Spunta Rocchi nel futuro azzurro. Antidoping a Castelvolturno

6
17

C’è un altro nome nella lista dei «papabili» per il ruolo centrale dell’attacco azzurro nella squadra che verrà. Ed è quello di Tommaso Rocchi, il bomber della Lazio che Delio Rossi ha accantonato dando fiducia a Zarate e Pandev. Rocchi è comunque un’alternativa a Sergio Floccari, ove mai l’operazione con il centrattacco bergamasco non dovesse andare in porto. Cannoniere di professione, a causa del parziale impiego di quest’anno in biancoceleste, Rocchi ha segnato soltanto otto gol, due al Napoli nella partita giocata al San Paolo. La scorsa stagione centrò 14 bersagli e ben 16 in quella precedente. Perché Rocchi, se non dovesse arrivare un bomber giovane e di grande portata? Sarebbe un ripiego un po’ imposto dalle esigenze e dalle necessità, ingaggiando un giocatore di 31 anni, ma ancora integro. Così la pensano nel Napoli, anche in considerazione di un intervento del presidente De Laurentiis che escluse l’arrivo di Fabio Cannavaro perché vecchietto: «L’età invece non è importante per il bomber», sottolineò il patron, avvalorando la tesi che potrebbe portare a Rocchi.  All’attaccante della Lazio pensò anche Pier Paolo Marino la scorsa stagione, arrivando però in ritardo giacchè Rocchi aveva appena rinnovato con la Lazio. L’eventuale arrivo del centrattacco biancoceleste, non esclude tuttavia quello di un bomber giovane e di talento del calibro di Borriello, di Floccari e di Quagliarella, giocatori graditissimi al nuovo tecnico e da lui segnalati a De Laurentiis. Un motivo c’è, d’altronde: il Napoli non ha ancora deciso nulla per quanto riguarda Denis. A tale proposito sull’ex attaccante dell’Independiente, costato al club di Castelvolturno otto milioni e mezzo di euro e che finora ha deluso le aspettative, in Casa Napoli sono due le correnti di pensiero: farlo restare in azzurro con destinazione panchina, o di rispedirlo al mittente, perdendo sul cartellino un bel gruzzoletto di euro. Sempre in Casa Napoli, ieri a sorpresa tutti ai controlli antidoping. E’ una prassi.

Redazione NapoliSoccer.NET – (fonte: leggo)

6 Commenti

  1. Secondo me Rocchi potrebbe essere una buona soluzione, ma potrebbe essere in grado di giocare altre 2-3 stagioni al massimo.. Nulla da dire sul suo talento e sul fiuto del gol, anzi vi dirò che lo preferisco a Floccari, perchè più spietato e più abituato a palcoscenici importanti… Comunque fossi nel presidente, farei uno sforzo economico importante pur di arrivare a Quagliarella, che ritengo un attaccante completo, integro, che sa abbinare grandi giocate, a gol importanti e ottima sponda per i compagni di squadra… magari lo prenderei in abbinata con D’Agostino, dato che i rapporti con l’Udinese sono buoni…. E’ lui l’attaccante di cui abbiamo bisogno e poi è napoletano e giocherebbe ancor di più con l’amore per la maglia!!!!!… Mi raccomando De Laurentis!!!!..

  2. rocchi sarebbe un ottio attaccante ma lo vederei bene affianco ad un quagliarella!!! poi vorrei tanto che il napoli prendesse un certo banega e inler,grosso,wjnaldum, e zuniga de santics e amelia!! anche così ci sarebbe un notevole salto di qualità!! e poi prenderei anche mariga, come sostituto di blasi!!

  3. rocchi può essere l’aggiunta al nuovo attacco ma non il punto di riferimento nella rosa titolare,non ti fa una stagione intera aimè i 31 anni li sente.

  4. ciao a tutti,io dico che su Denis si deve aspettare il prossimo campionato per giudicare.anche perche secondo me lui e molto stanco e da un anno che gioca senza fare ferie!uno che ha giocato al calcio sa come e importante avere i musscoli non pesanti!quando i musscoli sono pesanti uno non riesce a muoversi come si deve.denis si merita ancora un anno per dimostrare chi e lui!sorry per il mio italiano.

  5. rocchi sarebbe un ottimo acquisto; nel calcio moderno, con i metodi allenamento differenziati e tutto il resto, ormai la vita professionale di un calciatore si è decisamente allungata, naturalmente a patto che si tratti di giocatori di grande professionalità e rocchi lo è.
    è anche un giocatore di forte personalità e nel napoli di gente così c’è bisogno; infine, dopo un’annata sfortunata, tra infortuni e incomprensioni con rossi, sarebbe motivatissimo per prendersi una bella rivincita.
    io lo prenderei a occhi chiusi.
    è chiaro, se facciamo il confronto con quagliarella, per età e tecnica, non c’è storia, ma è anche vero che fabio non è una prima punta e una coppia lavezzi-quagliarella è una delizia dal punto di vista tecnico ma è troppo leggera

  6. Denis ha senso se la squadra gioca per lui. Ve lo immaginate il Napoli che si affida completamente e appoggia tutto il gioco su Denis? Io no, specie il napoli di Donadoni; per questo gioca Zalayeta che aiuta di più la squadra in difficoltà (come ora).
    L’anno prossimo se si riesce a costruire un centrocampo stellare che costruisce gioco Denis è un giocatore da panchina da tenere e provare. Se rimane Hamsik che è bravissimo, ma non aiuta molto la squadra, dovrà puntare su attaccanti più di sacrificio; Rocchi andrebbe benissimo per far crescere Floccari.

LASCIA UN COMMENTO