.
Edoardo analizza subito il suo futuro, magari nello staff societario azzurro: "Ho iniziato a fare l’allenatore a 33 anni, adesso ne ho 63, sono 30 anni che faccio il tecnico, chiaramente un po’ mi manca attualmente, però il tempo passa, gli anni passano, un po’ di riposo non è che faccia male. Dopo un periodo di riflessione e di riposo eventualmente valuteremo altre opportunità, compresa forse anche quella del Napoli, se ci sarà, se il presidente De Laurentiis e Marino saranno d’accordo".

Un Reja nostalgico a cui manca l’affetto del popolo azzurro: "Mi manca l’affetto della gente. Ho sentito un grandissimo affetto che non speravo assolutamente, questo mi gratifica di cinque anni di soddisfazioni, ma anche di grandi sacrifici, di grandi critiche, perché per chi fa il mio lavoro le critiche sono all’ordine del giorno".

Poi si passa ad analizzare la prossima sfida con l’Inter, una big. Il suo Napoli l’anno scorso di sera fu spietato contro le grandi: "Sì, è stata bellissima (riferendosi alla gara dell’anno passato con l’Inter, ndr), una sensazione straordinaria, ma anche contro la Juve e la Fiorentina abbiamo disputato gare straordinarie, in modo particolare al San Paolo, soprattutto in notturna. Con l’Inter mi auguro che si possa mantenere lo score degli anni precedenti: quando giocavamo in notturna e non ce n’era per nessuno perché vincevamo tutte le gare. L’augurio che faccio ai napoletani e in modo particolare a Donadoni è che vinca questa gara e che possa assaporare il piacere di questo pubblico straordinario". L’uomo decisivo potrebbe essere, secondo lui,  proprio il Pocho, vero e proprio trascinatore azzurro del "Napoli bello di notte" degli ultimi due anni: "Lavezzi potrebbe essere l’uomo chiave. perché soprattutto nel girone d’andata è stato il giocatore che ha avuto un rendimento straordinario, con dei mezzi e delle accelerazioni veramente entusiasmanti. Mi piacerebbe che in questo scorcio finale di campionato ritornasse ad essere quello che è stato nel girone d’andata".
S.T. – Redazione NapoliSoccer.Net




9 Commenti

  1. Reja..30 anni di carriera..e solo a Napoli hai visto il sole…
    ma quale ritorno?..ma chi e` che ha scritto questa xxxxxxxxxx..
    ma come cazzo fate a dire tante xxxxxxxxx?…
    E POI basta piangerci addosso..questo non e` ..qui si e` sbagliato..faremo..
    ma che xxxxx di modo di essere tifosi ..e` diventata questa tifoseria..?..
    Non e` che si doveva andare in Champions per forza o perche` avessimo una squadra all`altezza della champions..o della Uefa oppure per vincere lo scudetto..Premesso degli errori che ci sono stati: ma FINIAMOLA di fare
    questa societa` ..il mezzo per scaricare la propria Nevrosi.
    IL NAPOLI SARA` SEMPRE PIU` FORTE..E GLI ANNI IN BUOI
    NON HANNO RESO AI TIFOSI SIA I SUCCESSI..CHE L`UMILTA`!!!
    FORZA NAPOLI ORA ADESSO E SEMPRE!!
    IL FUTURO E` NOSTRO..basta solo aspettare e stare e supportare questi colori.(per quando riguarda il calciomercato:Ma come xxxxx e` possibile che non ancora e` finito il campionato e questi balordi CORRONO come se gia` fosse finito
    Le notizie devono essere vere..e devo essere lasciate con TRANQUILLITA`..mentre in Italia oltre alla corsa che fanno i giornalisti
    per diffamare e violare le notizie con la TRANQUILLITA`..impongono
    in un modo frenetico..le Notizie in genere..e questo modo di proporsi tende a rendere gli italiani INSICURI..oltre Mortificante vedere l`italiano parlato da questi raccomandati..(FARE NOTIZIA LA SI DEVE FARE SENZA ALTERARE LA POPOLAZIONE..MENTRE L`ANGOSCIA DI SENTIRLI PARLARE A RAFFICA SUCCEDO SOLO NEL MEZZO DI COMUNICAZIONE
    E NON NELA VERA REALTA`..LA TV E I GIORNALI VANNO A 3000 E LA POPOLAZIONE VA A 30…e nessuno dice che la programmazione delle notizie.e delle cose in genere sono DETTATE in modo ERRATO.usando parole e termini assurdi!!..se poi questo e` solo un mio pernsiero..ancora meglio!!!
    FORZA NAPOLI e xxxxxxxx.se solo pensi di essere superiore ?

  2. Devo ammettere con un pizzico di amarezza che Donadoni non sta facendo altro che imitare ciò che faceva Reja e di cui tante persone si lamentavano. Poche sostituzioni, il più delle volte negli ultimissmi minuti di gara, stesso schema di gioco, poca qualità in mezzo al campo (vedi Bogliacino e Datolo in panchina). La mia non è una condanna, nè una critica, ma è sotto gli occhi di tutti il fatto che Donadoni si sia adattato alla piattezza di questo Napoli copiando Reja.

  3. Abbiamo a più riprese sostenuto che si doveva cambiare allenatore per dare una scossa all’ambiete.Ebbene, l’allenatore l’abbiamo cambiato ma di scosse non ce e sono state, anzi ritengo che ci sia stata un’involuzione nel gioco.Anche Donadoni tira a campare, ciò non ci pice. Anche se non abbiamo più obiettivi dobbiamo lottare sempre perchè siamo il Napoli e non il Borgo rosso.

  4. hai ragione marco, nelle ultime partite e’ stato cosi purtroppo…
    pero nelle prime 2 la mano di donadoni si e’ vista, eccome.

    poi pero non so per quale motivo donadoni si e’ adattato..
    forse per non scombinare troppo le cose, anche perche ormai e’ andata cosi questa stagione.

  5. Mai voltarsi indietro e poi credo che l’allenatore in una squadra conti al 30% il resto lo fanno i giocatori, decidono loro se far andare avanti la squadra o no e comunque il napoli e’ questo al momento manca pure l’entusiasmo che ci dava la giusta spinta.
    Occorre la mano dura e oliata del presidente se no……….
    sergio

  6. io spero, a differenza di molti altri, che Reja possa ritornre al piu presto a Napoli perchè è un grade allenatore. anche io spero che domenica contro l’inter lavezzi possa riaccendersi e trascinare con se il Napoli tanto da vincere la partita, e spero che il pubblico del San Paolo possa dare uno slancio in più. non ci dobbiamo arrendere perchè la stagione non è ancora finita. il Napoli deve ritornare ad essere la squadra brillante forte e temibile del girone d’andata e dimostrare a chi ora ci sottovaluta, che noi siamo sempre forti e non ci arrendiamo nei momenti di difficoltà, ma lottiamo. auguro al Napoli di giocare al massimo domenica e nelle prossime partite, e spero che Donadoni possa scegliere la formazione migliore. ciao

  7. Ragazzi Donadoni usa lo schema di Reja semplicemente perche non ha i giocatori che vuole lui per attuare il suo modulo…quest anno è cosi,è inutile che ci aspettiamo cambiamenti…solo con la nuova stagione vedremo moduli diversi con giocatori diversi…oltre ai nostri titolari…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here