Iezzo è pronto, ma c’è l’ombra di Amelia

2
78

Sorpresa, torna Gennaro Iezzo. Anzi, il portierone è già tornato. Si è presentato ieri pomeriggio sul campo, prendendo posto tra i pali. Lucido, voglioso, scattante e in forma il numero uno di Castellammare che ha sconfitto il mal di schiena che lo ha tenuto lontano dalla squadra, dall’inizio di gennaio scorso.Un calvario, il suo. Iezzo giocò l’ultima partita contro il Catania al San Paolo, in quella che fu anche l’ultima vittoria del Napoli in campionato. I suoi guai cominciarono subito dopo. Terapie, analisi, visite specialistiche e allenamenti particolari: il morale un po’ incrinato, ma la voglia di giocare accoppiata ad una volontà di ferro, hanno consentito a Iezzo di farsi rivedere sul campo di gioco. Va detto pure che nei momenti più difficili che ha vissuto, è venuta fuori anche una voce particolare e cioè che Gennarone Iezzo stava valutando un’ipotesi dolorosa, quella dell’addio al calcio, se si fosse prospettata la necessità di un intervento chirurgico per risolvere il problema. Ma lui non si è lasciato andare, ed ha ripreso il lavoro con un impegno straordinario e con una fiducia incrollabile. Il “miracolo” è legato soprattutto al suo amore per la maglia azzurra. Iezzo lasciò il Cagliari in serie A, per venire a giocare a Napoli in serie C. Calciatore importante da un punto di vista squisitamente tecnico, il portiere stabile lo è anche negli spogliatoi, all’interno della squadra. E c’è da dire che la sua assenza, determinata dalle terapie alle quali si è sottoposto per tantissimo tempo, si è fatta sentire ed ha avuto un certo peso nella crisi del team azzurro.Va detto pure che Iezzo ha ripreso la preparazione con una naturalezza incredibile, come se avesse lasciato il lavoro e gli allenamenti soltanto il giorno precedente. Un aspetto che porta ad una conclusione di carattere tecnico: a Cagliari potrebbe rientrare tra i pali del Napoli, visto che non si è mai voluto arrendere. Intanto, però, ieri a Castelvolturno si è visto Pallavicini, manager del portiere azzurro Amelia, che bussa alle porte.

Redazione NapoliSoccer.NET – (fonte: leggo)

Condividi
Articolo precedenteAuguri a Matteo Contini
Prossimo articoloCalaiò: “Sto bene a Siena, ma se Donadoni mi dovesse chiamare…”
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.


2 Commenti

  1. IEZZO SPERO CHE TORNI PRESTO IN CAMPO…E’ VERO CHE NON DIPENDE TUTTO DAL PORTIERE I NOSTRI GUAI..MA IN QUEL RUOLO STIAMO ROVINATI
    DAI GENNARO TORNA PRESTO…
    X QUANTO RIGUARDA AMELIA FA PIACERE SENTIRE QUESTE VOCI..PERCHE CMQ BISOGNA GUARDARE AL FUTURO…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here