E De Laurentiis mette tutti sotto esame

6
20

Tutti sotto esame. Nessuno della squadra pensi che il Napoli non ha più niente da dire o da chiedere a questo campionato. La stagione non è finita. Nelle ultime sei partite, alcune delle quali affascinanti e di prestigio come quella di domenica notte contro l’Inter, serviranno a De Laurentiis e a Marino per comprendere chi dovrà far parte del Napoli 2009-2010. È stato deciso nella notte tra sabato e domenica. De Laurentiis è atterrato alle 23 a Cagliari, Marino e Donadoni, dopo aver cenato con la squadra, hanno lasciato il ritiro e l’hanno raggiunto in un ristorante di Cagliari dove il presidente aveva prenotato con largo anticipo. Al tavolo, De Laurentiis con la sua signora, Jacqueline, il dg e l’allenatore. Sono state gettate le prime basi per il Napoli del futuro. De Laurentiis non è rimasto soddisfatto per la prestazione al Sant’Elia. Il presidente vorrebbe vincere sempre, vorrebbe regalare solo successi ai tifosi, quindi ha masticato amaro dopo il 2-0 incassato dal Cagliari. Ma la delusione, l’amarezza, un pizzico di rabbia, ben nascosti comunque dagli occhiali con la montatura azzurra donatigli da Lapo Elkan, sono stati messi immediatamente in archivio. È subentrata la lucidità: non è il momento di farsi condizionare da un singolo risultato, brutto a Cagliari e magari esaltante contro l’Inter se si dovesse fare una grandissima prestazione. De Laurentiis ha deciso di non rilasciare dichiarazioni. È iniziato il momento di entrare in azione alla luce di quanto l’allenatore indicherà, di quanto lo stesso presidente e il direttore generale noteranno nelle prossime sei partite. Alla fine dell’incontro, De Laurentiis e Marino hanno colloquiato a lungo al di fuori dello spogliatoio. Mentre gli azzurri salivano sul pullman che li avrebbe portati all’aereoporto, i due si sono confrontati per circa mezz’ora. Hanno discusso come tante altre volte, ma con la consapevolezza stavolta di dover partire con il piede giusto per il secondo quinquennio. Pienamente condivisa la scelta di Donadoni, pienamente in sintonia su quanto ci sarà da fare. L’allenatore, nella sala stampa del Sant’Elia, ha dichiarato che «alcuni calciatori già hanno mostrato quanto valgono, altri, come Vitale, sto iniziando a vederli in questi giorni». Dunque, tutti sotto esame. Anche chi potrebbe pensare di essere un intoccabile. Non è da escludere che Donadoni possa decidere di lanciare nella mischia il Tanque nel finale di torneo. Ieri, Datolo ha bene impressionato quando è sceso in campo. Chissà, contro l’Inter Donadoni potrebbe scegliere di far giocare Denis e Datolo dall’inizio. Dunque, hanno avuto inizio gli esami. Il Napoli sembra orientato ad ingaggiare almeno un difensore, un centrocampista e un attaccante, ma se le bocciature saranno superiori ai citati inserimenti («Solo elementi di alta qualità», hanno ribadito De Laurentiis e Marino), certamente gli arrivi non saranno soltanto tre. Ieri, De Laurentiis si è emozionato quando ha letto la lettera di un carcerato definitosi «malato del Napoli». La passione del presidente, che lievita vedendo quanto è grande l’amore che lega i tifosi al Napoli, gli sta facendo meditare operazioni di alto profilo. Dopo questa stagione, iniziata alla grande (in testa con l’Udinese alla nona giornata) per poi discendere la classifica sino all’attuale quattordicesimno posto (e un record negativo: 14 gare senza vincere), De Laurentiis vuole puntare in alto. L’ha chiesto a Donadoni: vuole iniziare il secondo quinquennio riconquistando un posto in Europa.

Fonte: Il Mattino

Condividi
Articolo precedenteGaetano Fedele: “Juve vicina a Cannavaro”
Prossimo articoloNapoli-Inter: venduti già 21mila biglietti
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

6 Commenti

  1. direi 2 professionisti di calibro tipo d’agostino,amelia,floccari,cassano,ecc.ecc. in ogni reparto e svariate giovani promesse tipo belusci dell’ascoli e anke a brescia c’è qualcosa di buono oltre nella primavera oviamente e via ki non merita…ma anke nella dirigenza andrebbe cambiato qualcosa cioè affiancare a marino un altro ds all’altezza……cmq caro presidente si dice non è mai troppo tardi ma se fossi intervenuto prima…kissà……

  2. che sono tutti sotto esame, va bene, per adesso li punirei,facendoli vedere le partite dalle tribune,fare giocare quelli che non hanno avuto la possibilita’. ha…..se rfossi al posto di dl

  3. Nel Napoli si e’ insediato un cancro e certamente non centra nulla con la partenza anticipata di pochi giorni della preparazione, sono pure stufo di ripetere quale e’ la vera ragione che ha portato a tutto questo in quanto nessuno ha dimostrato di aver letto il mio commento sulla questione “danaro” se no forse tante chiacchiere non si sprecavano, tutti sono concentrati, su questo sito, a commentare l’articolo che spesso vuol dire poco e nessuno che legge i commenti dei tifosi i quali sono ancora ignari di come sono andate le cose veramente nella battaglia di dicembre tra giocatori procuratori e societa’. Mi meraviglia l’atteggiamento di telecaprisport, che pare cadere dalle nuvole quando vede il napoli giocare uno schifo…..per me’ che non sono addetto ai lavori e’ tutto chiaro.
    sergio

  4. Ok presidente..tu ci metti i soldi ed è giusto così! però fatti un esame di coscienza prima tu e poi GIUSTAMENTE metti sotto esame tutti. Imparate a prendervi meriti e demeriti senza fare da scaricabarile. Non vogliamo vergognarci di questo napoli!! 14^ posto…sembra tutto un incubo! e poi parlavamo di champions…imparate l’umiltà! siete persone privilegiate ke fanno il “lavoro” + bello del mondo e guadagnano soldi a palate…dovete onorare la nostra città, altrimenti VIA.!! con l’inter facciamo giocare la primavera…

  5. io spero ke tutti i giocatori possano passare l’esame perchè secondo me hanno tutti grandi qualità che però, o per noia, o per altro in questo periodo non cacciano fuori. spero ke l’anno prossmo il napoli possa dare di più come aveva fatto nel girone d’andata. ha ragione donadoni quando dice ke i giocatori devono darsi un freno perke quasi tutte le sere prima delle partite fanno tardi e sono stanchi. io credo ke voi e i giocatori siete persone intelligenti e potete capire la delusione di noi tifosi ke ogni domenica siamo allo stadio per sostenere la nostra squadra, e invece ogni volta torniamo a casa delusi e amareggiati. credo che anke voi e i giocatori siate molto delusi e tristi per questo, ma dobiamo cercare di recuperare e di dimostrare a tutti ke siamo forti e i migliori, ma per fare questo occorre ritrovare la squadra ke eravamo al girone d’andata con la voglia di vincere e di far vedere al mondo intero quanto valiamo. spero di avervi fatto capire quello ke in realtà è, e spero con tutto il cuore ke domenica possiate ritrovare la voglia di giocare e di vincere, e ke possiate cancellare questi 5 mesi senza vittorie. ciao
    un bacio!

LASCIA UN COMMENTO