Del Neri suona la carica: “Riscattiamo la sconfitta di domenica”

0
43

La convocazione di Doni, notizia che era nell’aria da alcuni giorni, è la novella più lieta che mister Gigi Del Neri aspettava ormai da tempo. Con il recupero del capitano, che probabilmente partirà dal primo minuto, e i rientri degli squalificati Manfredini, Guarente e Cigarini, l’Atalanta che domani scenderà in campo al San Paolo sarà di nuovo quella vera, al gran completo. Il baffo di Aquileia, però, preferisce frenare gli entusiasmi nati dal sempre più probabile recupero del capitano: «Sta bene – ha comunque confermato -, ma valuteremo solo all’ultimo se farlo partire o meno dal primo minuto. Intanto riprendiamoci Manfredini, Guarente e Cigarini».

Di fronte vi troverete un Napoli che non vive di certo un bel momento. «Quando dite così sembra sempre che dobbiamo affrontare partite semplici. E’ vero, spesso ci capita di giocare contro squadre in crisi: quelle, però, a mio parere sono partite ancora più complicate».

Con l’arrivo di Donadoni ha visto qualche cambiamento nel Napoli? «Credo proprio che i partenopei siano in netta ripresa. Secondo me il Napoli ora non è affatto in crisi. Forse occupano una posizione non consona alle previsioni d’inizio anno, ma ora le cose sembrano cambiare anche per loro: le ultime uscite, infatti, sono state molto buone, e il 2-2 di Genova credo che sia un segnale chiaro e netto».

Il San Paolo sarà un altro ostacolo. «Lì l’ambiente è sempre molto caldo e carico. Non sarà facile».

La sua Atalanta, invece, arriva da una sconfitta bruciante. «Che abbiamo voglia di riscattare. Le nostre ultime gare sono comunque state positive: contro Torino, Lecce e Fiorentina ci siamo comportati molto bene, dimostrando di esserci ancora».

Cambiamenti in vista? «Nell’amichevole di mercoledì ho provato qualcosa di nuovo, come il centrocampo a tre, ma non credo che contro il Napoli attuerò dei cambi».

Che Atalanta si aspetta mister Del Neri? «Come sempre mi aspetto una squadra battagliera, che abbia voglia di fare bene. Spero che sarà una partita non cattiva ma maschia».

Il Napoli non potrà più sbagliare, soprattutto davanti al proprio pubblico. «Loro avranno certamente voglia di fare bene davanti ai tifosi napoletani, ma anche noi non vogliamo fare le comparse di turno. All’andata giocammo una delle gare più belle dell’anno, ma al San Paolo sarà tutta un’altra cosa».

A questo punto, però, non sarà facile trovare le giuste motivazioni. «Noi vogliamo chiudere bene un campionato giocato alla grande. L’obiettivo, che non sarà facile da centrare, è quello di migliorare la classifica dello scorso anno».

Lei è convinto di potercela fare? «Se la fortuna inizia ad assisterci credo proprio di sì, ce la faremo».

Redazione Napolisoccer. NET – Fonte "Il giornale di Bergamo"

Condividi
Articolo precedenteL’Atalanta prova a fare lo sgambetto al Napoli
Prossimo articoloDe Laurentiis: “Hamsik è intoccabile”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here