TERREMOTO IN ABRUZZO, un aiuto per la popolazione

2
100

Attraverso il proprio portale NapoliSoccer.NET desidera dedicare ancora spazio alla popolazione abruzzese colpita dal violento terremoto della scorsa notte.
Di seguito i dati delle prime iniziative lanciate dai principali networks per far pervenire un aiuto economico alla popolazione colpita:

MEDIAFRIENDS
Terremoto in Abruzzo
per donazioni tramite bonifico bancario:
Conto Corrente intestato a: Mediafriends
IBAN: IT41 D030 6909 4006 1521 5320 387
Causale: terremoto Abruzzo

CORRIERE DELLA SERA
“Un Aiuto subito per L’Abruzzo”
BONIFICO BANCARIO:
Intesa-San Paolo, ABI 3069, CAB 05061, conto corrente n. 1000/144, intestato a: “Un aiuto subito – Terremoto dell’Abruzzo”.
Cod. IBAN: IT 03 B 03069 05061 100000000144
VERSAMENTI CON CARTE DI CREDITO
(CartaSì, MasterCard, Visa, American Express)
Numero Verde di Cartasì: 800 317800 (da alcuni cellulari è necessario digitare il 12 prima del numero)
Dall’estero: 02 34980235
Tenere la carta di credito a portata di mano e seguire le istruzioni del sistema.

SKY
SKY Per l’Abruzzo
Versamento sul conto:
IBAN IT 22 O 03226 01606 000500074972

CROCE ROSSA
Per effettuare donazioni alla Cri si posso utilizzare i seguenti sistemi:
Conto Corrente Bancario C/C bancario n° 218020 presso: Banca Nazionale del Lavoro-Filiale di Roma Bissolati -Tesoreria – Via San Nicola da Tolentino 67 – Roma intestato a Croce Rossa Italiana Via Toscana, 12 – 00187 Roma. Coordinate bancarie (codice Iban) relative sono: IT66 – C010 0503 3820 0000 0218020. Causale "pro terremoto Abruzzo".
Conto Corrente Postale n. 300004 intestato a: «Croce Rossa Italiana, via Toscana 12 – 00187 Roma c/c postale n° 300004 Codice Iban: IT24 – X076 0103 2000 0000 0300 004 Causale: Causale Pro Terremoto Abruzzo.
È anche possibile effettuare dei versamenti online attraverso il sito web della Cri all’indirizzo: http://www.cri.it/donazioni.html

CARITAS
E’ possibile contribuire alla colletta di solidarietà versando sul conto corrente postale numero 82881004 (Iban: IT77K0760103200000082881004) intestato a Caritas diocesana di Roma, specificando nella causale ‘Terremoto Abruzzo’, oppure tramite bonifico bancario Iban: IT13R0306905032000009188568.
Anche la Caritas Ambrosiana ha lanciato una raccolta fondi: è possibile effettuare un versamento, specificando nella causale "Terremoto Abruzzo 2009" sia sul conto corrente postale n. 13576228, sia sul conto corrente bancario IT16 P 0351201602000000000578, entrambi intestati a Caritas Ambrosiana Onlus. 

GRUPPO L’ESPRESSO
Il quotidiano d’Abruzzo "il Centro" di concerto con il gruppo editoriale Finegil-Repubblica-L’Espresso e con le Casse di risparmio dell’Aquila – Carispaq, di Pescara – Caripe e di Teramo – Tercas lancia una sottoscrizione popolare per aiutare le famiglie aquilane sconvolte dal tremendo sisma del 6 aprile.
Chiunque volesse contribuire con una somma in denaro può farlo utilizzando i numeri di conto corrente sotto elencati:
Banca CARISPAQ SPA
"Vittime terremoto L’Aquila"
Codice Iban: IT 53 Z 06040 15400 000 000 155 762

Banca CARIPE SPA
"Raccolta fondi pro terremotati d’Abruzzo"
Codice Iban: IT 19 B 06245 15410 000 000 000 468
presso Banca Caripe Spa Sede Pescara
Corso Vittorio Emanuele 102/104 – Pescara.

Banca TERCAS SPA
"Raccolta fondi pro terremotati d’Abruzzo"
Codice Iban: IT 48 L 06060 15300 CC 090 005 35 65
presso Banca Tercas Spa Sede Teramo
corso San Giorgio 36 – Teramo.

Redazione NapoliSoccer.NET



2 Commenti

  1. Potrebe essere un complotto tra italia e america forse e quello che volevano, cosa migliore di un terremoto x costruire e prendere fondi dal popolo e istituzioni e gli USA colaborerano come si è deto new town una regione da ricostruire come gia in proggeto in italia la liberalizazione a costruire il 20 % 30 % in piu per contrastare la crisi e poi fateci caso non serve aiuto ma solo soldi da donare e la gente e abbandonata informatevi sulla base sperimentale Americana in Alaska (HAARP) che puo produre terremoti e cambiamenti climatici a piacere ce da rifletere, ora si che si costruira uno dei cantieri piu grandi d Italia loro quadangnerano un sacco di soldi e che cosa migloire in tempo di crisi creare un terremoto tanto ricostruirano tutto ma la gente le case le avra tra trent anni e i morti x loro sono solo un effeto colaterale aprite gli occhi e la mente

  2. Mio Dio! provo a immaginare il dolore dei poveri cari rimasti in vita…
    e penso: il “dolore” è una gioia a confronto di quello che staranno
    provando!!.. Poveri!!! Oh Dio mio perchè hai permesso questo? Perchè hai
    permesso questo “strazio”? E i bambini? La loro gioia, i loro sorrisi, i
    loro occhi… il loro corpo, la loro vita… Tutto distrutto… tutto..
    da parte mia, tutta la mia comprensione e consolazione alle famiglie…
    una preghiera per chi non è più in questo mondo…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here