Alessandro Vocalelli: “Al Napoli manca la personalità”

7
23

Il Direttore del Corriere dello Sport, Alessandro Vocalelli è intervenuto telefonicamente nel corso della trasmissione RadioGol, in onda sulle frequenze di RadioKissKiss Napoli. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di Napolisoccer.net:"Non si sono visti grandi miglioramenti con Donadoni. Adesso è il momento delle riflessioni e delle analisi. Il Napoli ha il vantaggio di poter lavorare per il futuro con anticipo.Marino colpevole? Prima di metterlo sotto accusa ci penserei due volte. Se il Napoli ha una base su cui lavorare è grazie a lui. Adesso ha dei giocatori da 15-20 mln di euro come Hamsik per fare un esempio. Al Cagliari ieri mancavano 4-5 titolari e il Napoli non ne ha approfittato perchè la squadra sta pagando il grandissimo sforzo per l’Intertoto, ma non solo, al Napoli mancano anche i grandi giocatori di personalità.Quando la squadra ha viaggiato sulle ali dell’entusiasmo è andato tutto bene.Marino si riscatterà nel prossimo calciomercato, questo è il momento più difficile e quindi servono i “denari importanti”, si vince attraverso gli investimenti “da Napoli”. Il salto di qualità si fa con investimenti da milioni di euro. Cannavaro sarebbe stato più congeniale nel Napoli che nella Juve, visto i tanti giovani presenti nella squadra. Partita contro l’inter? Mi aspetto una grande partita del Napoli, la squadra ha la possibilità di fare una grande prova di orgoglio e di carattere. Mi aspetto che il Napoli accantoni le difficoltà fisiche e tecniche e punti tutto sulle motivazioni."
 

Redazione Napolisoccer.net

7 Commenti

  1. a 6 giornate dalla fine sicuramente con la personalità…….peccato x questa stagione finita in male modo, era una rivincita ke stavamo gustando all’andata ma poi solo loro s’hanno cos’è successo nel ritorno. ke serva da lezione,spero,x il futuro e di non adagiarsi sugli allori prima ke sia finita(vedi cagliari all’andata o udinese al ritorno)..sono giovani ma è anke ora di maturare,noi aspettiamo ma alla prossima stagione basta errori.

  2. Ancora con questa fandonia, ad esser educati, dell’intertoto….io mi chiedo come abbiano fatto certi personaggi a diventare direttori di giornali , come il corriere dello sport, e non capire nulla di calcio e tanto meno del calcionapoli. L’intertoto ha costretto un anticipo di preparazione di solo pochi giorni rispetto alle altre squadre e le partite disputate con le squadrette dell’intertoto vanno considerate come sgambatura e tipo amichevoli precampionato che tutte le squadre fanno, anzi alcune migrano a fare tornei oltre oceano. Qui’ si fa sempre piu’ dura leggere ste cavolate sui siti e sui giornali specie da persone che il Napoli lo seguono poco o male.
    sergio

  3. è ridicolo parlare ancora di stanchezza per l’intertoto quando il napoli gioca meglio nel secondo tempo. la stanchezza non centra niente c’è qualche altra cosa sotto

  4. efettivamente al Napoli manca solo la PERSONALITA’ – lo stesso Marino in una intervista – disse che se poteva andare al mercato e comprare la personalità lo avrebbe fatto……..I calciatori nn sono male – ma diciamo che nn hanno nerbo – i conduttori in primis – Gargano,Hamsik Lavezzi sono troppo giovani e deresponsabilizzati.Per l’anno prox saranno ancora troppo acerbi, ma si spera in una forma atletica migliore e acquisti interessanti.Reja non andava esonerato-però è anche vero che l’arrivo di Donadoni in anticipo porterà idee chiare a quest’ultimo.L’ambiente infine non aiuta a far maturare questi ragazzi – non ha la pazienza.

  5. dovete capire che il tanto osannato progetto napoli non esiste…o meglio esiste a parole,ma non certo con i fatti. anche la diadora ci ha abbandonato per l’anno prossimo…l’adidas non ci calcola,la nike ancora meno e noi vestiremo o legea oppure macron!! questa è l’ennesima dimostrazione ke il progetto non è credibile sennò la diadora non avrebbe mai lasciato il napoli…

  6. Che al Napoli manchi personalità, lo sapevamo già da inizio stagione, perchè nella rosa non c’è nessuno in grado di caricarsi il peso delle responsabilità con la sua esperienza… sono tutti giocatori o troppo giovani o vecchi ma senza esperienza su grandi palcoscenici (vedi Montervino, Grava, Bogliacino, ecc.).. Ci saranno svariati motivi che spiegano come possa una squadra da sorpresa del girone d’andata passare all’inferno del girone di ritorno… Pile scariche in primo, fiducia venuta a mancare, notti brave dei calciatori, infortuni di pedine cardine (quali Gargano e Maggio) e ormai negli ultimi incontri anche mancanza di motivazioni… Se ci fate caso l’ultimo e unico match che il Napoli ha giocato alla grande è stato quello col Milan, oppure un pò più indietro nel tempo in Coppa Italia con la Juve.. Chiaro, perchè contro le grandi squadre, le motivazioni vengono da sole e speriamo (anzi sono convinto) che sarà così anche domenica con l’Inter… Ma lo staff deve lavorare in vista della prossima stagione su tutto ciò: restituire fiducia ai giocatori, costruire la squadra con 4-5 elementi validi e d’esperienza, prepararsi atleticamente e mentalmente e soprattutto preparare i calciatori a saper reggere le pressioni della piazza… Però ora fuori l’orgoglio e la voglia di sudare per la maglia, perchè noi tifosi meritiamo di più!!!!!… E domenica di nuovo il pienone, nonostante tutto….. Aprite bene occhi e orecchie, perchè il Napoli si ama!!!

LASCIA UN COMMENTO