Corbo: “Servono grandi campioni per volare alto”

4
20

L’editorialista della Repubblica Antonio Corbo è intervenuto telefonicamente durante l’edizione serale di Marte Sport Live, sulle frequenze di Radio Marte. L’autorevole firma del quotidiano romano ha risposto ai messaggi dei tifosi azzurri su vari temi.Sulla decisione di Cannavaro di tornare alla Juve: “Cannavaro è un ritorno importante per la Juve e la Nazionale. Dietro la decisione del capitano dell’Italia c‘è sicuramente Marcello Lippi, che in questo modo avrà il suo capitano in forma per il mondiale 2010. Cannavaro è un campione, onore a lui che ha il coraggio di tornare alla Juve dopo il suo burrascoso addio. Sono contento che non torni al Napoli perché nella piazza partenopea devono finire i sentimentalismi e devono cominciare ad essere ingaggiati calciatori con un futuro, per fare un progetto per i prossimi 5/6 anni. In effetti però, c’è un po’ di ostracismo da parte di De Laurentiis per le vecchie glorie del Napoli. Il Presidente deve capire che comprando il Napoli lui non ha ereditato solo un marchio, ma anche un storia lunga e prestigiosa.” Sul momento di crisi del Napoli: “Il Napoli ha scelto di fare l’Intertoto e non ha sbagliato perché le partite fatte in estate hanno portato introiti non indifferenti nelle casse della società, ma il Napoli invece ha sbagliato nel momento in cui ha accelerato la preparazione per vincere appunto le partite di Intertoto. Avendo di fatti saltato una grossa parte della preparazione è arrivato a Gennaio un momento difficile con il Napoli che frenava e le altre squadre che incominciavano a ingranare entrando in condizione. La squadra doveva recuperare il tempo perduto in estate durante le vacanze di Natale, magari saltando le feste e facendo una specie di ritiro precampionato bis.“ Su la campagna acquisti del Napoli: “Per convincere le promesse (riferendosi a giocatori come Zuniga, D’Agostino, Floccari, Quagliarella ecc. ndr) a venire al Napoli bisogna che Marino peschi in giro per l’Europa 2/3 grandi campioni per cominciare a volare in alto. Il Napoli fece così negli anni ottanta con Maradona o negli anni sessanta con Savoldi. Inoltre la società deve saper sfruttare il suo settore giovanile che ha sempre dato ottimi frutti. A De Laurentiis e ai tifosi tutti dico di ricordarsi cosa è stato il Napoli, con la sua Storia e la sua tradizione.”
Redazione Napolisoccer.net

4 Commenti

  1. Corbo – ma quando andrai in pensione???Tu e tutti i giornalisti sportivi siete solo dei casinisti – alcuni in mezzo a voi fanno da sponsor a giocatori che nessuno si sognerebbe di schierare in campo – altri sono incompetenti e tu …caro vecchio Corbo sei fuori dal tempo –

  2. wow ha scoperto l’acqua calda……….x favore……nn intervistatelo + e peggio nn gli date modo di parlare…….meglio intervistare un tifoso del napoli preso x la strada a caso……

LASCIA UN COMMENTO