De Laurentiis “Stavo per trasferirmi negli Usa, poi in un attimo ho preso il Napoli”

8
25

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, intervenuto ai microfoni di Sky Tg 24 nell’ambito della rubrica "Zona Severgnini" ha rilasciato alcune dichiarazioni. Di seguito i passaggi salienti raccolti dall’Adnkronos: "Quando ho preso il Napoli stavo per trasferirmi negli Stati Uniti. Ho letto che la società si poteva acquistare in tribunale, in un attimo ho deciso".
"Nel 1996 – spiega il presidente – fui affascinato dal decreto legge secondo cui i club venivano trasformati in societa’ con finalita’ di lucro. A quel punto, dissi a me stesso che bisognava entrare nello sport. Nel 1999 tentati di prendere il Napoli e bussai a Ferlaino che chiuse subito la porta"
"Ho sempre pensato che il calcio fosse uno spettacolo da internazionalizzare e alla fine sono riuscito a prendere il Napoli"
"Qui in Italia lasciamo troppo le porte aperte, poi quando succede qualcosa le chiudiamo completamente. Se in Inghilterra ci sono riusciti, si può fare anche qui". Una battuta sul legame che esiste tra Silvio Berlusconi e il Milan: ”Berlusconi si nutre di amore e da’ amore agli altri. Ama le cose che fa e non e’ un traditore: quando uno come lui abbraccia una fede, non credo che l’abbandonerà mai".
Infine la solita domanda se De Laurentiis venderà i due gioielli del Napoli Hamsik e Lavezzi: "No, credo cedisamente di no".
Redazione NapoliSoccer.NET
 

8 Commenti

  1. Siiiiiiiiiii Hamsik e Lavezzi sono un grande pezzo di questa società e di questa città….!!!!!!!!!!
    Grande Presidente FORZA NAPOLI SEMPREE

  2. Non credo che Hamsik e Lavezzi possono coesistere nella stessa squadra, o quanto meno giocare in contemporanea, essendo due talenti con mentalità e gioco diemetralmente opposto. L’esperienza di questi ultimi anni l’ha dimostrato ampiamente e non aggiungo altro perchè sembra che segretamente Mister Donadoni è sullo stesso allineamento di quanto sopra asserito.

  3. limar70 NON CREDI che Hamsik e Lavezzi possono coesistere nella stessa squadra? proprio perche’ sono diametralmente opposti, come dici tu, possono coesistere alla grande…..o forse tifi juve per dire queste cose un po azzardate?
    I campioni veri possono coesistere sempre…..e donadoni sta solo sperimentando
    ciao

  4. si si il ciuccio che vola, la pecorella smarrita, il lupo buono, DE LAURENTIIS SEI TU CHE FAI MARKETING DA FAVOLA non il sig. mou!!! appena si è accostato cannavaro a napoli ti è venuta la diarrea, ma chi ci hai comprato chi? aspetto con ansia a giugno fino ad ora SOLO CHIACCHIERE E POCHI FATTI!! NOI VOGLIAMO I CAMPIONI ALTRIMENTI VATTENE A CASA!!! ( basta con montesanto, montervino, amodio, navarro, pia, denis, grava, rullo, lacrimini, vitale, pazienza, bucci, aronica, rinaudo) ma dove CAZ… VOGLIAMO ANDARE DOVE?

  5. Per Sergio50. Non ti sei mai accorto che quando Hamsik e Lavezzi giocano insieme non hanno mai combinato qualcosa di buono. Per esempio prendi la recente partita con la Samp. Hamsik è risultato il migliore in campo perchè era assente Lavezzi, mentre con l’Atalanta, presenti entrambi, sono andati molto al di sotto della sufficienza: Hamsik girovagava per il campo senza alcuna costruzione di gioco e Lavezzi adirittura effettuava tiri insulsi sia sui corner che su i calci piazzati. Poi non affatto vero che i campioni “veri” possono coesistere nella stessa squadra, vedi, per esempio Paolo Cannavaro, forse il più grande difensore del mondo che può fare ancora alla grande almeno altri due campionati avendo ancora il fisico integro, probabllmente il Real lo vuole mandare via

  6. E’ solo cosi’ poteva prenderlo il NAPOLI in tribunale acquistandolo con quattro delle loro lire .Quando c’e’ da mettere mano alla saccoccia se ne inventa una e poi scappaaaaaa!!!!! FORSE ERA MEGLIO CHE TE NE ANDAVI IN AMERICA !!!

LASCIA UN COMMENTO