De Laurentiis: “Non è stata la stessa prestazione di domenica scorsa”

11
21

Il presidente De Laurentiis ha rilasciato in sala stampa alcune dichiarazioni al termine della partica con l’Atalanta. Di seguito le dichiarazioni, soprattuto in chiave futura, riprese da Napolisoccer.NET: "Non è stata la stessa prestazione di domenica scorsa, ma abbiamo incontrato un avversario che non ci ha fatto giocare ed abbiamo incontrato molte difficoltà nell’impostare il nostro gioco. Ho visto Lavezzi un pò stanco, bisogna anche capire qual è il gioco più adatto a lui. Sono felice per Dàtolo, anche se non è stato preciso. L’impostazione tattica la decide Donadoni, sono convinto che ci riprenderemo ulteriormente. Putroppo giudico questa stagione negativamente, forse potevamo procedere diversamente, ora cercheremo di sbagliare il meno possibile." In chiave futura il presidente ha spiegato ai cronisti: "Penso che sia fondamentale l’acquisto di un regista per il futuro, che dia inizio all’impostazione delle azioni del Napoli. Mi dispiace aver perso questi due anni, ma eravamo tutti impegnati a riprenderci dalla crisi del fallimento. Dopo 5 anni credo che qualcosa ho imparato e penso che qualche errore sia stato commesso. Il Napoli ha bisogno di un forte attaccante da affiancare a Denis e Zalayeta, un attaccante da doppia cifra. Serve anche un difensore, oggi siamo andati in difficoltà con l’uscita di Rinaudo".
Riguardo alla gestione tecnica, il presidente si lascia andare a qualche critica neanche tanto velata: "L’anno scorso lo avevo detto che partecipare all’Intertoto poteva farci pagare dazio, ma non sono stato ascoltato. A parte questo, io avrei fatto piazza pulita di alcuni giocatori una volta salutata la serie B ed invece ora ci troviamo con questa rosa. Quando abbiamo sbagliato abbiamo ammesso i nostri errori, ma non bisogna perseverare, sarebbe diabolico. Per il futuro bisogna rimediare a questi errori.".

Dall’inviato al San Paolo, Gennaro Gambardella – Redazione NapoliSoccer.NET
 

Condividi
Articolo precedenteUn brutto Napoli soffre la buona organizzazione dell’Atalanta
Prossimo articoloGli auguri di Pasqua del Presidente De Laurentiis
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

11 Commenti

  1. ormai Marino è stato deligittimato, anzi lo è già stato da quando è stato esautorato il povero Reja, finalmente si è capito che la squadra, la società è spaccata in due, da una parte Marino e dall’altra De Laurentis e Donadoni, ci avete fatto caso che Marino non fa più una dchiarazione ufficiale? …………Grazie avete rotto un giocattolo che se pur farcito di errori, una volta almeno giocava per la maglia e per i colori ora non gioca per nessuno, è facile intuire che il prossimo anno saranno cacciati i Denis i Datolo i Rinaudo tutte le scelte di Marino, forse si salva solo Maggio perchè ha qualità, si nota come Donadoni stia facendo giocare i calciatori invisi a Reja e Marino, se non fossero stati ceduti e avesse la possibilità schiererebbe anche Dalla Bona De Zerbi e Calaio per far vedere quanto Marino sia un incopetente. Su una cosa ha ragione il capo, lui i soldi le ha sborsati, a parte Marek, Lavezzi e Santacroce, acquisti indovinati, gli altri sono tutti da rivedere e valutare perchè non sono da Napoli.

  2. …. rispondo a Nello, quando uno spende 8,5 mln di Euro per Datolo non è che non ha cacciato i soldi….. e che ha sbagliato acquisto, quando uno spende 8.2 mln di Euro per Pazienza, 2,9 mln per Navarro, 6 mln per Rinaudo non so più quanti per Denis ( che comunque a me piace sempre di più di Zalayeta) etc….etc non che non ha tirato fuori i soldi e che la buttati dalla finestra…..senza tener conto degli ingaggi buttati per Dalla Bona, DeZerbi, Amodio, Grava, Pià etc. etc che o sono stati svenduti o non hanno giocato almeno fino all’arrivo di Donadoni, secondo me se De Laurentis potesse prendere Marino a calci nel sedere ora come ora non si tirerebbe indietro. Mal contati facendo i conti della serva avremmo risparmiato sui 40 mln di euro, soldi sufficienti a comprare fior di giocatori…… vedi i Cassano i Pazzini i Cigarini i Quagliarella i Motta, i Barreto i Guberti i Palladino, i Milito, i Tiago Motta in regime di svincolo. Bisognerebbe far capire a Marino che non che se compri in Argentina per forza di cosa compri i Maradona o i Lavezzi, sono casi isolati, da quelle parti esistono anche i bidoni e spesso c’è le rifilano a noi.

  3. Santacroce, Marek, Lavezzi, Maggio, Mannini, Russotto e forse Gargano, gli altri sono tutti da vendere. Sono gli unici che hanno qualità bisogna costruire intorno a loro il resto. Ci voglio 2 portieri, 2 difensori centrali, 2 terzini, 3 centrocampisti ( di cui un regista, e due incontristi possibilmente più veloci degli attuali), e 2 attacanti veri da affiancare a Lavezzi che deve giocare dietro le punte non dando punti di riferimento, come il suo istinto vuole, da quando lo abbiamo costretto a stare negli ultimi 15 metri non è più stato decisivo, è inutile tenerlo la davanti non ha spazi per partire in vellocità e creare superiorità numerica, vedi l’anno scorso. Ma ci vuole tanto a capirlo…..

  4. o ma questo ci fa o ci è? ma è mai possibile che non capiscono che il problema vero è il centrocampo!!! ma chi lancia? chi tira gli angoli? chi le punizioni? non abbiamo un regista se un alter ego, DE LAURENTIIS CACCIA FUORI I SOLDI e parla poco che di calcio ni ci capisci niente!!! SERVE UN REGISTA ESPERTO E DI PERSONALITA’

  5. alleluia!!!!!meglio tardi ke mai,l’importante ke non porti napoletani ke iokino altrove( udinese,juventus,milan,ecc ecc)NON MERITANO DI INDOSSARE LA MAGLIA AZZURRA. porta a napoli giocatori x il napoli.giocatori affermati e con tanta esperienza,siamo nelle sue mani presidente e non in quelle di marino.

  6. Amedeo mi fa piacere che ci sia qualcuno che non usi la tastiera solo per scrivere demenzialita’….diciamo che sono daccordo con te quasi su tutto ma io al posto di Donadoni continuerei a fare esperimenti con il materiale che ha a disposizione fino a fine stagione e anche con qualche torneuccio dopo campionato, in quanto, l’ho detto e lo ripeto, giocatori come Bogliaciono, Jezzo (gran portiere) e udite udite (cannavaro) che tutti vogliono buttare ma oggi gli ho visto fare un’ottima partita e spesso ha dovuto scrivere con analfabeti del reparto…..insieme a quelli che hai scritto tu naturalmente, li terrei ancora per un’anno e mettendoli a dialogare con giocatori di un certo livello potrebbero dimostrare il loro vero valore…(JEZZO LO HA GIA DIMOSTRATO). Il problema vero della societa’ calcio Napoli e’ che, in serie C e B ha dovuto comprare calciatori che per la categoria erano importanti ma che per farli scendere dalle categorie di appartenenza hanno richiesto investimenti cospicui …tali investimenti aurelio ha tentato di farli rientrare vendendoli allo stesso costo ma cio’ non e’ stato possibile anche perche’ sono passati degli anni e le loro quotazioni si sono abbassate e non si e’ trovato per loro una sistemazione adeguata. Ora siamo ad un bivio, aurelio ha detto a donadoni di provare tutti i calciatori e dirgli quali dovranno restare e quali dovranno andarsene (insieme ai loro d….procuratori) Il compito della dirigenza sara complicatissimo per l’anno a venire per questo il solo marino non bastera’ (meno male) ma a mio parere Aurelio dovra’ cominciare a rassegnarsi sugli investimenti fatti in C e B e incominciare a usare il pugno di ferro con sti famigerati procuratori che sono diventati come i sindacalisti del cazio scusate volevo dire calcio.
    sergio

  7. grazie a Sergio 50, per quanto riguarda Iezzo e Cannavaro si dovrebbe fare un discorso ancora diverso, il primo si deve operare, e quì si vede la scarsa organizzazione del Napoli, che non ha imposto al giocatore decisioni che lo riporterebbero sano susul campo, per il secondo sono un po più sciettico, mano perchè non abbia doti fisiche importanti per quel ruolo, ma perchè è innegabile che nopn ha contuinuità di prestazioni su una partita buona ne fa 2 sbagliate e purtroppo in Serie A non riesci a mascherare come in serie b, certo se gli affianchi un gran difensore è possibile che il rendimento di Cannavaro aumenti, ma io nel nostro grande Napoli del futuro e dei sogni, Paolo Cannavaro lo vedo in panchina. Infine Bogliacino che tutti noi apprezziamo perchè è un professionista serio, non ha a mio avviso la velocità e il cambio di passo per la serie A, forse è stato utilizzato anche male perchè il suo ruolo non è sul sx ma dovrebbe stare al centro a dettare i tempi della squadra perchè se ci fate caso è l’unico che sa fare i lanci lunghi e i passaggi in verticale, con dietro qualcuno che meni la carretta per lui.

  8. non bisogna esagerare,il napoli quest’anno sulla carta ha 6 squadre piu’ forti poi 3 almeno al suo livello quindi per me la classifica rispecchia bene i valori poi si puo’ calcolare un calo fisico e il gioco e’ fatto…l’ anno prossimo con il rispetto dei ruoli si puo’ fare un buon Napoli……con i soldi del presidente il saper fare del direttore secondo… le indicfazioni dell’allenatore si fara’ bene sicuramente

  9. bisogan prendere per la difesa fabio cannavaro – centrocampo liverani cigarini guarente attacco borriello iaquinta . e poiil resto deve essere confermati.

    vendendo pia,amodio,pazienza,dallabona,zalayeta,aronica,gianello,il resto devono confermarli.

LASCIA UN COMMENTO